Discussione:
CIONOSCERE L'AFRICA: Etiopia e la regina di Saba
Aggiungi Risposta
ernesto
2021-09-21 22:25:32 UTC
Rispondi
Permalink
Regina di Saba è un'espressione antonomastica che si riferisce a una specifica sovrana del regno di Saba[1][2][3], citata nella Bibbia (primo libro dei Re, e nel secondo libro delle Cronache), nel Corano e nel Kebra Nagast.

Nei testi biblici e nel Corano non viene mai chiamata per nome, ma solo come Regina di Saba o Regina del Sud. Per la tradizione etiope il suo nome era Machedà, mentre alcune fonti arabe la chiamano Bilqis (talvolta trascritto Balkiyis).

Viene ricordata come regina ricchissima; nella Bibbia, fa visita a Salomone per metterne alla prova la grande saggezza. Secondo il Kebra Nagast, che racconta più estesamente delle vicende della regina, il sovrano etiope Menelik I era figlio di Machedà e Salomone. Da un punto di vista storico, la questione se la regina di Saba sia realmente esistita è controversa. La regina di Saba viene citata da Gesù in alcuni racconti evangelici (Matteo 12:42[4] e Lu 11:31[5]): «La regina del meridione sarà destata nel giudizio con gli uomini di questa generazione e li condannerà; perché essa venne dai confini della terra per udire la sapienza di Salomone, ma, ecco, qui c'è più di Salomone».

Il racconto biblico

Secondo la Bibbia, la divina regina della terra di Saba venne a conoscenza della grande saggezza del re d'Israele, Salomone, e si mise in viaggio verso la sua terra portando con sé come doni spezie, oro e pietre preziose.
La regina fu colpita dalla saggezza e dalla ricchezza di Salomone e pronunciò una preghiera al Dio di Salomone, che la ricambiò con molti doni e con "qualsiasi cosa desiderasse", fino a quando la regina non tornò nel suo regno.
Gli esegeti del cattolico Nuovo Grande Commentario Biblico ritengono che la visita della regina di Saba a Salomone sia "una leggenda popolare, ma può avere un nocciolo storico in una visita da parte di una delegazione commerciale araba"; secondo il racconto biblico, tra i doni che la regina portò a Salomone vi furono centoventi talenti d'oro, ovvero ben oltre le due tonnellate di oro, una quantità inverosimile

La regina di Saba riappare in Matteo 12:42e in Luca 11:31, dove Gesù afferma che lei e gli abitanti di Ninive il giorno del Giudizio universale sorgeranno per condannare gli ebrei che lo hanno rifiutato.

Nel Cantico dei cantici, conosciuto anche come Cantico di Salomone, alcuni hanno voluto trovare riferimenti interpretabili come prova dell'amore tra Salomone e la Regina di Saba.
The Cayman
2021-09-22 07:48:57 UTC
Rispondi
Permalink
Post by ernesto
Regina di Saba è un'espressione antonomastica che si riferisce a una specifica sovrana del regno di Saba[1][2][3], citata nella Bibbia (primo libro dei Re, e nel secondo libro delle Cronache), nel Corano e nel Kebra Nagast.
Nei testi biblici e nel Corano non viene mai chiamata per nome, ma solo come Regina di Saba o Regina del Sud. Per la tradizione etiope il suo nome era Machedà, mentre alcune fonti arabe la chiamano Bilqis (talvolta trascritto Balkiyis).
Viene ricordata come regina ricchissima; nella Bibbia, fa visita a Salomone per metterne alla prova la grande saggezza. Secondo il Kebra Nagast, che racconta più estesamente delle vicende della regina, il sovrano etiope Menelik I era figlio di Machedà e Salomone. Da un punto di vista storico, la questione se la regina di Saba sia realmente esistita è controversa. La regina di Saba viene citata da Gesù in alcuni racconti evangelici (Matteo 12:42[4] e Lu 11:31[5]): «La regina del meridione sarà destata nel giudizio con gli uomini di questa generazione e li condannerà; perché essa venne dai confini della terra per udire la sapienza di Salomone, ma, ecco, qui c'è più di Salomone».
Il racconto biblico
Secondo la Bibbia, la divina regina della terra di Saba venne a conoscenza della grande saggezza del re d'Israele, Salomone, e si mise in viaggio verso la sua terra portando con sé come doni spezie, oro e pietre preziose.
La regina fu colpita dalla saggezza e dalla ricchezza di Salomone e pronunciò una preghiera al Dio di Salomone, che la ricambiò con molti doni e con "qualsiasi cosa desiderasse", fino a quando la regina non tornò nel suo regno.
Gli esegeti del cattolico Nuovo Grande Commentario Biblico ritengono che la visita della regina di Saba a Salomone sia "una leggenda popolare, ma può avere un nocciolo storico in una visita da parte di una delegazione commerciale araba"; secondo il racconto biblico, tra i doni che la regina portò a Salomone vi furono centoventi talenti d'oro, ovvero ben oltre le due tonnellate di oro, una quantità inverosimile
La regina di Saba riappare in Matteo 12:42e in Luca 11:31, dove Gesù afferma che lei e gli abitanti di Ninive il giorno del Giudizio universale sorgeranno per condannare gli ebrei che lo hanno rifiutato.
Nel Cantico dei cantici, conosciuto anche come Cantico di Salomone, alcuni hanno voluto trovare riferimenti interpretabili come prova dell'amore tra Salomone e la Regina di Saba.
Sei degli svalvolati andrebbero in questo momento che cominca a fare più
fresco in paesi deve il caldo è ancora torrido.

