Discussione:
OT:Pianeta gemello della Terra su Proxima, gli scienziati: «Scoperta epocale»
(troppo vecchio per rispondere)
e
2016-08-25 00:09:35 UTC
Permalink
Due “fratelli” della Terra potrebbero ospitare la vita
Kepler 452b: un’altra Terra esiste

È una scoperta epocale, quella di un pianeta simile alla Terra in orbita intorno alla stella più vicina, Proxima Centauri:

«è il pianeta esterno al Sistema Solare più vicino a noi mai scoperto, è veramente una pietra miliare per l’umanità», ha commentato l’astronoma Isabella Pagano, dell’osservatorio di Catania dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).

A fare della scoperta di Proxima b un evento davvero unico è «l’avere provato che la stella più vicina a noi ha un pianeta nella zona in cui può esistere acqua liquida e dove anche la temperatura potrebbe essere ideale per l’esistenza di forma di vita».

La scoperta, ha proseguito la ricercatrice, è il coronamento di una `caccia´ davvero molto lunga, durata ben 16 anni e condotta da Terra, con il telescopio dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) in Cile, a La Silla.

Quelle condotte con il telescopio dell’Eso a partire da 16 anni fa sono state «ricerche pionieristiche», ha osservato Isabella Pagano, ma non sufficientemente confermate.

Le cose sono cambiate con l’installazione dello strumento Harps (High Accuracy Radial velocity Planet Searcher), che ha permesso di trovare tutte le conferme.

Lo stesso strumento è stato installato anche nel Telescopio Nazionale Galileo, nelle Canarie, per osservare il cielo dell’emisfero Nord.

«Il pianeta Proxima b ha una massa simile a quella della Terra, di 1,5 volte maggiore, ma non sappiamo che dimensioni abbia», ha detto ancora l’esperta. Potrebbe, per esempio, «avere un volume maggiore o minore della Terra, a seconda della sua densità».
Quello che sappiamo con certezza è che si tratta di un piccolo pianeta nella cosiddetta `zona abitabile´, ossia la distanza `giusta´ dalla stella per avere acqua allo stato liquido.
Ma è anche vero, ha rilevato pagano, che «Proxima Centauri è una stella attiva, con brillamenti solari carichi di energia. Per questo non siamo in grado di dire se effettivamente il pianeta è abitabile». le condizioni perché lo sia teoricamente ci sono, ma per saperne di più si dovrebbe osservare il pianeta mentre transita contro il disco della sua stella: «in moltissimi hanno cercato di farlo, ma senza successo», ha detto Pagano. Il transito permette infatti di acquisire molto informazioni sul pianeta, compresa la possibilità che possa avere acqua liquida. A queste domande, ha concluso l’astronoma, potrà dare una risposta la prossima generazione di telescopi spaziali.
===============================================================

Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per arrivarci. Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
A una velocità di 20mila km/ora (alla nostra portata) ci vorrebbero più di 25mila anni....
Gennaro
2016-08-25 05:44:40 UTC
Permalink
Post by e
Due “fratelli” della Terra potrebbero ospitare la vita
Kepler 452b: un’altra Terra esiste
«è il pianeta esterno al Sistema Solare più vicino a noi mai scoperto, è veramente una pietra miliare per l’umanità», ha commentato l’astronoma Isabella Pagano, dell’osservatorio di Catania dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).
A fare della scoperta di Proxima b un evento davvero unico è «l’avere provato che la stella più vicina a noi ha un pianeta nella zona in cui può esistere acqua liquida e dove anche la temperatura potrebbe essere ideale per l’esistenza di forma di vita».
La scoperta, ha proseguito la ricercatrice, è il coronamento di una `caccia´ davvero molto lunga, durata ben 16 anni e condotta da Terra, con il telescopio dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) in Cile, a La Silla.
Quelle condotte con il telescopio dell’Eso a partire da 16 anni fa sono state «ricerche pionieristiche», ha osservato Isabella Pagano, ma non sufficientemente confermate.
Le cose sono cambiate con l’installazione dello strumento Harps (High Accuracy Radial velocity Planet Searcher), che ha permesso di trovare tutte le conferme.
Lo stesso strumento è stato installato anche nel Telescopio Nazionale Galileo, nelle Canarie, per osservare il cielo dell’emisfero Nord.
«Il pianeta Proxima b ha una massa simile a quella della Terra, di 1,5 volte maggiore, ma non sappiamo che dimensioni abbia», ha detto ancora l’esperta. Potrebbe, per esempio, «avere un volume maggiore o minore della Terra, a seconda della sua densità».
Quello che sappiamo con certezza è che si tratta di un piccolo pianeta nella cosiddetta `zona abitabile´, ossia la distanza `giusta´ dalla stella per avere acqua allo stato liquido.
Ma è anche vero, ha rilevato pagano, che «Proxima Centauri è una stella attiva, con brillamenti solari carichi di energia. Per questo non siamo in grado di dire se effettivamente il pianeta è abitabile». le condizioni perché lo sia teoricamente ci sono, ma per saperne di più si dovrebbe osservare il pianeta mentre transita contro il disco della sua stella: «in moltissimi hanno cercato di farlo, ma senza successo», ha detto Pagano. Il transito permette infatti di acquisire molto informazioni sul pianeta, compresa la possibilità che possa avere acqua liquida. A queste domande, ha concluso l’astronoma, potrà dare una risposta la prossima generazione di telescopi spaziali.
===============================================================
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per arrivarci. Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
A una velocità di 20mila km/ora (alla nostra portata) ci vorrebbero più di 25mila anni....
Se come dici è abitabile, ci si potrebbero mandare gli immigrati
Dott. Salvini (immortale)
2016-08-25 05:55:17 UTC
Permalink
Post by e
Due “fratelli” della Terra potrebbero ospitare la vita
Kepler 452b: un’altra Terra esiste
«è il pianeta esterno al Sistema Solare più vicino a noi mai scoperto, è veramente una pietra miliare per l’umanità», ha commentato l’astronoma Isabella Pagano, dell’osservatorio di Catania dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).
A fare della scoperta di Proxima b un evento davvero unico è «l’avere provato che la stella più vicina a noi ha un pianeta nella zona in cui può esistere acqua liquida e dove anche la temperatura potrebbe essere ideale per l’esistenza di forma di vita».
La scoperta, ha proseguito la ricercatrice, è il coronamento di una `caccia´ davvero molto lunga, durata ben 16 anni e condotta da Terra, con il telescopio dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) in Cile, a La Silla.
Quelle condotte con il telescopio dell’Eso a partire da 16 anni fa sono state «ricerche pionieristiche», ha osservato Isabella Pagano, ma non sufficientemente confermate.
Le cose sono cambiate con l’installazione dello strumento Harps (High Accuracy Radial velocity Planet Searcher), che ha permesso di trovare tutte le conferme.
Lo stesso strumento è stato installato anche nel Telescopio Nazionale Galileo, nelle Canarie, per osservare il cielo dell’emisfero Nord.
«Il pianeta Proxima b ha una massa simile a quella della Terra, di 1,5 volte maggiore, ma non sappiamo che dimensioni abbia», ha detto ancora l’esperta. Potrebbe, per esempio, «avere un volume maggiore o minore della Terra, a seconda della sua densità».
Quello che sappiamo con certezza è che si tratta di un piccolo pianeta nella cosiddetta `zona abitabile´, ossia la distanza `giusta´ dalla stella per avere acqua allo stato liquido.
Ma è anche vero, ha rilevato pagano, che «Proxima Centauri è una stella attiva, con brillamenti solari carichi di energia. Per questo non siamo in grado di dire se effettivamente il pianeta è abitabile». le condizioni perché lo sia teoricamente ci sono, ma per saperne di più si dovrebbe osservare il pianeta mentre transita contro il disco della sua stella: «in moltissimi hanno cercato di farlo, ma senza successo», ha detto Pagano. Il transito permette infatti di acquisire molto informazioni sul pianeta, compresa la possibilità che possa avere acqua liquida. A queste domande, ha concluso l’astronoma, potrà dare una risposta la prossima generazione di telescopi spaziali.
===============================================================
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per arrivarci. Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
A una velocità di 20mila km/ora (alla nostra portata) ci vorrebbero più di 25mila anni....
SENSAZIONlE.
La buffona ha visto un pianeta, a distanza da una cazo di stel on forti variazioni di attività(che vuoi che sia, fa una variazione di 5 o 6 cento gradi ogni tanto sul pianetino ospitale), che miiione di km più milione di km meno potrebbe avere una temperatura tale da esserci acqua. si, a occhio, 500 gradi più 500 gradi meno. E in effetti un okkio vale la pena andare a darlo, in 25mila anni, posto di non essere polverizzati nel viaggio, ci si fa un salto.
FIGATA.
Beh, se giri la testa verso il cielo, vedi una marea di stelle, sicuramente se ci fai un salto molte hanno palle di roccia che girano intorno, le stesse cose le trovi un pò ovunque.
NOTIZIA FERRAGOSTANA DA VANNAMARCHI DI TURNO.
Mavaccagare ernesto.
Serenamente

L'IMMORTALE
Dwayne Hicks
2016-08-25 12:56:04 UTC
Permalink
Post by Dott. Salvini (immortale)
Post by e
Due “fratelli” della Terra potrebbero ospitare la vita
Kepler 452b: un’altra Terra esiste
«è il pianeta esterno al Sistema Solare più vicino a noi mai scoperto, è veramente una pietra miliare per l’umanità», ha commentato l’astronoma Isabella Pagano, dell’osservatorio di Catania dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).
A fare della scoperta di Proxima b un evento davvero unico è «l’avere provato che la stella più vicina a noi ha un pianeta nella zona in cui può esistere acqua liquida e dove anche la temperatura potrebbe essere ideale per l’esistenza di forma di vita».
La scoperta, ha proseguito la ricercatrice, è il coronamento di una `caccia´ davvero molto lunga, durata ben 16 anni e condotta da Terra, con il telescopio dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) in Cile, a La Silla.
Quelle condotte con il telescopio dell’Eso a partire da 16 anni fa sono state «ricerche pionieristiche», ha osservato Isabella Pagano, ma non sufficientemente confermate.
Le cose sono cambiate con l’installazione dello strumento Harps (High Accuracy Radial velocity Planet Searcher), che ha permesso di trovare tutte le conferme.
Lo stesso strumento è stato installato anche nel Telescopio Nazionale Galileo, nelle Canarie, per osservare il cielo dell’emisfero Nord.
«Il pianeta Proxima b ha una massa simile a quella della Terra, di 1,5 volte maggiore, ma non sappiamo che dimensioni abbia», ha detto ancora l’esperta. Potrebbe, per esempio, «avere un volume maggiore o minore della Terra, a seconda della sua densità».
Quello che sappiamo con certezza è che si tratta di un piccolo pianeta nella cosiddetta `zona abitabile´, ossia la distanza `giusta´ dalla stella per avere acqua allo stato liquido.
Ma è anche vero, ha rilevato pagano, che «Proxima Centauri è una stella attiva, con brillamenti solari carichi di energia. Per questo non siamo in grado di dire se effettivamente il pianeta è abitabile». le condizioni perché lo sia teoricamente ci sono, ma per saperne di più si dovrebbe osservare il pianeta mentre transita contro il disco della sua stella: «in moltissimi hanno cercato di farlo, ma senza successo», ha detto Pagano. Il transito permette infatti di acquisire molto informazioni sul pianeta, compresa la possibilità che possa avere acqua liquida. A queste domande, ha concluso l’astronoma, potrà dare una risposta la prossima generazione di telescopi spaziali.
===============================================================
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per arrivarci. Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
A una velocità di 20mila km/ora (alla nostra portata) ci vorrebbero più di 25mila anni....
SENSAZIONlE.
La buffona ha visto un pianeta, a distanza da una cazo di stel on forti variazioni di attività(che vuoi che sia, fa una variazione di 5 o 6 cento gradi ogni tanto sul pianetino ospitale), che miiione di km più milione di km meno potrebbe avere una temperatura tale da esserci acqua. si, a occhio, 500 gradi più 500 gradi meno. E in effetti un okkio vale la pena andare a darlo, in 25mila anni, posto di non essere polverizzati nel viaggio, ci si fa un salto.
FIGATA.
Beh, se giri la testa verso il cielo, vedi una marea di stelle, sicuramente se ci fai un salto molte hanno palle di roccia che girano intorno, le stesse cose le trovi un pò ovunque.
NOTIZIA FERRAGOSTANA DA VANNAMARCHI DI TURNO.
Mavaccagare ernesto.
Serenamente
L'IMMORTALE
Stavolta mi tocca quotare Ernie, pur se estramente difficile che si verifico determinate condizioni, potrebbe diventare la scoperta più importante nella storia dell'umanità.
Mi dilungo un attimo perchè l'astronomia è una delle mie passioni.
Dato per scontato che, storicamente, uno dei maggiori impulsi dell'uomo è sempre stato quello dell'esplorazione, avere un pianeta nella fascia abitabile praticamente alla porta accanto sarebbe una fortuna incredibile.
Imho, una delle cose che rende particolarmente interessante Proxima Centauri

https://it.wikipedia.org/wiki/Proxima_Centauri

... è che, essendo una nana rossa avrà una sequenza principale di 4000 miliardi di anni, mentre quella del nostro Sole di "appena" 5.
La cosa che mi rende scettico sulla effettiva abitabilità non supportata da un eventuale terraforming + uso massivo della tecnologia per schermare le radiazioni, sono gli improvvisi brillamenti a cui va soggetta.
Venendo poi al pianeta, bisogna tenere a mente che dovrebbe essere dotato di specifiche caratteristiche, non tutte tamponabili da soluzioni tecnologiche.
Guardando la nostra Terra, le cose che la rendono molto speciale e che hanno permesso lo sviluppo della vita (e che sommate tutte insieme mi fanno teorizzare che la vita intelligente sia rara nell'Universo, cosa che risponderebbe implicitamente anche al Paradosso di Fermi: https://it.wikipedia.org/wiki/Paradosso_di_Fermi):

- Temperature accettabili e con poca escursione termica (ovviamente)
- Acqua sulla superficie (ovviamente), anche in funzione di "stabilizzatore" della crosta (qui non mi dilungo, troppo lungo e complesso, cmq qui dovrebbe essere citato il ruolo dell'acqua: https://it.wikipedia.org/wiki/Tettonica_delle_placche)
- Campo magnetico in grado di schermare le radiazioni e contemporanemente impedire che il vento solare disperda tutta o parte dell'atmosfera o delle risorse utili nello spazio (es. Marte ha un campo magnetico debolissimo, aveva acqua ed ha perso entrambe nel corso del tempo, anche a causa della sua scarsa ttrazione gravitazionale. Venere, che come dimensioni sarebbe il gemello ideale della Terra, NON ha campo magnetico ed ha perso tutta la sua acqua).
- Tempo di rotazione conciliabile con le forme di vita terrestri (Marte sarebbe perfetto, ruota su sè stesso in 24 e 37'. Venere non va bene: ruota su sè stesso in 243 giorni, vale a adire un tempo superiore a quello che ci mette per un'orbita intorno al Sole: 224,7 giorni. Curiosità: Venere è anche l'unico pianeta del Sistema Solare a ruotare in senso orario, tutti gli altri ruotano in senso antiorario).
- Grosso satellite per creare il ciclo mareale (in realtà, dovendo in teoria colonizzare con forme di vita già evolute, forse di questo si potrebbe anche fare a meno), oltre che come "scudo" parziale per corpi celesti in rotta di collisione.
- Sempre sul tema del punto precedente (corpi vaganti), grosso pianeta esterno che con la propria attrazione gravitazionale funga da "sentinella" intercettando la maggior parte dei possibili corpi vaganti pericolosi (noi abbiamo Giove).
- Inclinazione orbitale per creare il ciclo stagionale (es. Urano -che è gassoso, ma è solo per fare un esempio- ha l'asse di rotazione praticamente disteso sul piano dell'orbita. Quindi in pratica uno dei due poli è sempre rivolto verso il sole e l'altro sempre avvolto dalle tenebre).
- Vulcanismo non eccessivo: è probabile che almeno una delle "Big Five", ovvero le le 5 maggiori estinzioni di massa nella storia della Terra (la peggiore fu quella del Permiano)

https://it.wikipedia.org/wiki/Estinzione_di_massa

sia stata determinata da supervulcani.

https://it.wikipedia.org/wiki/Supervulcano

En passant vorrei far notare che uno dei vari supervulcani conosciuti del pianeta Terra e ritenuti pericolosi, uno è nel Parco Nazionale dello Yellowstone (<= quindi praticamente disabitato), uno è... sotto i Campi Flegrei (<= zona densissimamente abitata e che direi la dice tutta sull'intelligenza del napule medio).

Al momento non mi viene in mente altro, eventualmente aggiungerò in seguito.

Cmq, prima di tentare di colonizzare pianeti extrasolari, va da sè che, plausibilmente, i nostri prossimi step evolutivi dovranno essere rivolti alla terraformazione di Marte e Venere, nonchè sulla colonizzazione di vari satelliti rocciosi dei giganti gassosi.

Chiedo scusa per l'esteso OT ma sono tutti argomenti imho estremamente affascinanti
Grizzly longion
2016-08-25 13:41:18 UTC
Permalink
On Thu, 25 Aug 2016 05:56:04 -0700 (PDT), Dwayne Hicks
Post by Dwayne Hicks
Post by Dott. Salvini (immortale)
Due “fratelli” della Terra potrebbero ospitare la vita
Kepler 452b: un’altra Terra esiste
«è il pianeta esterno al Sistema Solare più vicino a noi mai scoperto, è veramente una pietra miliare per l’umanità», ha commentato l’astronoma Isabella Pagano, dell’osservatorio di Catania dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).
A fare della scoperta di Proxima b un evento davvero unico è «l’avere provato che la stella più vicina a noi ha un pianeta nella zona in cui può esistere acqua liquida e dove anche la temperatura potrebbe essere ideale per l’esistenza di forma di vita».
La scoperta, ha proseguito la ricercatrice, è il coronamento di una `caccia´ davvero molto lunga, durata ben 16 anni e condotta da Terra, con il telescopio dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) in Cile, a La Silla.
Quelle condotte con il telescopio dell’Eso a partire da 16 anni fa sono state «ricerche pionieristiche», ha osservato Isabella Pagano, ma non sufficientemente confermate.
Le cose sono cambiate con l’installazione dello strumento Harps (High Accuracy Radial velocity Planet Searcher), che ha permesso di trovare tutte le conferme.
Lo stesso strumento è stato installato anche nel Telescopio Nazionale Galileo, nelle Canarie, per osservare il cielo dell’emisfero Nord.
«Il pianeta Proxima b ha una massa simile a quella della Terra, di 1,5 volte maggiore, ma non sappiamo che dimensioni abbia», ha detto ancora l’esperta. Potrebbe, per esempio, «avere un volume maggiore o minore della Terra, a seconda della sua densità».
Quello che sappiamo con certezza è che si tratta di un piccolo pianeta nella cosiddetta `zona abitabile´, ossia la distanza `giusta´ dalla stella per avere acqua allo stato liquido.
Ma è anche vero, ha rilevato pagano, che «Proxima Centauri è una stella attiva, con brillamenti solari carichi di energia. Per questo non siamo in grado di dire se effettivamente il pianeta è abitabile». le condizioni perché lo sia teoricamente ci sono, ma per saperne di più si dovrebbe osservare il pianeta mentre transita contro il disco della sua stella: «in moltissimi hanno cercato di farlo, ma senza successo», ha detto Pagano. Il transito permette infatti di acquisire molto informazioni sul pianeta, compresa la possibilità che possa avere acqua liquida. A queste domande, ha concluso l’astronoma, potrà dare una risposta la prossima generazione di telescopi spaziali.
===============================================================
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per arrivarci. Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
A una velocità di 20mila km/ora (alla nostra portata) ci vorrebbero più di 25mila anni....
SENSAZIONlE.
La buffona ha visto un pianeta, a distanza da una cazo di stel on forti variazioni di attività(che vuoi che sia, fa una variazione di 5 o 6 cento gradi ogni tanto sul pianetino ospitale), che miiione di km più milione di km meno potrebbe avere una temperatura tale da esserci acqua. si, a occhio, 500 gradi più 500 gradi meno. E in effetti un okkio vale la pena andare a darlo, in 25mila anni, posto di non essere polverizzati nel viaggio, ci si fa un salto.
FIGATA.
Beh, se giri la testa verso il cielo, vedi una marea di stelle, sicuramente se ci fai un salto molte hanno palle di roccia che girano intorno, le stesse cose le trovi un pò ovunque.
NOTIZIA FERRAGOSTANA DA VANNAMARCHI DI TURNO.
Mavaccagare ernesto.
Serenamente
L'IMMORTALE
Stavolta mi tocca quotare Ernie
Io invece quoto l'IMMORTALE.

Con milioni e milioni di stelle nell' universo la probabilita' che ci
siano pianeti abitabili e' molto alta, so what's the big deal? Sarebbe
come "scoprire" che un granello di sabbia di una spiaggia in Australia
ha le stesse carrateristiche di uno in America, ripeto, what's the big
deal?