E poi c'è sempre il rischio malattie inefettive tra cui il Covid. Da
manicomio.
Baizza
2021-09-22 10:25:54 UTC
Rispondi
Permalink
Post by ernesto
Regina di Saba è un'espressione antonomastica che si riferisce a una
specifica sovrana del regno di Saba[1][2][3], citata nella Bibbia (primo
libro dei Re, e nel secondo libro delle Cronache), nel Corano e nel Kebra
Nagast.
Nei testi biblici e nel Corano non viene mai chiamata per nome, ma solo
come Regina di Saba o Regina del Sud. Per la tradizione etiope il suo nome
era Machedà, mentre alcune fonti arabe la chiamano Bilqis (talvolta
trascritto Balkiyis).
Viene ricordata come regina ricchissima; nella Bibbia, fa visita a Salomone
per metterne alla prova la grande saggezza. Secondo il Kebra Nagast, che
racconta più estesamente delle vicende della regina, il sovrano etiope
Menelik I era figlio di Machedà e Salomone. Da un punto di vista storico,
la questione se la regina di Saba sia realmente esistita è controversa. La
regina di Saba viene citata da Gesù in alcuni racconti evangelici (Matteo
12:42[4] e Lu 11:31[5]): «La regina del meridione sarà destata nel giudizio
con gli uomini di questa generazione e li condannerà; perché essa venne dai
confini della terra per udire la sapienza di Salomone, ma, ecco, qui c'è
più di Salomone».
Il racconto biblico
Secondo la Bibbia, la divina regina della terra di Saba venne a conoscenza
della grande saggezza del re d'Israele, Salomone, e si mise in viaggio
verso la sua terra portando con sé come doni spezie, oro e pietre preziose.
La regina fu colpita dalla saggezza e dalla ricchezza di Salomone e
pronunciò una preghiera al Dio di Salomone, che la ricambiò con molti doni
e con "qualsiasi cosa desiderasse", fino a quando la regina non tornò nel
suo regno.
Gli esegeti del cattolico Nuovo Grande Commentario Biblico ritengono che la
visita della regina di Saba a Salomone sia "una leggenda popolare, ma può
avere un nocciolo storico in una visita da parte di una delegazione
commerciale araba"; secondo il racconto biblico, tra i doni che la regina
portò a Salomone vi furono centoventi talenti d'oro, ovvero ben oltre le
due tonnellate di oro, una quantità inverosimile
La regina di Saba riappare in Matteo 12:42e in Luca 11:31, dove Gesù
afferma che lei e gli abitanti di Ninive il giorno del Giudizio universale
sorgeranno per condannare gli ebrei che lo hanno rifiutato.
Nel Cantico dei cantici, conosciuto anche come Cantico di Salomone, alcuni
hanno voluto trovare riferimenti interpretabili come prova dell'amore tra
Salomone e la Regina di Saba.
Molto ebraico, grazie Tonto.
--
Abbiate terrore o uomini di poca fede
we...@libero.it
2021-09-22 10:39:25 UTC
Rispondi
Permalink
Post by ernesto
Regina di Saba è un'espressione antonomastica che si riferisce a una specifica sovrana del regno di Saba[1][2][3], citata nella Bibbia (primo libro dei Re, e nel secondo libro delle Cronache), nel Corano e nel Kebra Nagast.
Nei testi biblici e nel Corano non viene mai chiamata per nome, ma solo come Regina di Saba o Regina del Sud. Per la tradizione etiope il suo nome era Machedà, mentre alcune fonti arabe la chiamano Bilqis (talvolta trascritto Balkiyis).
Viene ricordata come regina ricchissima; nella Bibbia, fa visita a Salomone per metterne alla prova la grande saggezza. Secondo il Kebra Nagast, che racconta più estesamente delle vicende della regina, il sovrano etiope Menelik I era figlio di Machedà e Salomone. Da un punto di vista storico, la questione se la regina di Saba sia realmente esistita è controversa. La regina di Saba viene citata da Gesù in alcuni racconti evangelici (Matteo 12:42[4] e Lu 11:31[5]): «La regina del meridione sarà destata nel giudizio con gli uomini di questa generazione e li condannerà; perché essa venne dai confini della terra per udire la sapienza di Salomone, ma, ecco, qui c'è più di Salomone».
Il racconto biblico
Secondo la Bibbia, la divina regina della terra di Saba venne a conoscenza della grande saggezza del re d'Israele, Salomone, e si mise in viaggio verso la sua terra portando con sé come doni spezie, oro e pietre preziose.
La regina fu colpita dalla saggezza e dalla ricchezza di Salomone e pronunciò una preghiera al Dio di Salomone, che la ricambiò con molti doni e con "qualsiasi cosa desiderasse", fino a quando la regina non tornò nel suo regno.
Gli esegeti del cattolico Nuovo Grande Commentario Biblico ritengono che la visita della regina di Saba a Salomone sia "una leggenda popolare, ma può avere un nocciolo storico in una visita da parte di una delegazione commerciale araba"; secondo il racconto biblico, tra i doni che la regina portò a Salomone vi furono centoventi talenti d'oro, ovvero ben oltre le due tonnellate di oro, una quantità inverosimile
La regina di Saba riappare in Matteo 12:42e in Luca 11:31, dove Gesù afferma che lei e gli abitanti di Ninive il giorno del Giudizio universale sorgeranno per condannare gli ebrei che lo hanno rifiutato.
Nel Cantico dei cantici, conosciuto anche come Cantico di Salomone, alcuni hanno voluto trovare riferimenti interpretabili come prova dell'amore tra Salomone e la Regina di Saba.
Si tratta di un contesto preistorico riguardante subumani
ernesto
2021-09-22 11:16:33 UTC
Rispondi
Permalink
Post by ***@libero.it
Si tratta di un contesto preistorico riguardante subumani
I subumani erano i generali e i politici italiani che decisero di attaccare l'unico grande regno cristiano d'Africa di antica civiltà e furono vergognosamente sconfitti.
Dopo che gli Etiopi ci sconfissero ad Adua( 1 marzo 1896) , il Negus si trovò con tremila prigionieri italiani che venenro divisi i piccoli gruppi e assegnati a città e villaggi. Il loro trattamento fu talmente umano e cristiano ( gli Etiopi sono cristiani!)e superiore al consueto che molti dei nostri non volevan più tornare in Italia. Quando furono liberati la nave atraccò di notte a Napoli e non ci furono grandi festeggiamenti.
^^^^^^^^^^^^^^^^
Leone XIII scrisse cosi a Menelik:

Al Potentissimo Menelik Negus Negesti, Imperatore dell’Etiopia

Potentissimo Negus Negesti, salute e prosperità

Vi è piaciuto una volta di salutare con atto spontaneo il comiciamento del nostro pontificato e, dieci anni dopo, in occasione del Nostro Giubileo sacerdotale, ci avete data una nuova testimonianza della vostra cortesia. Queste prove di benevolenza hanno allietato il nostro cuore; esse provano il vostro.
Cosi è al vostro cuore di Monarca e di cristiano che si rivolge oggi la Nostra parola per consigliarvi un atto di generosità sovrana. La vittoria ha lasciato nelle vostre mani numerosi prigionieri. Sono giovani, vigorosi e degni di rispetto, che nel fiore degli anni ed all’aurora delle più belle speranze sono stati tolti alle loro famiglie ed alla loro patria.
La loro captività non aumenta né la misura della vostra potenza né l’espressione del vostro prestigio; ma quanto essa si prolunga tanto più vivo è il dolore nell’anima di migliaia di madri e di spose innocenti. Noi, compresi della santa missione che ci ha confidato Nostro Signore Gesù Cristo e che si estende a tutte le nazioni cristiane.
Noi li amiamo come figli. Aggradite dunque la domanda che il cuore di un padre vi fa nel nome della Trinità Divina, nel nome della Vergine benedetta, nel nome di tutto ciò che vi è più caro in questo mondo; vogliate senza ritardo rendere loro la libertà. Potentissimo Negus Neghesti, non vi rifiutate di mostrarvi magnanimo agli occhi delle nazioni. Registrate questa pagina gloriosa negli annali del vostro regno. Che sono alla perfine i diritti implacabili della guerra di fronte ai diritti ed ai doveri della fraternità umana?