--
I think, therefore I question.
Dwayne Hicks
2016-08-25 14:57:00 UTC
Permalink
Post by Grizzly longion
On Thu, 25 Aug 2016 05:56:04 -0700 (PDT), Dwayne Hicks
Post by Dwayne Hicks
Post by Dott. Salvini (immortale)
Post by e
Due “fratelli” della Terra potrebbero ospitare la vita
Kepler 452b: un’altra Terra esiste
«è il pianeta esterno al Sistema Solare più vicino a noi mai scoperto, è veramente una pietra miliare per l’umanità», ha commentato l’astronoma Isabella Pagano, dell’osservatorio di Catania dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).
A fare della scoperta di Proxima b un evento davvero unico è «l’avere provato che la stella più vicina a noi ha un pianeta nella zona in cui può esistere acqua liquida e dove anche la temperatura potrebbe essere ideale per l’esistenza di forma di vita».
La scoperta, ha proseguito la ricercatrice, è il coronamento di una `caccia´ davvero molto lunga, durata ben 16 anni e condotta da Terra, con il telescopio dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) in Cile, a La Silla.
Quelle condotte con il telescopio dell’Eso a partire da 16 anni fa sono state «ricerche pionieristiche», ha osservato Isabella Pagano, ma non sufficientemente confermate.
Le cose sono cambiate con l’installazione dello strumento Harps (High Accuracy Radial velocity Planet Searcher), che ha permesso di trovare tutte le conferme.
Lo stesso strumento è stato installato anche nel Telescopio Nazionale Galileo, nelle Canarie, per osservare il cielo dell’emisfero Nord.
«Il pianeta Proxima b ha una massa simile a quella della Terra, di 1,5 volte maggiore, ma non sappiamo che dimensioni abbia», ha detto ancora l’esperta. Potrebbe, per esempio, «avere un volume maggiore o minore della Terra, a seconda della sua densità».
Quello che sappiamo con certezza è che si tratta di un piccolo pianeta nella cosiddetta `zona abitabile´, ossia la distanza `giusta´ dalla stella per avere acqua allo stato liquido.
Ma è anche vero, ha rilevato pagano, che «Proxima Centauri è una stella attiva, con brillamenti solari carichi di energia. Per questo non siamo in grado di dire se effettivamente il pianeta è abitabile». le condizioni perché lo sia teoricamente ci sono, ma per saperne di più si dovrebbe osservare il pianeta mentre transita contro il disco della sua stella: «in moltissimi hanno cercato di farlo, ma senza successo», ha detto Pagano. Il transito permette infatti di acquisire molto informazioni sul pianeta, compresa la possibilità che possa avere acqua liquida. A queste domande, ha concluso l’astronoma, potrà dare una risposta la prossima generazione di telescopi spaziali.
===============================================================
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per arrivarci. Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
A una velocità di 20mila km/ora (alla nostra portata) ci vorrebbero più di 25mila anni....
SENSAZIONlE.
La buffona ha visto un pianeta, a distanza da una cazo di stel on forti variazioni di attività(che vuoi che sia, fa una variazione di 5 o 6 cento gradi ogni tanto sul pianetino ospitale), che miiione di km più milione di km meno potrebbe avere una temperatura tale da esserci acqua. si, a occhio, 500 gradi più 500 gradi meno. E in effetti un okkio vale la pena andare a darlo, in 25mila anni, posto di non essere polverizzati nel viaggio, ci si fa un salto.
FIGATA.
Beh, se giri la testa verso il cielo, vedi una marea di stelle, sicuramente se ci fai un salto molte hanno palle di roccia che girano intorno, le stesse cose le trovi un pò ovunque.
NOTIZIA FERRAGOSTANA DA VANNAMARCHI DI TURNO.
Mavaccagare ernesto.
Serenamente
L'IMMORTALE
Stavolta mi tocca quotare Ernie
Io invece quoto l'IMMORTALE.
Con milioni e milioni di stelle nell' universo la probabilita' che ci
siano pianeti abitabili e' molto alta, so what's the big deal? Sarebbe
come "scoprire" che un granello di sabbia di una spiaggia in Australia
ha le stesse carrateristiche di uno in America, ripeto, what's the big
deal?
--
I think, therefore I question.
Ovviamente è molto alta.
Il discorso non è incentrato sulla quantità di pianeti abitabili che, come hai scritto tu, deve per statistica essere una percentuale significativa, ma sulla distanza da noi.
Proxima Centauri è la stella a noi più vicina, poco più di 4 anni luce, l'importanza della scoperta è data dalla vicinanza e quindi dalla fattibilità di poterla un giorno raggiungere.
Se non considerassimo il fattore lontananza ci sarebbero stelle anche più interessanti... :)

https://astronomynow.com/tag/tabbys-star/
Dott. Salvini (immortale)
2016-08-25 17:28:40 UTC
Permalink
Post by Dwayne Hicks
Post by Grizzly longion
On Thu, 25 Aug 2016 05:56:04 -0700 (PDT), Dwayne Hicks
Post by Dwayne Hicks
Post by Dott. Salvini (immortale)
Post by e
Due “fratelli” della Terra potrebbero ospitare la vita
Kepler 452b: un’altra Terra esiste
«è il pianeta esterno al Sistema Solare più vicino a noi mai scoperto, è veramente una pietra miliare per l’umanità», ha commentato l’astronoma Isabella Pagano, dell’osservatorio di Catania dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).
A fare della scoperta di Proxima b un evento davvero unico è «l’avere provato che la stella più vicina a noi ha un pianeta nella zona in cui può esistere acqua liquida e dove anche la temperatura potrebbe essere ideale per l’esistenza di forma di vita».
La scoperta, ha proseguito la ricercatrice, è il coronamento di una `caccia´ davvero molto lunga, durata ben 16 anni e condotta da Terra, con il telescopio dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) in Cile, a La Silla.
Quelle condotte con il telescopio dell’Eso a partire da 16 anni fa sono state «ricerche pionieristiche», ha osservato Isabella Pagano, ma non sufficientemente confermate.
Le cose sono cambiate con l’installazione dello strumento Harps (High Accuracy Radial velocity Planet Searcher), che ha permesso di trovare tutte le conferme.
Lo stesso strumento è stato installato anche nel Telescopio Nazionale Galileo, nelle Canarie, per osservare il cielo dell’emisfero Nord.
«Il pianeta Proxima b ha una massa simile a quella della Terra, di 1,5 volte maggiore, ma non sappiamo che dimensioni abbia», ha detto ancora l’esperta. Potrebbe, per esempio, «avere un volume maggiore o minore della Terra, a seconda della sua densità».
Quello che sappiamo con certezza è che si tratta di un piccolo pianeta nella cosiddetta `zona abitabile´, ossia la distanza `giusta´ dalla stella per avere acqua allo stato liquido.
Ma è anche vero, ha rilevato pagano, che «Proxima Centauri è una stella attiva, con brillamenti solari carichi di energia. Per questo non siamo in grado di dire se effettivamente il pianeta è abitabile». le condizioni perché lo sia teoricamente ci sono, ma per saperne di più si dovrebbe osservare il pianeta mentre transita contro il disco della sua stella: «in moltissimi hanno cercato di farlo, ma senza successo», ha detto Pagano. Il transito permette infatti di acquisire molto informazioni sul pianeta, compresa la possibilità che possa avere acqua liquida. A queste domande, ha concluso l’astronoma, potrà dare una risposta la prossima generazione di telescopi spaziali.
===============================================================
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per arrivarci. Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
A una velocità di 20mila km/ora (alla nostra portata) ci vorrebbero più di 25mila anni....
SENSAZIONlE.
La buffona ha visto un pianeta, a distanza da una cazo di stel on forti variazioni di attività(che vuoi che sia, fa una variazione di 5 o 6 cento gradi ogni tanto sul pianetino ospitale), che miiione di km più milione di km meno potrebbe avere una temperatura tale da esserci acqua. si, a occhio, 500 gradi più 500 gradi meno. E in effetti un okkio vale la pena andare a darlo, in 25mila anni, posto di non essere polverizzati nel viaggio, ci si fa un salto.
FIGATA.
Beh, se giri la testa verso il cielo, vedi una marea di stelle, sicuramente se ci fai un salto molte hanno palle di roccia che girano intorno, le stesse cose le trovi un pò ovunque.
NOTIZIA FERRAGOSTANA DA VANNAMARCHI DI TURNO.
Mavaccagare ernesto.
Serenamente
L'IMMORTALE
Stavolta mi tocca quotare Ernie
Io invece quoto l'IMMORTALE.
Con milioni e milioni di stelle nell' universo la probabilita' che ci
siano pianeti abitabili e' molto alta, so what's the big deal? Sarebbe
come "scoprire" che un granello di sabbia di una spiaggia in Australia
ha le stesse carrateristiche di uno in America, ripeto, what's the big
deal?
--
I think, therefore I question.
Ovviamente è molto alta.
Il discorso non è incentrato sulla quantità di pianeti abitabili che, come hai scritto tu, deve per statistica essere una percentuale significativa, ma sulla distanza da noi.
Proxima Centauri è la stella a noi più vicina, poco più di 4 anni luce, l'importanza della scoperta è data dalla vicinanza e quindi dalla fattibilità di poterla un giorno raggiungere.
Se non considerassimo il fattore lontananza ci sarebbero stelle anche più interessanti... :)
https://astronomynow.com/tag/tabbys-star/
NON sono d'accordo.
Nel momento in cui dovessimo essere in grado di affrontare simili distanze, significherebbe che avremmo la padronanza di tecnologie in grado di farci viaggiare su dimensioni diverse da quelle oggi conosciute, indi la distanza conterebbe una cippa. A oggi invece, quella o una altra stella conta nulla, è irraggiungibile.

L'IMMORTALE
Claudio Bianchini
2016-08-25 22:19:40 UTC
Permalink
Post by Grizzly longion
Con milioni e milioni di stelle nell' universo la probabilita' che ci
siano pianeti abitabili e' molto alta, so what's the big deal? Sarebbe
come "scoprire" che un granello di sabbia di una spiaggia in Australia
ha le stesse carrateristiche di uno in America, ripeto, what's the big
deal?
La gran scoperta sarebbe di trovare che le civiltà dell'universo sono
tutte in fotocopia, quello che avviene qui avviene dappertutto
nell'universo. Sarebbe la prova che l'evoluzione è finalista e che
quindi il darwinismo basato sulla SN è errato
Grizzly longion
2016-08-25 22:43:30 UTC
Permalink
On Fri, 26 Aug 2016 00:19:40 +0200, Claudio Bianchini
Post by Claudio Bianchini
Post by Grizzly longion
Con milioni e milioni di stelle nell' universo la probabilita' che ci
siano pianeti abitabili e' molto alta, so what's the big deal? Sarebbe
come "scoprire" che un granello di sabbia di una spiaggia in Australia
ha le stesse carrateristiche di uno in America, ripeto, what's the big
deal?
La gran scoperta sarebbe di trovare che le civiltà dell'universo sono
tutte in fotocopia, quello che avviene qui avviene dappertutto
nell'universo. Sarebbe la prova che l'evoluzione è finalista e che
quindi il darwinismo basato sulla SN è errato
E vai con le seghe mentali...

--
I think, therefore I question.
Claudio Bianchini
2016-08-25 23:47:40 UTC
Permalink
Post by Grizzly longion
Post by Claudio Bianchini
Post by Grizzly longion
Con milioni e milioni di stelle nell' universo la probabilita' che ci
siano pianeti abitabili e' molto alta, so what's the big deal? Sarebbe
come "scoprire" che un granello di sabbia di una spiaggia in Australia
ha le stesse carrateristiche di uno in America, ripeto, what's the big
deal?
La gran scoperta sarebbe di trovare che le civiltà dell'universo sono
tutte in fotocopia, quello che avviene qui avviene dappertutto
nell'universo. Sarebbe la prova che l'evoluzione è finalista e che
quindi il darwinismo basato sulla SN è errato
E vai con le seghe mentali...
No, quella teoria è coerente col metodo scientifico, lo stesso che ti ha
dato il PC e la rete grazie alla quale hai fatto la mia conoscenza che
ha reso la tua vita degna di essere vissuta
Grizzly longion
2016-08-26 01:48:59 UTC
Permalink
On Fri, 26 Aug 2016 01:47:40 +0200, Claudio Bianchini
Post by Claudio Bianchini
Post by Grizzly longion
Post by Claudio Bianchini
Post by Grizzly longion
Con milioni e milioni di stelle nell' universo la probabilita' che ci
siano pianeti abitabili e' molto alta, so what's the big deal? Sarebbe
come "scoprire" che un granello di sabbia di una spiaggia in Australia
ha le stesse carrateristiche di uno in America, ripeto, what's the big
deal?
La gran scoperta sarebbe di trovare che le civiltà dell'universo sono
tutte in fotocopia, quello che avviene qui avviene dappertutto
nell'universo. Sarebbe la prova che l'evoluzione è finalista e che
quindi il darwinismo basato sulla SN è errato
E vai con le seghe mentali...
No, quella teoria è coerente col metodo scientifico, lo stesso che ti ha
dato il PC e la rete grazie alla quale hai fatto la mia conoscenza che
ha reso la tua vita degna di essere vissuta
You are full of shit, period.