Dio ve ne renderà una ricca ricompensa perché Egli è Padre misericordioso! Mille voci si innalzeranno in coro per benedirvi e la Nostra si farà attendere per prima. Attendendo Noi imploriamo dal Cielo sulla famiglia reale tutti i beni desiderabili

Dato a Roma presso San Pietro, l’11 maggio dell’anno 1896, diciannovesimo del Nostro Pontificato. Leone P.P.XIII
we...@libero.it
2021-09-22 11:30:32 UTC
Rispondi
Permalink
Post by ernesto
Post by ***@libero.it
Si tratta di un contesto preistorico riguardante subumani
I subumani erano i generali e i politici italiani che decisero di attaccare l'unico grande regno cristiano d'Africa di antica civiltà e furono vergognosamente sconfitti.
Dopo che gli Etiopi ci sconfissero ad Adua( 1 marzo 1896) , il Negus si trovò con tremila prigionieri italiani che venenro divisi i piccoli gruppi e assegnati a città e villaggi. Il loro trattamento fu talmente umano e cristiano ( gli Etiopi sono cristiani!)e superiore al consueto che molti dei nostri non volevan più tornare in Italia. Quando furono liberati la nave atraccò di notte a Napoli e non ci furono grandi festeggiamenti.
^^^^^^^^^^^^^^^^
Al Potentissimo Menelik Negus Negesti, Imperatore dell’Etiopia
Potentissimo Negus Negesti, salute e prosperità
Vi è piaciuto una volta di salutare con atto spontaneo il comiciamento del nostro pontificato e, dieci anni dopo, in occasione del Nostro Giubileo sacerdotale, ci avete data una nuova testimonianza della vostra cortesia. Queste prove di benevolenza hanno allietato il nostro cuore; esse provano il vostro.
Cosi è al vostro cuore di Monarca e di cristiano che si rivolge oggi la Nostra parola per consigliarvi un atto di generosità sovrana. La vittoria ha lasciato nelle vostre mani numerosi prigionieri. Sono giovani, vigorosi e degni di rispetto, che nel fiore degli anni ed all’aurora delle più belle speranze sono stati tolti alle loro famiglie ed alla loro patria.
La loro captività non aumenta né la misura della vostra potenza né l’espressione del vostro prestigio; ma quanto essa si prolunga tanto più vivo è il dolore nell’anima di migliaia di madri e di spose innocenti. Noi, compresi della santa missione che ci ha confidato Nostro Signore Gesù Cristo e che si estende a tutte le nazioni cristiane.
Noi li amiamo come figli. Aggradite dunque la domanda che il cuore di un padre vi fa nel nome della Trinità Divina, nel nome della Vergine benedetta, nel nome di tutto ciò che vi è più caro in questo mondo; vogliate senza ritardo rendere loro la libertà. Potentissimo Negus Neghesti, non vi rifiutate di mostrarvi magnanimo agli occhi delle nazioni. Registrate questa pagina gloriosa negli annali del vostro regno. Che sono alla perfine i diritti implacabili della guerra di fronte ai diritti ed ai doveri della fraternità umana?
Dio ve ne renderà una ricca ricompensa perché Egli è Padre misericordioso! Mille voci si innalzeranno in coro per benedirvi e la Nostra si farà attendere per prima. Attendendo Noi imploriamo dal Cielo sulla famiglia reale tutti i beni desiderabili
Dato a Roma presso San Pietro, l’11 maggio dell’anno 1896, diciannovesimo del Nostro Pontificato. Leone P.P.XIII
Non si capisce del perchè insisti con gli africani. Come disse Luttwak:"Invece di insistere a raccogliere clandestini africani e volerli sostenere, piuttosto fondate un partito che chieda l'annessione dell'Italia all'Africa, così fate prima".
ernesto
2021-09-22 11:58:54 UTC
Rispondi
Permalink
Post by ***@libero.it
Non si capisce del perchè insisti con gli africani. Come disse Luttwak:"Invece di insistere a raccogliere clandestini africani e volerli sostenere, piuttosto fondate un partito che chieda l'annessione dell'Italia all'Africa, così fate prima".
Perchè contro gli Africani orde di imbcilli scatenano il lroo senso di inferioritò, felici di trovare qualcosa su cui sfogar si.
Negano le orgini africsane dell'umanità (che è come negared che la terra è ritonda), disprezzano a gente per il colore della pelle e ci sono dei maiali che arrivano a identificarli col cognome di un assassino.

Le culture african e sono antichissime e hanno subito un secolare arresto per colpa della colonizzazion e e delle deportaioni.

Ogni civiltà si sviluppa in base agli habitat in cui vive ma i Sapiens sono uguali, qualunque sia il colore della loro pelle.