--
I think, therefore I question.

Enzo Lombardo
2016-08-25 21:12:41 UTC
Permalink
Prima di scannarsi, dare un'occhiata su it.scienza.astronomia

-------
10:44Gino Di Ruberto IK8QQM - K8QQM
Ecco dove sarà diretta la nostra prima missione extra sistema solare.
Probabile. :-)

Però vorrei ricordare una cosa: mentre con una stella massiccia come il Sole e della sua classe spettrale, la Terra si trova nella zona abitabile a ben 150 milioni di km di distanza, con una nana rossa, che emette meno energia, un pianeta, per trovarsi in zona abitabile, deve essere molto più vicino alla stella, diciamo a 6-7 milioni di km di distanza: non conosco il valore esatto nel caso specifico. Il risultato è che il diametro del pianeta non è più trascurabile rispetto a tale distanza e, quindi, anche la differenza tra l'intensità del campo gravitazionale della stella presso le due estremità del pianeta (quella più vicina alla stella e quella più lontana) non è più trascurabile. Detto in altro modo, per il pianeta, il gradiente del campo gravitazionale della stella e le forze mareali non sono trascurabili. Questo può costringere il pianeta ad una rotazione sincrona, cioè il pianeta potrebbe volgere sempre la stessa faccia alla stella, con tuti i problemi che ne possono conseguire (un emisfero sempre illuminato, l'altro sempre al buio).

Se tra qualche millennio lanceremo una missione di colonizzazione :-), dovremo ricordarcelo!

Ciao.
--
Gino.
nembo kid
2016-08-25 21:17:39 UTC
Permalink
Post by Enzo Lombardo
Prima di scannarsi, dare un'occhiata su it.scienza.astronomia
-------
10:44Gino Di Ruberto IK8QQM - K8QQM
Ecco dove sarà diretta la nostra prima missione extra sistema solare.
Probabile. :-)
Però vorrei ricordare una cosa: mentre con una stella massiccia come il Sole
e della sua classe spettrale, la Terra si trova nella zona abitabile a ben
150 milioni di km di distanza, con una nana rossa, che emette meno energia,
un pianeta, per trovarsi in zona abitabile, deve essere molto più vicino alla
stella, diciamo a 6-7 milioni di km di distanza: non conosco il valore esatto
nel caso specifico. Il risultato è che il diametro del pianeta non è più
trascurabile rispetto a tale distanza e, quindi, anche la differenza tra
l'intensità del campo gravitazionale della stella presso le due estremità del
pianeta (quella più vicina alla stella e quella più lontana) non è più
trascurabile. Detto in altro modo, per il pianeta, il gradiente del campo
gravitazionale della stella e le forze mareali non sono trascurabili. Questo
può costringere il pianeta ad una rotazione sincrona, cioè il pianeta
potrebbe volgere sempre la stessa faccia alla stella, con tuti i problemi che
ne possono conseguire (un emisfero sempre illuminato, l'altro sempre al
buio).
Se tra qualche millennio lanceremo una missione di colonizzazione :-),
dovremo ricordarcelo!
Ciao.
esatto..infatti ho scritto di mercurio che ha sempre la stessa faccia
rivolta verso il sole.. un'atmosfera molto flebile si passa dai 400
gradi ai - 100 in poche ore. Un inferno insomma.
Massimiliano Catanese
2016-08-25 09:15:36 UTC
Permalink
Post by e
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità
di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per
arrivarci.
Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti
grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
Molto meno ?
Parli di cose molto (molto) al di la della tua comprensione

Secondo i miei calcoli circa 19,36 anni invece di 20
Molto poca differenza in realta

Per scendere a 15 anni (14,90711985 per l' esattezza) dovresti
avere v = 200.000 km/sec, ossia i DUE TERZI della velocita
della luce ...
Dott. Salvini (immortale)
2016-08-25 09:27:23 UTC
Permalink
Post by Massimiliano Catanese
Post by e
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità
di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per
arrivarci.
Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti
grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
Molto meno ?
Parli di cose molto (molto) al di la della tua comprensione
Secondo i miei calcoli circa 19,36 anni invece di 20
Molto poca differenza in realta
Per scendere a 15 anni (14,90711985 per l' esattezza) dovresti
avere v = 200.000 km/sec, ossia i DUE TERZI della velocita
della luce ...
Ma lo prendi pure sul serio?
Ma mandalo affanculo e amen, sembra wanna marchi.

L'IMMORTALE
Massimiliano Catanese
2016-08-25 09:33:44 UTC
Permalink
Post by Dott. Salvini (immortale)
Post by Massimiliano Catanese
Post by e
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità
di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per
arrivarci.
Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti
grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
Molto meno ?
Parli di cose molto (molto) al di la della tua comprensione
Secondo i miei calcoli circa 19,36 anni invece di 20
Molto poca differenza in realta
Per scendere a 15 anni (14,90711985 per l' esattezza) dovresti
avere v = 200.000 km/sec, ossia i DUE TERZI della velocita
della luce ...
Ma lo prendi pure sul serio?
Beh, la scoperta del pianeta è interessante ...
Post by Dott. Salvini (immortale)
Ma mandalo affanculo e amen, sembra wanna marchi.
Dott. Salvini (immortale)
2016-08-25 09:43:52 UTC
Permalink
Post by Massimiliano Catanese
Post by Dott. Salvini (immortale)
Post by Massimiliano Catanese
Post by e
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità
di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per
arrivarci.
Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti
grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
Molto meno ?
Parli di cose molto (molto) al di la della tua comprensione
Secondo i miei calcoli circa 19,36 anni invece di 20
Molto poca differenza in realta
Per scendere a 15 anni (14,90711985 per l' esattezza) dovresti
avere v = 200.000 km/sec, ossia i DUE TERZI della velocita
della luce ...
Ma lo prendi pure sul serio?
Beh, la scoperta del pianeta è interessante ...
Post by Dott. Salvini (immortale)
Ma mandalo affanculo e amen, sembra wanna marchi.
E TUTTO Ciò che gli hanno attaccato dietro fa ridere.

L'IMMORTALE
d***@gmail.com
2016-08-25 10:28:27 UTC
Permalink
Post by Dott. Salvini (immortale)
Post by Massimiliano Catanese
Post by Dott. Salvini (immortale)
Post by Massimiliano Catanese
Post by e
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità
di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per
arrivarci.
Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti
grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
Molto meno ?
Parli di cose molto (molto) al di la della tua comprensione
Secondo i miei calcoli circa 19,36 anni invece di 20
Molto poca differenza in realta
Per scendere a 15 anni (14,90711985 per l' esattezza) dovresti
avere v = 200.000 km/sec, ossia i DUE TERZI della velocita
della luce ...
Ma lo prendi pure sul serio?
Beh, la scoperta del pianeta è interessante ...
Post by Dott. Salvini (immortale)
Ma mandalo affanculo e amen, sembra wanna marchi.
E TUTTO Ciò che gli hanno attaccato dietro fa ridere.
L'IMMORTALE
Il 99% degli scienziati sono cialtroni, lo dico per esperienza.
Proprio pochi giorni fa ascoltavo per radio una scienziata italiana
del CERN che non faceva altro che magnificare i ricercatori
italiani di cui lei era un'esponente.
Quando è arrivata la domanda di un ascoltatore su che cosa sono
i TeV di cui lei continuava a parlare, è andata in crisi.
I TeV ovviamente sono i Teraelettronvolt, multiplo 10 alla 12
di un elettronvolt, il pane quotidiano di ogni fisico delle
particelle.
La povera scienziata ha farfugliato qualcosa, poi ha detto che
sono mille Megaelettronvolt, poi ha cambiato discorso e dopo un
interminabile minuto finalmente si è corretta.
E' come se una casalinga non avesse chiara la differenza tra
un chilogrammo e una tonnellata di patate.
Massimiliano Catanese
2016-08-25 10:35:52 UTC
Permalink
Post by d***@gmail.com
Post by Dott. Salvini (immortale)
Post by Massimiliano Catanese
Post by Dott. Salvini (immortale)
Post by Massimiliano Catanese
Post by e
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità
di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per
arrivarci.
Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti
grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
Molto meno ?
Parli di cose molto (molto) al di la della tua comprensione
Secondo i miei calcoli circa 19,36 anni invece di 20
Molto poca differenza in realta
Per scendere a 15 anni (14,90711985 per l' esattezza) dovresti
avere v = 200.000 km/sec, ossia i DUE TERZI della velocita
della luce ...
Ma lo prendi pure sul serio?
Beh, la scoperta del pianeta è interessante ...
Post by Dott. Salvini (immortale)
Ma mandalo affanculo e amen, sembra wanna marchi.
E TUTTO Ciò che gli hanno attaccato dietro fa ridere.
L'IMMORTALE
Il 99% degli scienziati sono cialtroni, lo dico per esperienza.
Beh, mo addirittura il 99% mi pare decisamente troppo, dai ...
Che quel gruppo sia riccamente "punteggiato" di cialtroni è
sicuro.

Ma il 99% ...
d***@gmail.com
2016-08-25 11:03:05 UTC
Permalink
Post by Massimiliano Catanese
Post by d***@gmail.com
Post by Dott. Salvini (immortale)
Post by Massimiliano Catanese
Post by Dott. Salvini (immortale)
Post by Massimiliano Catanese
Post by e
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità
di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per
arrivarci.
Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti
grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
Molto meno ?
Parli di cose molto (molto) al di la della tua comprensione
Secondo i miei calcoli circa 19,36 anni invece di 20
Molto poca differenza in realta
Per scendere a 15 anni (14,90711985 per l' esattezza) dovresti
avere v = 200.000 km/sec, ossia i DUE TERZI della velocita
della luce ...
Ma lo prendi pure sul serio?
Beh, la scoperta del pianeta è interessante ...
Post by Dott. Salvini (immortale)
Ma mandalo affanculo e amen, sembra wanna marchi.
E TUTTO Ciò che gli hanno attaccato dietro fa ridere.
L'IMMORTALE
Il 99% degli scienziati sono cialtroni, lo dico per esperienza.
Beh, mo addirittura il 99% mi pare decisamente troppo, dai ...
Che quel gruppo sia riccamente "punteggiato" di cialtroni è
sicuro.
Ma il 99% ...
Facciamo il 98%? Uno sano su 50 mi sembra anche troppo generoso.
Parlo di enti pubblici, chiaramente.
Ho avuto a che fare con l'Università di Padova, il CERN, il CNR,
l'INAF. Grandi studiosi di carte che producono altre carte e si
lodano a vicenda badando bene a non contraddirsi.
Trovarne uno che sappia avvitare una vite è un miracolo e se ci
riesci poi devi trovarne uno che sappia svitarla.
D'altra parte l'università è fatta così, non si puo' pretendere
di più. La vera scienza, oggi come nei secoli scorsi, la fanno i ricchi.
e
2016-08-25 11:19:51 UTC
Permalink
Post by d***@gmail.com
Post by Dott. Salvini (immortale)
Post by Massimiliano Catanese
Post by Dott. Salvini (immortale)
Post by Massimiliano Catanese
Post by e
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità
di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per
arrivarci.
Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti
grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
Molto meno ?
Parli di cose molto (molto) al di la della tua comprensione
Secondo i miei calcoli circa 19,36 anni invece di 20
Molto poca differenza in realta
Per scendere a 15 anni (14,90711985 per l' esattezza) dovresti
avere v = 200.000 km/sec, ossia i DUE TERZI della velocita
della luce ...
Ma lo prendi pure sul serio?
Beh, la scoperta del pianeta è interessante ...
Post by Dott. Salvini (immortale)
Ma mandalo affanculo e amen, sembra wanna marchi.
E TUTTO Ciò che gli hanno attaccato dietro fa ridere.
L'IMMORTALE
Il 99% degli scienziati sono cialtroni, lo dico per esperienza.
Proprio pochi giorni fa ascoltavo per radio una scienziata italiana
del CERN che non faceva altro che magnificare i ricercatori
italiani di cui lei era un'esponente.
Quando è arrivata la domanda di un ascoltatore su che cosa sono
i TeV di cui lei continuava a parlare, è andata in crisi.
I TeV ovviamente sono i Teraelettronvolt, multiplo 10 alla 12
di un elettronvolt, il pane quotidiano di ogni fisico delle
particelle.
La povera scienziata ha farfugliato qualcosa, poi ha detto che
sono mille Megaelettronvolt, poi ha cambiato discorso e dopo un
interminabile minuto finalmente si è corretta.
E' come se una casalinga non avesse chiara la differenza tra
un chilogrammo e una tonnellata di patate.
il 99% dei commentatori di questo NG è di una ignoranza totale in materia scientifica, stupisce l'episodio riportato ai limiti dell'incredibile vista l'eccellenza mondiale dei fisici del CERN, , ma può capitare: il momento del collione è sempre in agguato.