INOLTRE oggi l'Africa vive le convulsioni e guerre che l'Europa ha superato (si spera per sempre) nel 1945 dopo 100 milioni di morti, l'olocausto, guerre civili e stragi bestiali, ma le sue metropoli, le sue università, i suoi grandi parchi nazionali meritano di essere conosciuti.

e
Christian Giamba
2021-09-22 12:25:07 UTC
Rispondi
Permalink
Post by ernesto
Le culture african e sono antichissime e hanno subito un secolare arresto per colpa della colonizzazion e e delle deportaioni.
Ed è qui che confondi la causa con l'effetto lo stesso abbaglio preso con gli afgani forse...se uno è un asino non è colpa dei compagni di scuola che se la sono cavata meglio,le culture africane sono rimaste indietro solo per colpa di loro stesse punto.
ernesto
2021-09-22 15:34:51 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Christian Giamba
Post by ernesto
Le culture african e sono antichissime e hanno subito un secolare arresto per colpa della colonizzazion e e delle deportaioni.
Ed è qui che confondi la causa con l'effetto lo stesso abbaglio preso con gli afgani forse...se uno è un asino non è colpa dei compagni di scuola che se la sono cavata meglio,le culture africane sono rimaste indietro solo per colpa di loro stesse punto.
Purtroppo "punto" lo dice chi non sa o non vuole approfondire. Si chiama giudizio falsamente apodittico.

Noi stessi, italiani e europei abbiamo avuto alti e bassi di civiltà: Roma era superiore nei secoli dell'Impero,
poi si è persa memoria di quasi tutto e per alcuni secoli furono i musulmani a brillare nel mondo occidentale
al cui confronto noi eravamo tornati barbari.
Il Rinascimento prima e l'illuminismo poi ci hanno ridato la palma mentre il mondo musulmano per raagioni
troppo complesse da spiegare qui è rimato fermo.

In Africa ci sono state antiche civiltà, non solo quella egizia che ha illumnato l'Occidente per quattromila anni,
ma è lì che siamo diventati HOMO SAPIENS, e lì che si sono formate le prime comunità organizzate, è lì che
abbiamo imparato a usare il fuoco, è lì che abbiamo inventato l'arco ed è da lì che siamo partiti alla conquista del pianeta.

L'Africa aveva regni e imperi che noi europei abbiamo distrutto bloccando lo sviluppo di una civiltà africana.
L'Italia ataccò l'Etiopia, impero antichissimo e cristiano e fu sconfitta d Adua nel 1896 e il comportamento
dei vincitori sui vinti fu di una corretteza e di una umanità esemplare.

Questa è Storia e non ha alcun "punto" perchè molto resta da scoprire e da capire.