Tuttavia mi viene in mente il biglietto da visita del grande regista TONINO VALERII: usava darlo agli sparapalle, dopo averli ascoltati con grande attenzione, diceva:

"MALGRADO CHE LE COSE CHE CI AVETE RACCONTATO SIANO ENORMI, PURE SI RITENGONO DETTE IN PERFETTA SINCERITA' E BUONA FEDE. VI SI RILASCIA IL PRESENTE COME ATTESTATO DI STIMA NELLA PIENA CONVINZIONE DI FARLE PIACERE"

e
cicap
2016-08-25 20:37:01 UTC
Permalink
Post by d***@gmail.com
Il 99% degli scienziati sono cialtroni, lo dico per esperienza.
nel senso che sei uno ssssienziato?
d***@gmail.com
2016-08-25 21:28:35 UTC
Permalink
Post by cicap
Post by d***@gmail.com
Il 99% degli scienziati sono cialtroni, lo dico per esperienza.
nel senso che sei uno ssssienziato?
Certo.
Hai già finito di giocare con le formine sulla sabbia?
e
2016-08-25 11:00:12 UTC
Permalink
Post by Massimiliano Catanese
Post by e
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità
di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per
arrivarci.
Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti
grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
Molto meno ?
Parli di cose molto (molto) al di la della tua comprensione
Ma va! Quel calcolo è facile TD = TP / radice quadra di [1 - (v/c)2] Ho scritto in fretta senza calcolare. Il risultato della dilatazione a 60mila km/s è di appena 0.9797958971, quindi hai ovviamente ragione, quello che è sempre difficile da capire è il giudizio denigratorio sugli sconosciuti. Boh!
Post by Massimiliano Catanese
Secondo i miei calcoli circa 19,36 anni invece di 20
Molto poca differenza in realta
Per scendere a 15 anni (14,90711985 per l' esattezza) dovresti
avere v = 200.000 km/sec, ossia i DUE TERZI della velocita
della luce ...
Prosit.

e
r***@gmail.com
2016-08-25 11:10:55 UTC
Permalink
Post by e
Ma va! Quel calcolo è facile
TD = TP / radice quadra di [1 - (v/c)2]
Ho scritto in fretta senza calcolare.
gatta frettolosa fece i gattini ciechi
Giampiero
2016-08-25 11:15:40 UTC
Permalink
<<<È una scoperta epocale, quella di un pianeta simile alla Terra

da vent'anni è scoperta epocale, per ora serve solo ai ricercatori per
ottenere finanziamenti !
Grizzly longion
2016-08-25 12:09:01 UTC
Permalink
On Thu, 25 Aug 2016 13:15:40 +0200, "Giampiero"
Post by Giampiero
<<<È una scoperta epocale, quella di un pianeta simile alla Terra
da vent'anni è scoperta epocale, per ora serve solo ai ricercatori per
ottenere finanziamenti !
BINGO!!!

--
I think, therefore I question.
xx
2016-08-25 12:11:00 UTC
Permalink
Post by Giampiero
<<<È una scoperta epocale, quella di un pianeta simile alla Terra
da vent'anni è scoperta epocale, per ora serve solo ai ricercatori per
ottenere finanziamenti !
stessa cosa con il Global Warming, i ricercatori per avere soldi
pubblici creano allarmismi inutili sul clima
Albert Crei
2016-08-25 12:38:46 UTC
Permalink
Post by e
Due “fratelli” della Terra potrebbero ospitare la vita
Kepler 452b: un’altra Terra esiste
«è il pianeta esterno al Sistema Solare più vicino a noi mai scoperto, è veramente una pietra miliare per l’umanità», ha commentato l’astronoma Isabella Pagano, dell’osservatorio di Catania dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).
A fare della scoperta di Proxima b un evento davvero unico è «l’avere provato che la stella più vicina a noi ha un pianeta nella zona in cui può esistere acqua liquida e dove anche la temperatura potrebbe essere ideale per l’esistenza di forma di vita».
La scoperta, ha proseguito la ricercatrice, è il coronamento di una `caccia´ davvero molto lunga, durata ben 16 anni e condotta da Terra, con il telescopio dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) in Cile, a La Silla.
Quelle condotte con il telescopio dell’Eso a partire da 16 anni fa sono state «ricerche pionieristiche», ha osservato Isabella Pagano, ma non sufficientemente confermate.
Le cose sono cambiate con l’installazione dello strumento Harps (High Accuracy Radial velocity Planet Searcher), che ha permesso di trovare tutte le conferme.
Lo stesso strumento è stato installato anche nel Telescopio Nazionale Galileo, nelle Canarie, per osservare il cielo dell’emisfero Nord.
«Il pianeta Proxima b ha una massa simile a quella della Terra, di 1,5 volte maggiore, ma non sappiamo che dimensioni abbia», ha detto ancora l’esperta. Potrebbe, per esempio, «avere un volume maggiore o minore della Terra, a seconda della sua densità».
Quello che sappiamo con certezza è che si tratta di un piccolo pianeta nella cosiddetta `zona abitabile´, ossia la distanza `giusta´ dalla stella per avere acqua allo stato liquido.
Ma è anche vero, ha rilevato pagano, che «Proxima Centauri è una stella attiva, con brillamenti solari carichi di energia. Per questo non siamo in grado di dire se effettivamente il pianeta è abitabile». le condizioni perché lo sia teoricamente ci sono, ma per saperne di più si dovrebbe osservare il pianeta mentre transita contro il disco della sua stella: «in moltissimi hanno cercato di farlo, ma senza successo», ha detto Pagano. Il transito permette infatti di acquisire molto informazioni sul pianeta, compresa la possibilità che possa avere acqua liquida. A queste domande, ha concluso l’astronoma, potrà dare una risposta la prossima generazione di telescopi spaziali.
===============================================================
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per arrivarci. Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
A una velocità di 20mila km/ora (alla nostra portata) ci vorrebbero più di 25mila anni....
Fantastico Ernie, hai trovato lo scopo della vita.
Adesso con tutta la monnezza dei libri che hai letto trovi una astronave e parti verso la nuova frontiera, portati la colt .

Cosi' ti levi dai coglioni.
e
2016-08-25 20:03:53 UTC
Permalink
Post by Albert Crei
Post by e
Due “fratelli” della Terra potrebbero ospitare la vita
Kepler 452b: un’altra Terra esiste
«è il pianeta esterno al Sistema Solare più vicino a noi mai scoperto, è veramente una pietra miliare per l’umanità», ha commentato l’astronoma Isabella Pagano, dell’osservatorio di Catania dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).
A fare della scoperta di Proxima b un evento davvero unico è «l’avere provato che la stella più vicina a noi ha un pianeta nella zona in cui può esistere acqua liquida e dove anche la temperatura potrebbe essere ideale per l’esistenza di forma di vita».
La scoperta, ha proseguito la ricercatrice, è il coronamento di una `caccia´ davvero molto lunga, durata ben 16 anni e condotta da Terra, con il telescopio dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) in Cile, a La Silla.
Quelle condotte con il telescopio dell’Eso a partire da 16 anni fa sono state «ricerche pionieristiche», ha osservato Isabella Pagano, ma non sufficientemente confermate.
Le cose sono cambiate con l’installazione dello strumento Harps (High Accuracy Radial velocity Planet Searcher), che ha permesso di trovare tutte le conferme.
Lo stesso strumento è stato installato anche nel Telescopio Nazionale Galileo, nelle Canarie, per osservare il cielo dell’emisfero Nord.
«Il pianeta Proxima b ha una massa simile a quella della Terra, di 1,5 volte maggiore, ma non sappiamo che dimensioni abbia», ha detto ancora l’esperta. Potrebbe, per esempio, «avere un volume maggiore o minore della Terra, a seconda della sua densità».
Quello che sappiamo con certezza è che si tratta di un piccolo pianeta nella cosiddetta `zona abitabile´, ossia la distanza `giusta´ dalla stella per avere acqua allo stato liquido.
Ma è anche vero, ha rilevato pagano, che «Proxima Centauri è una stella attiva, con brillamenti solari carichi di energia. Per questo non siamo in grado di dire se effettivamente il pianeta è abitabile». le condizioni perché lo sia teoricamente ci sono, ma per saperne di più si dovrebbe osservare il pianeta mentre transita contro il disco della sua stella: «in moltissimi hanno cercato di farlo, ma senza successo», ha detto Pagano. Il transito permette infatti di acquisire molto informazioni sul pianeta, compresa la possibilità che possa avere acqua liquida. A queste domande, ha concluso l’astronoma, potrà dare una risposta la prossima generazione di telescopi spaziali.
===============================================================
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per arrivarci. Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
A una velocità di 20mila km/ora (alla nostra portata) ci vorrebbero più di 25mila anni....
Fantastico Ernie, hai trovato lo scopo della vita.
Adesso con tutta la monnezza dei libri che hai letto trovi una astronave e parti verso la nuova frontiera, portati la colt .
Cosi' ti levi dai coglioni.
Magari! SArebbe bellissimo navigare fra le stelle invece che tra di voi!
a VOI LASCEREI LE AMENE LETTURE DEI MIEI LIBRI:

E-BOOK SU AMAZON

ASSOLUTAMENTE CASUALE (Il Dito di Dio)- romanzo
Questo e-book è un ipertesto di migliaia di pagine : vuol dire che lo potete leggere nel modo consueto o saltare con un CLICK là dove le parole sono in grassetto colorato per avventurarvi nelle quasi infinite estensioni del racconto che coinvolgono buona parte dell’opera omnia dell’Autore, che ha scritto le storie di 120 film e che qui usa e abusa della massa enorme della propria produzione.
http://www.amazon.com/dp/B00AHNSZI4/ref=rdr_kindle_ext_tmb

ANDIAMO IN AMERICA? - racconti di viaggio.
Epopea familiare di viaggi americani avventure e disavventure spassose: motel, scambi casa e grandi alberghi, la pioggia di Seattle, il sole della California, le sabbie rosse di Denver e le languidità hawaiiane, la frenetica New York e la placida Molokai, il kitch di Disneyworld per i bambini piccoli e la sfavillante Las Vegas per i bambini grandi, e l’immenso Canada, i laghi come mari, gli orsi e le sequoia millenarie. Insomma, l’America!
http://www.amazon.com/dp/B00APN7VM2