ernesto
Christian Giamba
2021-09-22 16:21:14 UTC
Rispondi
Permalink
Post by ernesto
L'Africa aveva regni e imperi che noi europei abbiamo distrutto bloccando lo sviluppo di una civiltà africana.
L'Italia ataccò l'Etiopia, impero antichissimo e cristiano e fu sconfitta d Adua nel 1896 e il comportamento
dei vincitori sui vinti fu di una corretteza e di una umanità esemplare.
Questa è Storia e non ha alcun "punto" perchè molto resta da scoprire e da capire.
ernesto
Devo dire che mi piace molto l'approccio storico con cui cerchi di ricostruire o spiegare certe cose,purtroppo però sono le conclusioni che non posso condividere,non è colpa nostra se loro sono quello che sono a livello di economia pil ecc...e questo in un certo senso ed entro certi limti forse ci giustifica a sfruttarli se volontariamente ci invadono,il fatto che ci abbiano trattati bene come prigionieri è perchè ci riconoscono una certa superiorità un po' come fanno certi animali che ci temono anche se predatori,con altre tribù magari più arretrate non sarebbero stati altrettanto clementi,quindi non so quali siano le tue convinzioni ma per nascere proprio in africa bisogna avere un karma proprio dimmerda!!Non escludo a priori che l'africa possa avere anche dei lati positivi ma la si potrebbe definire come una specie di inferno terrestre,in cui mandare la gente appunto con karma proprio dimmerda sarebbe anche un'idea volendo...In passato certa gente la esiliavano v.Australia....
Christian Giamba
2021-09-22 16:27:29 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Christian Giamba
Post by ernesto
L'Africa aveva regni e imperi che noi europei abbiamo distrutto bloccando lo sviluppo di una civiltà africana.
L'Italia ataccò l'Etiopia, impero antichissimo e cristiano e fu sconfitta d Adua nel 1896 e il comportamento
dei vincitori sui vinti fu di una corretteza e di una umanità esemplare.
Questa è Storia e non ha alcun "punto" perchè molto resta da scoprire e da capire.
ernesto
Devo dire che mi piace molto l'approccio storico con cui cerchi di ricostruire o spiegare certe cose,purtroppo però sono le conclusioni che non posso condividere,non è colpa nostra se loro sono quello che sono a livello di economia pil ecc...e questo in un certo senso ed entro certi limti forse ci giustifica a sfruttarli se volontariamente ci invadono,il fatto che ci abbiano trattati bene come prigionieri è perchè ci riconoscono una certa superiorità un po' come fanno certi animali che ci temono anche se predatori,con altre tribù magari più arretrate non sarebbero stati altrettanto clementi,quindi non so quali siano le tue convinzioni ma per nascere proprio in africa bisogna avere un karma proprio dimmerda!!Non escludo a priori che l'africa possa avere anche dei lati positivi ma la si potrebbe definire come una specie di inferno terrestre,in cui mandare la gente appunto con karma proprio dimmerda sarebbe anche un'idea volendo...In passato certa gente la esiliavano v.Australia....
https://nonciclopedia.org/wiki/Karma
ernesto
2021-09-22 16:49:39 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Christian Giamba
Post by ernesto
L'Africa aveva regni e imperi che noi europei abbiamo distrutto bloccando lo sviluppo di una civiltà africana.
L'Italia ataccò l'Etiopia, impero antichissimo e cristiano e fu sconfitta d Adua nel 1896 e il comportamento
dei vincitori sui vinti fu di una corretteza e di una umanità esemplare.
Questa è Storia e non ha alcun "punto" perchè molto resta da scoprire e da capire.
ernesto
Devo dire che mi piace molto l'approccio storico con cui cerchi di ricostruire o spiegare certe cose,purtroppo però sono le conclusioni che non posso condividere,non è colpa nostra se loro sono quello che sono a livello di economia pil ecc...e questo in un certo senso ed entro certi limti forse ci giustifica a sfruttarli se volontariamente ci invadono,il fatto che ci abbiano trattati bene come prigionieri è perchè ci riconoscono una certa superiorità un po' come fanno certi animali che ci temono anche se predatori,con altre tribù magari più arretrate non sarebbero stati altrettanto clementi,quindi non so quali siano le tue convinzioni ma per nascere proprio in africa bisogna avere un karma proprio dimmerda!!Non escludo a priori che l'africa possa avere anche dei lati positivi ma la si potrebbe definire come una specie di inferno terrestre,in cui mandare la gente appunto con karma proprio dimmerda sarebbe anche un'idea volendo...In passato certa gente la esiliavano v.Australia....
BOTANY BAY divenne il simbolo dei deportati in Australia: la civiltà dellìepoca era un poco inferiore alla media della morale degli africani e i
deportati erano più che altro persone che non erano riuscite a pagare un debito, chi aveva rubato una pagnotta per fame e prostitute e denunciate come tali da maschi predoni. Una cosa di mostruosa inciviltà.

Vuoi mettere il Negus, imperatore cristiano, che nel 1896, dopo aver vinto ad Adua, scrive che i soldati italiani, non attrezzati per le ambe africane, gli avevano fatto pena?
Riuscimmo per qualche anno a distruggere anche l'impero d'Etiopia usando i gas e a lasciarlo poi nel caos, ma prima di noi era un mondo civile.