UNION SQUARE - /The Fall Boy)commedia
in inglese - è pronta l'edizione italiana
This is a history of love. Ancient like the world and the newest one. The love history of Gerry, a bum that sleeps on the Union Square benches in San Francisco, that he’s fallen in love with the most beautiful, the most smart, the most pretty woman in career of the city.
http://www.amazon.com/dp/B00AI03ZFY

THE KEY OF LUCK (La Chiave della Fortuna)
versione inglese e versione italiana- commedia - Premio al B.A. Fil Festiva come sceneggiatura più originale.
The story is based on actual facts mixed with a sci-fi plot: an alien extra-dimensional traveller is stuck in the body of a... hen. Trying to get rid of that low-level incarnation, it offers to the main characters a "stocastic key", i.e. a key that helps those who possess it with the power of controlling life facts. Namely, this is "the Key of Luck".
--------------------------------------------------------------------------------
E' una storia reale che parte da un evento fantastico: un viaggiatore alieno extradimensionale resta bloccato nel corpo di una gallina e pur di farsi liberare dona ai protagonisti una chiave stocastica, ossia una chiave che mette nell'ordine più conveniente a chi la possiede i fatti della vita, in parole povere , una "Chiave della Fortuna".
http://www.amazon.com/dp/B00ASNZ77K

STRADIVARIUS CREMONENSIS -romanzo
Biografia inedita e fantastica del grande liutaio - Da questo soggetto è stato tratto il film interpretato da Anthony QUINN.
http://www.amazon.com/dp/B00AI1HTFU

VOGLIO ENTRARE NEL CINEMA - autobiografia
Storia di uno che ce l'ha fatta - (prima edizione cartacea MONDADORI) autobiografia ironica di uno sceneggiatore e affresco del cinema italiano anni 60, 70, 80, 90.
http://www.amazon.com/dp/B00AIVOT1M

SANGUE IN TASCA – romanzo
Jack Migol lavora a Hollywood e qualcuno gli violenta la moglie che si suicida. La ricerca dei colpevoli e la vendetta è degna del conte di Montecristo.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/sangue-in-tasca/ebook/product-17570556.html
in inglese:
Blood In My Pocket
By Ernesto Gastaldi
Price: $11.95

Product Description

Her face was disfigured by a line of blood that ran across one eye and she was covered in scratches and bruises."At home? I'm at home?" she stuttered with swollen, bloody lips. Jack Migol, troubleshooter for one of Hollywood's biggest studios, never heard his wife utter those words. He never heard her say anything that made sense again. That sent him on a path of revenge that would not be sated until a handful of tinseltown's elite were destroyed in ways equally as creative as the films they produced.


IPERBOLE COSMICA (Iperbole Infinita). romanzo
Nel 1960 in questo romanzo pubblicato su URANIA da Mondadori, Ernesto Gastaldi, alias Julian Berry, è stato il primo al mondo a ipotizzare che Atlantide sia l'Antartide dopo uno spostamento dei poli terrestri.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/iperbole-cosmica/ebook/product-17557757.html

I QUARANTA BELANTI avventure umoristiche in barca – romanzo
Dopo tanta letteratura sui Quaranta Ruggenti (Roaring Forthies)negli oceani meridionali, ecco delle divertenti avventure nel più casalingo Mediterraneo, sempre quaranta di latitudine sono, non ROARING ma BLEATING....(da questo libro è stato tratto il film “MI FACCIO LA BARCA”)
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/i-quaranta-belanti-the-bleating-forthies/paperback/product-380621.html

LO SPROLOQUIO 1962 – raccolta di pensieri anteSessantotto.
Scritto nel 1962 poteva risultare profetico e dissacrante, riletto nel terzo millennio può sembrare ovvio, ma nel 1962 avevo ventotto anni e tutta la vita davanti, nel terzo millennio ho cento anni e tutta la vita dietro. Tienine conto, volenteroso lettore.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/lo-sproloquio/paperback/product-21273582.html

BRIVIDO SULLA SCHIENA – romanzo giallo – prima edizione 1957
Siamo nel 1957. A New York. Un agente federale americano si imbatte in un rompicapo: un gioielliere assassinato e una telefonata del "morto" che confessa di aver ucciso la moglie perché è lei l'assassina. Le indagini lo portano in una folle catena di suicidi e di eredità concatenate che pare nascere a Ronda, un paese dell'Andalusia, a quei tempi ancora immerso nella cultura secolare arabo-cristiana e sotto la dittatura di Francisco Franco. Ma le radici dell'enigma superano il tempo in cui furono costruiti i famosi ponti sul "Tajo", un orrido burrone che taglia in due il paese, oltre il ponte romano, oltre il ponte fenicio... all'inizio dei tempi.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/brivido-sulla-schiena/paperback/product-21302287.html
Albert Crei
2016-08-25 20:12:22 UTC
Permalink
Post by e
Post by Albert Crei
Post by e
Due “fratelli” della Terra potrebbero ospitare la vita
Kepler 452b: un’altra Terra esiste
«è il pianeta esterno al Sistema Solare più vicino a noi mai scoperto, è veramente una pietra miliare per l’umanità», ha commentato l’astronoma Isabella Pagano, dell’osservatorio di Catania dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).
A fare della scoperta di Proxima b un evento davvero unico è «l’avere provato che la stella più vicina a noi ha un pianeta nella zona in cui può esistere acqua liquida e dove anche la temperatura potrebbe essere ideale per l’esistenza di forma di vita».
La scoperta, ha proseguito la ricercatrice, è il coronamento di una `caccia´ davvero molto lunga, durata ben 16 anni e condotta da Terra, con il telescopio dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) in Cile, a La Silla.
Quelle condotte con il telescopio dell’Eso a partire da 16 anni fa sono state «ricerche pionieristiche», ha osservato Isabella Pagano, ma non sufficientemente confermate.
Le cose sono cambiate con l’installazione dello strumento Harps (High Accuracy Radial velocity Planet Searcher), che ha permesso di trovare tutte le conferme.
Lo stesso strumento è stato installato anche nel Telescopio Nazionale Galileo, nelle Canarie, per osservare il cielo dell’emisfero Nord.
«Il pianeta Proxima b ha una massa simile a quella della Terra, di 1,5 volte maggiore, ma non sappiamo che dimensioni abbia», ha detto ancora l’esperta. Potrebbe, per esempio, «avere un volume maggiore o minore della Terra, a seconda della sua densità».
Quello che sappiamo con certezza è che si tratta di un piccolo pianeta nella cosiddetta `zona abitabile´, ossia la distanza `giusta´ dalla stella per avere acqua allo stato liquido.
Ma è anche vero, ha rilevato pagano, che «Proxima Centauri è una stella attiva, con brillamenti solari carichi di energia. Per questo non siamo in grado di dire se effettivamente il pianeta è abitabile». le condizioni perché lo sia teoricamente ci sono, ma per saperne di più si dovrebbe osservare il pianeta mentre transita contro il disco della sua stella: «in moltissimi hanno cercato di farlo, ma senza successo», ha detto Pagano. Il transito permette infatti di acquisire molto informazioni sul pianeta, compresa la possibilità che possa avere acqua liquida. A queste domande, ha concluso l’astronoma, potrà dare una risposta la prossima generazione di telescopi spaziali.
===============================================================
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per arrivarci. Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
A una velocità di 20mila km/ora (alla nostra portata) ci vorrebbero più di 25mila anni....
Fantastico Ernie, hai trovato lo scopo della vita.
Adesso con tutta la monnezza dei libri che hai letto trovi una astronave e parti verso la nuova frontiera, portati la colt .
Cosi' ti levi dai coglioni.
Magari! SArebbe bellissimo navigare fra le stelle invece che tra di voi!
E-BOOK SU AMAZON
ASSOLUTAMENTE CASUALE (Il Dito di Dio)- romanzo
Questo e-book è un ipertesto di migliaia di pagine : vuol dire che lo potete leggere nel modo consueto o saltare con un CLICK là dove le parole sono in grassetto colorato per avventurarvi nelle quasi infinite estensioni del racconto che coinvolgono buona parte dell’opera omnia dell’Autore, che ha scritto le storie di 120 film e che qui usa e abusa della massa enorme della propria produzione.
http://www.amazon.com/dp/B00AHNSZI4/ref=rdr_kindle_ext_tmb
ANDIAMO IN AMERICA? - racconti di viaggio.
Epopea familiare di viaggi americani avventure e disavventure spassose: motel, scambi casa e grandi alberghi, la pioggia di Seattle, il sole della California, le sabbie rosse di Denver e le languidità hawaiiane, la frenetica New York e la placida Molokai, il kitch di Disneyworld per i bambini piccoli e la sfavillante Las Vegas per i bambini grandi, e l’immenso Canada, i laghi come mari, gli orsi e le sequoia millenarie. Insomma, l’America!
http://www.amazon.com/dp/B00APN7VM2
UNION SQUARE - /The Fall Boy)commedia
in inglese - è pronta l'edizione italiana
This is a history of love. Ancient like the world and the newest one. The love history of Gerry, a bum that sleeps on the Union Square benches in San Francisco, that he’s fallen in love with the most beautiful, the most smart, the most pretty woman in career of the city.
http://www.amazon.com/dp/B00AI03ZFY
THE KEY OF LUCK (La Chiave della Fortuna)
versione inglese e versione italiana- commedia - Premio al B.A. Fil Festiva come sceneggiatura più originale.
The story is based on actual facts mixed with a sci-fi plot: an alien extra-dimensional traveller is stuck in the body of a... hen. Trying to get rid of that low-level incarnation, it offers to the main characters a "stocastic key", i.e. a key that helps those who possess it with the power of controlling life facts. Namely, this is "the Key of Luck".
--------------------------------------------------------------------------------
E' una storia reale che parte da un evento fantastico: un viaggiatore alieno extradimensionale resta bloccato nel corpo di una gallina e pur di farsi liberare dona ai protagonisti una chiave stocastica, ossia una chiave che mette nell'ordine più conveniente a chi la possiede i fatti della vita, in parole povere , una "Chiave della Fortuna".
http://www.amazon.com/dp/B00ASNZ77K
STRADIVARIUS CREMONENSIS -romanzo
Biografia inedita e fantastica del grande liutaio - Da questo soggetto è stato tratto il film interpretato da Anthony QUINN.
http://www.amazon.com/dp/B00AI1HTFU
VOGLIO ENTRARE NEL CINEMA - autobiografia
Storia di uno che ce l'ha fatta - (prima edizione cartacea MONDADORI) autobiografia ironica di uno sceneggiatore e affresco del cinema italiano anni 60, 70, 80, 90.
http://www.amazon.com/dp/B00AIVOT1M
SANGUE IN TASCA – romanzo
Jack Migol lavora a Hollywood e qualcuno gli violenta la moglie che si suicida. La ricerca dei colpevoli e la vendetta è degna del conte di Montecristo.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/sangue-in-tasca/ebook/product-17570556.html
Blood In My Pocket
By Ernesto Gastaldi
Price: $11.95
Product Description
Her face was disfigured by a line of blood that ran across one eye and she was covered in scratches and bruises."At home? I'm at home?" she stuttered with swollen, bloody lips. Jack Migol, troubleshooter for one of Hollywood's biggest studios, never heard his wife utter those words. He never heard her say anything that made sense again. That sent him on a path of revenge that would not be sated until a handful of tinseltown's elite were destroyed in ways equally as creative as the films they produced.
IPERBOLE COSMICA (Iperbole Infinita). romanzo
Nel 1960 in questo romanzo pubblicato su URANIA da Mondadori, Ernesto Gastaldi, alias Julian Berry, è stato il primo al mondo a ipotizzare che Atlantide sia l'Antartide dopo uno spostamento dei poli terrestri.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/iperbole-cosmica/ebook/product-17557757.html
I QUARANTA BELANTI avventure umoristiche in barca – romanzo
Dopo tanta letteratura sui Quaranta Ruggenti (Roaring Forthies)negli oceani meridionali, ecco delle divertenti avventure nel più casalingo Mediterraneo, sempre quaranta di latitudine sono, non ROARING ma BLEATING....(da questo libro è stato tratto il film “MI FACCIO LA BARCA”)
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/i-quaranta-belanti-the-bleating-forthies/paperback/product-380621.html
LO SPROLOQUIO 1962 – raccolta di pensieri anteSessantotto.
Scritto nel 1962 poteva risultare profetico e dissacrante, riletto nel terzo millennio può sembrare ovvio, ma nel 1962 avevo ventotto anni e tutta la vita davanti, nel terzo millennio ho cento anni e tutta la vita dietro. Tienine conto, volenteroso lettore.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/lo-sproloquio/paperback/product-21273582.html
BRIVIDO SULLA SCHIENA – romanzo giallo – prima edizione 1957
Siamo nel 1957. A New York. Un agente federale americano si imbatte in un rompicapo: un gioielliere assassinato e una telefonata del "morto" che confessa di aver ucciso la moglie perché è lei l'assassina. Le indagini lo portano in una folle catena di suicidi e di eredità concatenate che pare nascere a Ronda, un paese dell'Andalusia, a quei tempi ancora immerso nella cultura secolare arabo-cristiana e sotto la dittatura di Francisco Franco. Ma le radici dell'enigma superano il tempo in cui furono costruiti i famosi ponti sul "Tajo", un orrido burrone che taglia in due il paese, oltre il ponte romano, oltre il ponte fenicio... all'inizio dei tempi.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/brivido-sulla-schiena/paperback/product-21302287.html
Finalmente ti rendi utile.

Qualcosa da leggere. Ma servono i PDF non carta straccia.
e
2016-08-25 20:42:14 UTC
Permalink
Post by Albert Crei
Post by e
Post by Albert Crei
Post by e
Due “fratelli” della Terra potrebbero ospitare la vita
Kepler 452b: un’altra Terra esiste
«è il pianeta esterno al Sistema Solare più vicino a noi mai scoperto, è veramente una pietra miliare per l’umanità», ha commentato l’astronoma Isabella Pagano, dell’osservatorio di Catania dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).
A fare della scoperta di Proxima b un evento davvero unico è «l’avere provato che la stella più vicina a noi ha un pianeta nella zona in cui può esistere acqua liquida e dove anche la temperatura potrebbe essere ideale per l’esistenza di forma di vita».
La scoperta, ha proseguito la ricercatrice, è il coronamento di una `caccia´ davvero molto lunga, durata ben 16 anni e condotta da Terra, con il telescopio dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) in Cile, a La Silla.
Quelle condotte con il telescopio dell’Eso a partire da 16 anni fa sono state «ricerche pionieristiche», ha osservato Isabella Pagano, ma non sufficientemente confermate.
Le cose sono cambiate con l’installazione dello strumento Harps (High Accuracy Radial velocity Planet Searcher), che ha permesso di trovare tutte le conferme.
Lo stesso strumento è stato installato anche nel Telescopio Nazionale Galileo, nelle Canarie, per osservare il cielo dell’emisfero Nord.
«Il pianeta Proxima b ha una massa simile a quella della Terra, di 1,5 volte maggiore, ma non sappiamo che dimensioni abbia», ha detto ancora l’esperta. Potrebbe, per esempio, «avere un volume maggiore o minore della Terra, a seconda della sua densità».
Quello che sappiamo con certezza è che si tratta di un piccolo pianeta nella cosiddetta `zona abitabile´, ossia la distanza `giusta´ dalla stella per avere acqua allo stato liquido.
Ma è anche vero, ha rilevato pagano, che «Proxima Centauri è una stella attiva, con brillamenti solari carichi di energia. Per questo non siamo in grado di dire se effettivamente il pianeta è abitabile». le condizioni perché lo sia teoricamente ci sono, ma per saperne di più si dovrebbe osservare il pianeta mentre transita contro il disco della sua stella: «in moltissimi hanno cercato di farlo, ma senza successo», ha detto Pagano. Il transito permette infatti di acquisire molto informazioni sul pianeta, compresa la possibilità che possa avere acqua liquida. A queste domande, ha concluso l’astronoma, potrà dare una risposta la prossima generazione di telescopi spaziali.
===============================================================
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per arrivarci. Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
A una velocità di 20mila km/ora (alla nostra portata) ci vorrebbero più di 25mila anni....
Fantastico Ernie, hai trovato lo scopo della vita.
Adesso con tutta la monnezza dei libri che hai letto trovi una astronave e parti verso la nuova frontiera, portati la colt .
Cosi' ti levi dai coglioni.
Magari! SArebbe bellissimo navigare fra le stelle invece che tra di voi!
E-BOOK SU AMAZON
ASSOLUTAMENTE CASUALE (Il Dito di Dio)- romanzo
Questo e-book è un ipertesto di migliaia di pagine : vuol dire che lo potete leggere nel modo consueto o saltare con un CLICK là dove le parole sono in grassetto colorato per avventurarvi nelle quasi infinite estensioni del racconto che coinvolgono buona parte dell’opera omnia dell’Autore, che ha scritto le storie di 120 film e che qui usa e abusa della massa enorme della propria produzione.
http://www.amazon.com/dp/B00AHNSZI4/ref=rdr_kindle_ext_tmb
ANDIAMO IN AMERICA? - racconti di viaggio.
Epopea familiare di viaggi americani avventure e disavventure spassose: motel, scambi casa e grandi alberghi, la pioggia di Seattle, il sole della California, le sabbie rosse di Denver e le languidità hawaiiane, la frenetica New York e la placida Molokai, il kitch di Disneyworld per i bambini piccoli e la sfavillante Las Vegas per i bambini grandi, e l’immenso Canada, i laghi come mari, gli orsi e le sequoia millenarie. Insomma, l’America!
http://www.amazon.com/dp/B00APN7VM2
UNION SQUARE - /The Fall Boy)commedia
in inglese - è pronta l'edizione italiana
This is a history of love. Ancient like the world and the newest one. The love history of Gerry, a bum that sleeps on the Union Square benches in San Francisco, that he’s fallen in love with the most beautiful, the most smart, the most pretty woman in career of the city.
http://www.amazon.com/dp/B00AI03ZFY
THE KEY OF LUCK (La Chiave della Fortuna)
versione inglese e versione italiana- commedia - Premio al B.A. Fil Festiva come sceneggiatura più originale.
The story is based on actual facts mixed with a sci-fi plot: an alien extra-dimensional traveller is stuck in the body of a... hen. Trying to get rid of that low-level incarnation, it offers to the main characters a "stocastic key", i.e. a key that helps those who possess it with the power of controlling life facts. Namely, this is "the Key of Luck".
--------------------------------------------------------------------------------
E' una storia reale che parte da un evento fantastico: un viaggiatore alieno extradimensionale resta bloccato nel corpo di una gallina e pur di farsi liberare dona ai protagonisti una chiave stocastica, ossia una chiave che mette nell'ordine più conveniente a chi la possiede i fatti della vita, in parole povere , una "Chiave della Fortuna".
http://www.amazon.com/dp/B00ASNZ77K
STRADIVARIUS CREMONENSIS -romanzo
Biografia inedita e fantastica del grande liutaio - Da questo soggetto è stato tratto il film interpretato da Anthony QUINN.
http://www.amazon.com/dp/B00AI1HTFU
VOGLIO ENTRARE NEL CINEMA - autobiografia
Storia di uno che ce l'ha fatta - (prima edizione cartacea MONDADORI) autobiografia ironica di uno sceneggiatore e affresco del cinema italiano anni 60, 70, 80, 90.
http://www.amazon.com/dp/B00AIVOT1M
SANGUE IN TASCA – romanzo
Jack Migol lavora a Hollywood e qualcuno gli violenta la moglie che si suicida. La ricerca dei colpevoli e la vendetta è degna del conte di Montecristo.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/sangue-in-tasca/ebook/product-17570556.html
Blood In My Pocket
By Ernesto Gastaldi
Price: $11.95
Product Description
Her face was disfigured by a line of blood that ran across one eye and she was covered in scratches and bruises."At home? I'm at home?" she stuttered with swollen, bloody lips. Jack Migol, troubleshooter for one of Hollywood's biggest studios, never heard his wife utter those words. He never heard her say anything that made sense again. That sent him on a path of revenge that would not be sated until a handful of tinseltown's elite were destroyed in ways equally as creative as the films they produced.
IPERBOLE COSMICA (Iperbole Infinita). romanzo
Nel 1960 in questo romanzo pubblicato su URANIA da Mondadori, Ernesto Gastaldi, alias Julian Berry, è stato il primo al mondo a ipotizzare che Atlantide sia l'Antartide dopo uno spostamento dei poli terrestri.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/iperbole-cosmica/ebook/product-17557757.html
I QUARANTA BELANTI avventure umoristiche in barca – romanzo
Dopo tanta letteratura sui Quaranta Ruggenti (Roaring Forthies)negli oceani meridionali, ecco delle divertenti avventure nel più casalingo Mediterraneo, sempre quaranta di latitudine sono, non ROARING ma BLEATING....(da questo libro è stato tratto il film “MI FACCIO LA BARCA”)
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/i-quaranta-belanti-the-bleating-forthies/paperback/product-380621.html
LO SPROLOQUIO 1962 – raccolta di pensieri anteSessantotto.
Scritto nel 1962 poteva risultare profetico e dissacrante, riletto nel terzo millennio può sembrare ovvio, ma nel 1962 avevo ventotto anni e tutta la vita davanti, nel terzo millennio ho cento anni e tutta la vita dietro. Tienine conto, volenteroso lettore.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/lo-sproloquio/paperback/product-21273582.html
BRIVIDO SULLA SCHIENA – romanzo giallo – prima edizione 1957
Siamo nel 1957. A New York. Un agente federale americano si imbatte in un rompicapo: un gioielliere assassinato e una telefonata del "morto" che confessa di aver ucciso la moglie perché è lei l'assassina. Le indagini lo portano in una folle catena di suicidi e di eredità concatenate che pare nascere a Ronda, un paese dell'Andalusia, a quei tempi ancora immerso nella cultura secolare arabo-cristiana e sotto la dittatura di Francisco Franco. Ma le radici dell'enigma superano il tempo in cui furono costruiti i famosi ponti sul "Tajo", un orrido burrone che taglia in due il paese, oltre il ponte romano, oltre il ponte fenicio... all'inizio dei tempi.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/brivido-sulla-schiena/paperback/product-21302287.html
Finalmente ti rendi utile.
Qualcosa da leggere. Ma servono i PDF non carta straccia.
Ancora oggi ricevo i complimenti dei lettori e VOGLIO ENTRARE NEL CINEMA -Storia di uno che ce l'ha fatta - è in riedizione per i caratteri de IL FOGLIO LETTERARIO.

e
Grizzly longion
2016-08-25 20:53:12 UTC
Permalink
Post by e
Ancora oggi ricevo i complimenti dei lettori e VOGLIO ENTRARE NEL CINEMA -
Echissenefrega.
Post by e
Storia di uno che ce l'ha fatta - è in riedizione per i caratteri de IL FOGLIO LETTERARIO.
Magari ce l'hai fatta ma oggi sei ridotto a scrivere cazzate a
quantita' industriale nei vari NG, brutta fine per uno "sceneggiatore
di fama mondiale"


--
I think, therefore I question.
e
2016-08-26 00:28:08 UTC
Permalink
Post by Grizzly longion
Post by e
Ancora oggi ricevo i complimenti dei lettori e VOGLIO ENTRARE NEL CINEMA -
Echissenefrega.
Post by e
Storia di uno che ce l'ha fatta - è in riedizione per i caratteri de IL FOGLIO LETTERARIO.
Magari ce l'hai fatta ma oggi sei ridotto a scrivere cazzate a
quantita' industriale nei vari NG, brutta fine per uno "sceneggiatore
di fama mondiale"
Tu credi? IO scrivo qui per addormentarmi, come distensivo dopo una giornata di lavoro: sto curando l'edizione inglese di molti miei romanzi e sceneggiature e lavoro alcune ore al giorno per terminare la versione romanzo de IL TRREMOTO DI MESSINA.