Tutto questo non giustifica più di tanto l'immigrazione irregolare, però ne spiega le radici.
Christian Giamba
2021-09-22 17:01:10 UTC
Rispondi
Permalink
Post by ernesto
Post by Christian Giamba
Post by ernesto
L'Africa aveva regni e imperi che noi europei abbiamo distrutto bloccando lo sviluppo di una civiltà africana.
L'Italia ataccò l'Etiopia, impero antichissimo e cristiano e fu sconfitta d Adua nel 1896 e il comportamento
dei vincitori sui vinti fu di una corretteza e di una umanità esemplare.
Questa è Storia e non ha alcun "punto" perchè molto resta da scoprire e da capire.
ernesto
Devo dire che mi piace molto l'approccio storico con cui cerchi di ricostruire o spiegare certe cose,purtroppo però sono le conclusioni che non posso condividere,non è colpa nostra se loro sono quello che sono a livello di economia pil ecc...e questo in un certo senso ed entro certi limti forse ci giustifica a sfruttarli se volontariamente ci invadono,il fatto che ci abbiano trattati bene come prigionieri è perchè ci riconoscono una certa superiorità un po' come fanno certi animali che ci temono anche se predatori,con altre tribù magari più arretrate non sarebbero stati altrettanto clementi,quindi non so quali siano le tue convinzioni ma per nascere proprio in africa bisogna avere un karma proprio dimmerda!!Non escludo a priori che l'africa possa avere anche dei lati positivi ma la si potrebbe definire come una specie di inferno terrestre,in cui mandare la gente appunto con karma proprio dimmerda sarebbe anche un'idea volendo...In passato certa gente la esiliavano v.Australia....
BOTANY BAY divenne il simbolo dei deportati in Australia: la civiltà dellìepoca era un poco inferiore alla media della morale degli africani e i
deportati erano più che altro persone che non erano riuscite a pagare un debito, chi aveva rubato una pagnotta per fame e prostitute e denunciate come tali da maschi predoni. Una cosa di mostruosa inciviltà.
Vuoi mettere il Negus, imperatore cristiano, che nel 1896, dopo aver vinto ad Adua, scrive che i soldati italiani, non attrezzati per le ambe africane, gli avevano fatto pena?
Riuscimmo per qualche anno a distruggere anche l'impero d'Etiopia usando i gas e a lasciarlo poi nel caos, ma prima di noi era un mondo civile.
Tutto questo non giustifica più di tanto l'immigrazione irregolare, però ne spiega le radici.
tu sei un Dio della storia potrebbero nominarti professore ad honorem ma purtroppo sono le conclusioni che non mi convincono un po' come con i professori di fisica e la teoria della relatività e la MQ molte conclusioni non trovano una piena giustificazione logica e lo dico come eterista/eretico più che convinto!
we...@libero.it
2021-09-22 18:44:13 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Christian Giamba
Post by ernesto
Post by Christian Giamba
Post by ernesto
L'Africa aveva regni e imperi che noi europei abbiamo distrutto bloccando lo sviluppo di una civiltà africana.
L'Italia ataccò l'Etiopia, impero antichissimo e cristiano e fu sconfitta d Adua nel 1896 e il comportamento
dei vincitori sui vinti fu di una corretteza e di una umanità esemplare.
Questa è Storia e non ha alcun "punto" perchè molto resta da scoprire e da capire.
ernesto
Devo dire che mi piace molto l'approccio storico con cui cerchi di ricostruire o spiegare certe cose,purtroppo però sono le conclusioni che non posso condividere,non è colpa nostra se loro sono quello che sono a livello di economia pil ecc...e questo in un certo senso ed entro certi limti forse ci giustifica a sfruttarli se volontariamente ci invadono,il fatto che ci abbiano trattati bene come prigionieri è perchè ci riconoscono una certa superiorità un po' come fanno certi animali che ci temono anche se predatori,con altre tribù magari più arretrate non sarebbero stati altrettanto clementi,quindi non so quali siano le tue convinzioni ma per nascere proprio in africa bisogna avere un karma proprio dimmerda!!Non escludo a priori che l'africa possa avere anche dei lati positivi ma la si potrebbe definire come una specie di inferno terrestre,in cui mandare la gente appunto con karma proprio dimmerda sarebbe anche un'idea volendo...In passato certa gente la esiliavano v.Australia....
BOTANY BAY divenne il simbolo dei deportati in Australia: la civiltà dellìepoca era un poco inferiore alla media della morale degli africani e i
deportati erano più che altro persone che non erano riuscite a pagare un debito, chi aveva rubato una pagnotta per fame e prostitute e denunciate come tali da maschi predoni. Una cosa di mostruosa inciviltà.
Vuoi mettere il Negus, imperatore cristiano, che nel 1896, dopo aver vinto ad Adua, scrive che i soldati italiani, non attrezzati per le ambe africane, gli avevano fatto pena?
Riuscimmo per qualche anno a distruggere anche l'impero d'Etiopia usando i gas e a lasciarlo poi nel caos, ma prima di noi era un mondo civile.
Tutto questo non giustifica più di tanto l'immigrazione irregolare, però ne spiega le radici.
tu sei un Dio della storia potrebbero nominarti professore ad honorem ma purtroppo sono le conclusioni che non mi convincono un po' come con i professori di fisica e la teoria della relatività e la MQ molte conclusioni non trovano una piena giustificazione logica e lo dico come eterista/eretico più che convinto!
Il fatto è che un accoglione un po' ingenuo e un po' bastardo usato come leva dal colluso trafficante Niko Losko per un operazione mediatica al fine di imbrosare kabobi all'Italia
ernesto
2021-09-24 00:30:21 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Christian Giamba
tu sei un Dio della storia potrebbero nominarti professore ad honorem ma purtroppo sono le conclusioni che non mi convincono un po' come con i professori di fisica e la teoria della relatività e la MQ molte conclusioni non trovano una piena giustificazione logica e lo dico come eterista/eretico più che convinto!
Se approfondisci scoprrari che sia la RG che la MQ hanno centinaia di riscontri oggettivi, ma sono incompatibili fra loro.
La MQ dà previsioni esatte finoi alla tredicesima cifra decimale, un recisione mai raggiunta prima , eppure è basaa sulal probabilità.
Leggi https://arxiv.org/pdf/1811.12458.pdf