Sono poi in cantiere alcuni remake: Torso, Milano odia, ecc. e do anche una mano a qualche giovane promettente che ama il cinema come si faceva una volta, senza troppi effetti, con un montaggio lineare perchè chi sa raccontare uan storia non ha bisogno di spezzettarla o cominciare da metà per poi tornare all'inizio.

e
d***@gmail.com
2016-08-25 21:28:21 UTC
Permalink
Post by Albert Crei
Post by e
Post by Albert Crei
Post by e
Due “fratelli” della Terra potrebbero ospitare la vita
Kepler 452b: un’altra Terra esiste
«è il pianeta esterno al Sistema Solare più vicino a noi mai scoperto, è veramente una pietra miliare per l’umanità», ha commentato l’astronoma Isabella Pagano, dell’osservatorio di Catania dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).
A fare della scoperta di Proxima b un evento davvero unico è «l’avere provato che la stella più vicina a noi ha un pianeta nella zona in cui può esistere acqua liquida e dove anche la temperatura potrebbe essere ideale per l’esistenza di forma di vita».
La scoperta, ha proseguito la ricercatrice, è il coronamento di una `caccia´ davvero molto lunga, durata ben 16 anni e condotta da Terra, con il telescopio dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) in Cile, a La Silla.
Quelle condotte con il telescopio dell’Eso a partire da 16 anni fa sono state «ricerche pionieristiche», ha osservato Isabella Pagano, ma non sufficientemente confermate.
Le cose sono cambiate con l’installazione dello strumento Harps (High Accuracy Radial velocity Planet Searcher), che ha permesso di trovare tutte le conferme.
Lo stesso strumento è stato installato anche nel Telescopio Nazionale Galileo, nelle Canarie, per osservare il cielo dell’emisfero Nord.
«Il pianeta Proxima b ha una massa simile a quella della Terra, di 1,5 volte maggiore, ma non sappiamo che dimensioni abbia», ha detto ancora l’esperta. Potrebbe, per esempio, «avere un volume maggiore o minore della Terra, a seconda della sua densità».
Quello che sappiamo con certezza è che si tratta di un piccolo pianeta nella cosiddetta `zona abitabile´, ossia la distanza `giusta´ dalla stella per avere acqua allo stato liquido.
Ma è anche vero, ha rilevato pagano, che «Proxima Centauri è una stella attiva, con brillamenti solari carichi di energia. Per questo non siamo in grado di dire se effettivamente il pianeta è abitabile». le condizioni perché lo sia teoricamente ci sono, ma per saperne di più si dovrebbe osservare il pianeta mentre transita contro il disco della sua stella: «in moltissimi hanno cercato di farlo, ma senza successo», ha detto Pagano. Il transito permette infatti di acquisire molto informazioni sul pianeta, compresa la possibilità che possa avere acqua liquida. A queste domande, ha concluso l’astronoma, potrà dare una risposta la prossima generazione di telescopi spaziali.
===============================================================
Se si riuscisse a raggiungere con un'astronave una velocità di un quinto di quella della luce basterebbero 20 anni per arrivarci. Sarebbero 20 anni per noi, ma molto meno per gli astronauti grazie alla contrazione temporale dovuta alla velocità.
A una velocità di 20mila km/ora (alla nostra portata) ci vorrebbero più di 25mila anni....
Fantastico Ernie, hai trovato lo scopo della vita.
Adesso con tutta la monnezza dei libri che hai letto trovi una astronave e parti verso la nuova frontiera, portati la colt .
Cosi' ti levi dai coglioni.
Magari! SArebbe bellissimo navigare fra le stelle invece che tra di voi!
E-BOOK SU AMAZON
ASSOLUTAMENTE CASUALE (Il Dito di Dio)- romanzo
Questo e-book è un ipertesto di migliaia di pagine : vuol dire che lo potete leggere nel modo consueto o saltare con un CLICK là dove le parole sono in grassetto colorato per avventurarvi nelle quasi infinite estensioni del racconto che coinvolgono buona parte dell’opera omnia dell’Autore, che ha scritto le storie di 120 film e che qui usa e abusa della massa enorme della propria produzione.
http://www.amazon.com/dp/B00AHNSZI4/ref=rdr_kindle_ext_tmb
ANDIAMO IN AMERICA? - racconti di viaggio.
Epopea familiare di viaggi americani avventure e disavventure spassose: motel, scambi casa e grandi alberghi, la pioggia di Seattle, il sole della California, le sabbie rosse di Denver e le languidità hawaiiane, la frenetica New York e la placida Molokai, il kitch di Disneyworld per i bambini piccoli e la sfavillante Las Vegas per i bambini grandi, e l’immenso Canada, i laghi come mari, gli orsi e le sequoia millenarie. Insomma, l’America!
http://www.amazon.com/dp/B00APN7VM2
UNION SQUARE - /The Fall Boy)commedia
in inglese - è pronta l'edizione italiana
This is a history of love. Ancient like the world and the newest one. The love history of Gerry, a bum that sleeps on the Union Square benches in San Francisco, that he’s fallen in love with the most beautiful, the most smart, the most pretty woman in career of the city.
http://www.amazon.com/dp/B00AI03ZFY
THE KEY OF LUCK (La Chiave della Fortuna)
versione inglese e versione italiana- commedia - Premio al B.A. Fil Festiva come sceneggiatura più originale.
The story is based on actual facts mixed with a sci-fi plot: an alien extra-dimensional traveller is stuck in the body of a... hen. Trying to get rid of that low-level incarnation, it offers to the main characters a "stocastic key", i.e. a key that helps those who possess it with the power of controlling life facts. Namely, this is "the Key of Luck".
--------------------------------------------------------------------------------
E' una storia reale che parte da un evento fantastico: un viaggiatore alieno extradimensionale resta bloccato nel corpo di una gallina e pur di farsi liberare dona ai protagonisti una chiave stocastica, ossia una chiave che mette nell'ordine più conveniente a chi la possiede i fatti della vita, in parole povere , una "Chiave della Fortuna".
http://www.amazon.com/dp/B00ASNZ77K
STRADIVARIUS CREMONENSIS -romanzo
Biografia inedita e fantastica del grande liutaio - Da questo soggetto è stato tratto il film interpretato da Anthony QUINN.
http://www.amazon.com/dp/B00AI1HTFU
VOGLIO ENTRARE NEL CINEMA - autobiografia
Storia di uno che ce l'ha fatta - (prima edizione cartacea MONDADORI) autobiografia ironica di uno sceneggiatore e affresco del cinema italiano anni 60, 70, 80, 90.
http://www.amazon.com/dp/B00AIVOT1M
SANGUE IN TASCA – romanzo
Jack Migol lavora a Hollywood e qualcuno gli violenta la moglie che si suicida. La ricerca dei colpevoli e la vendetta è degna del conte di Montecristo.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/sangue-in-tasca/ebook/product-17570556.html
Blood In My Pocket
By Ernesto Gastaldi
Price: $11.95
Product Description
Her face was disfigured by a line of blood that ran across one eye and she was covered in scratches and bruises."At home? I'm at home?" she stuttered with swollen, bloody lips. Jack Migol, troubleshooter for one of Hollywood's biggest studios, never heard his wife utter those words. He never heard her say anything that made sense again. That sent him on a path of revenge that would not be sated until a handful of tinseltown's elite were destroyed in ways equally as creative as the films they produced.
IPERBOLE COSMICA (Iperbole Infinita). romanzo
Nel 1960 in questo romanzo pubblicato su URANIA da Mondadori, Ernesto Gastaldi, alias Julian Berry, è stato il primo al mondo a ipotizzare che Atlantide sia l'Antartide dopo uno spostamento dei poli terrestri.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/iperbole-cosmica/ebook/product-17557757.html
I QUARANTA BELANTI avventure umoristiche in barca – romanzo
Dopo tanta letteratura sui Quaranta Ruggenti (Roaring Forthies)negli oceani meridionali, ecco delle divertenti avventure nel più casalingo Mediterraneo, sempre quaranta di latitudine sono, non ROARING ma BLEATING....(da questo libro è stato tratto il film “MI FACCIO LA BARCA”)
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/i-quaranta-belanti-the-bleating-forthies/paperback/product-380621.html
LO SPROLOQUIO 1962 – raccolta di pensieri anteSessantotto.
Scritto nel 1962 poteva risultare profetico e dissacrante, riletto nel terzo millennio può sembrare ovvio, ma nel 1962 avevo ventotto anni e tutta la vita davanti, nel terzo millennio ho cento anni e tutta la vita dietro. Tienine conto, volenteroso lettore.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/lo-sproloquio/paperback/product-21273582.html
BRIVIDO SULLA SCHIENA – romanzo giallo – prima edizione 1957
Siamo nel 1957. A New York. Un agente federale americano si imbatte in un rompicapo: un gioielliere assassinato e una telefonata del "morto" che confessa di aver ucciso la moglie perché è lei l'assassina. Le indagini lo portano in una folle catena di suicidi e di eredità concatenate che pare nascere a Ronda, un paese dell'Andalusia, a quei tempi ancora immerso nella cultura secolare arabo-cristiana e sotto la dittatura di Francisco Franco. Ma le radici dell'enigma superano il tempo in cui furono costruiti i famosi ponti sul "Tajo", un orrido burrone che taglia in due il paese, oltre il ponte romano, oltre il ponte fenicio... all'inizio dei tempi.
http://www.lulu.com/shop/ernesto-gastaldi/brivido-sulla-schiena/paperback/product-21302287.html
Finalmente ti rendi utile.
Qualcosa da leggere. Ma servono i PDF non carta straccia.
Su Amazon trovi ampi stralci delle opere del maestro, basta che
clicki sull'immagine della copertina.
Sono brani piu' che sufficienti per capire perché, per vari
lustri, Ernesto ha sempre parlato delle sue opere senza mai
fornirne il minimo esempio. Ci voleva Amazon per svelare
questo mistero.
Continua a leggere su narkive:
Risultati di ricerca per 'OT:Pianeta gemello della Terra su Proxima, gli scienziati: «Scoperta epocale»' (newsgroup and mailinglist)
115
risposte
semi-ot voyager 2
iniziato 2010-06-01 14:45:00 UTC
it.comp.retrocomputing
188
risposte
[OT] Nobel per la fisica a Panaboy
iniziato 2019-07-10 15:23:35 UTC
it.sport.calcio.milan
Loading...