e
Christian Giamba
2021-09-24 00:44:05 UTC
Rispondi
Permalink
Post by ernesto
Post by Christian Giamba
tu sei un Dio della storia potrebbero nominarti professore ad honorem ma purtroppo sono le conclusioni che non mi convincono un po' come con i professori di fisica e la teoria della relatività e la MQ molte conclusioni non trovano una piena giustificazione logica e lo dico come eterista/eretico più che convinto!
Se approfondisci scoprrari che sia la RG che la MQ hanno centinaia di riscontri oggettivi, ma sono incompatibili fra loro.
La MQ dà previsioni esatte finoi alla tredicesima cifra decimale, un recisione mai raggiunta prima , eppure è basaa sulal probabilità.
Leggi https://arxiv.org/pdf/1811.12458.pdf
e
Vuoi sapere come probabilmente stanno le cose?Gli orbitali atomici sono onde stazionarie di un campo quantico prodotto dalla particella di frequenza proporzionale alla quantità di moto relativistica la cui velocità è misurata rispetto all'etere(v.materia oscura ecc...per il teorema di Helmholtz forse si comporta come un campo magnetico laddova la gravità si comporta come quello elettrico),la fase dipende dallo spin e l'intensità dalla massa ed i legami chimici si formano quando gli orbitali hanno pari frequenza e fase opposta e la forza che tiene l'elettrone nell'orbitale è proporzionale al gradiente di questo campo in equilibrio con quella elettrostatica,mo' dimmi se non sono riuscito a conciliare RG con MQ ti sfido a dimostrare il contrario!!Se non ci risci mandami il Nobel per posta ennow anche!!
we...@libero.it
2021-09-24 05:27:57 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Christian Giamba
Post by ernesto
Post by Christian Giamba
Post by ernesto
L'Africa aveva regni e imperi che noi europei abbiamo distrutto bloccando lo sviluppo di una civiltà africana.
L'Italia ataccò l'Etiopia, impero antichissimo e cristiano e fu sconfitta d Adua nel 1896 e il comportamento
dei vincitori sui vinti fu di una corretteza e di una umanità esemplare.
Questa è Storia e non ha alcun "punto" perchè molto resta da scoprire e da capire.
ernesto
Devo dire che mi piace molto l'approccio storico con cui cerchi di ricostruire o spiegare certe cose,purtroppo però sono le conclusioni che non posso condividere,non è colpa nostra se loro sono quello che sono a livello di economia pil ecc...e questo in un certo senso ed entro certi limti forse ci giustifica a sfruttarli se volontariamente ci invadono,il fatto che ci abbiano trattati bene come prigionieri è perchè ci riconoscono una certa superiorità un po' come fanno certi animali che ci temono anche se predatori,con altre tribù magari più arretrate non sarebbero stati altrettanto clementi,quindi non so quali siano le tue convinzioni ma per nascere proprio in africa bisogna avere un karma proprio dimmerda!!Non escludo a priori che l'africa possa avere anche dei lati positivi ma la si potrebbe definire come una specie di inferno terrestre,in cui mandare la gente appunto con karma proprio dimmerda sarebbe anche un'idea volendo...In passato certa gente la esiliavano v.Australia....
BOTANY BAY divenne il simbolo dei deportati in Australia: la civiltà dellìepoca era un poco inferiore alla media della morale degli africani e i
deportati erano più che altro persone che non erano riuscite a pagare un debito, chi aveva rubato una pagnotta per fame e prostitute e denunciate come tali da maschi predoni. Una cosa di mostruosa inciviltà.
Vuoi mettere il Negus, imperatore cristiano, che nel 1896, dopo aver vinto ad Adua, scrive che i soldati italiani, non attrezzati per le ambe africane, gli avevano fatto pena?
Riuscimmo per qualche anno a distruggere anche l'impero d'Etiopia usando i gas e a lasciarlo poi nel caos, ma prima di noi era un mondo civile.
Tutto questo non giustifica più di tanto l'immigrazione irregolare, però ne spiega le radici.
tu sei un Dio della storia potrebbero nominarti professore ad honorem ma purtroppo sono le conclusioni che non mi convincono un po' come con i professori di fisica e la teoria della relatività e la MQ molte conclusioni non trovano una piena giustificazione logica e lo dico come eterista/eretico più che convinto!
Ma non hai capito che lui non sa fare altro che copia e incolla senza nemmeno alcun abbozzo di ragionamento. Ho provato a condurlo su di un ragionamento logico, ma è impossibile, il livello mentale è quello di un caprone
Continua a leggere su narkive:
Loading...