Discussione:
La psicosi PD del razzismo lo ha sdoganato a livello di massa
(troppo vecchio per rispondere)
Roberto Deboni DMIsr
2020-02-27 10:25:20 UTC
Permalink
La psicosi PD del razzismo lo ha sdoganato a livello di massa e nel
contempo, ancora una volta, uccide nativi (e stranieri).

Il razzismo, quello vero, e' una ideologia orrenda, e' una ideologia
capace di fare violenza anche sui bambini, dallo psicologicamente
fino alla violenza fisica.

Ma il PD e la sua corte dei miriacoli di gruppuscoli, comitati,
sardine, movimenti satelliti e quant'altro, e' riuscito, in sola mezza
decade. ad annacquare il termine, a banalizzarlo, a renderlo
accettabile per autodefinirsi da parte delle masse, e non piu' da
parte di individui isolati fanatici e/o problematici.

Il razzismo e' orrendo, e nel contempo antiquato, feudale, perche'
considera la nascita come irrevocabile fattore discriminante. Sei
nato da certi genitori ? sei nati li' ? ne vieni tarato a vita,
senza speranza, il peggiore peccato originale biblico. Non importa
che persona sei, cosa fai, come agisci: per il razzista vero,
resti un tarato, un irrecuperabile. Un orrore tanto piu' grande
quando, per fanatica coerenza, va a colpire i bambini,
innocenti perche' sappiamo che i bambini, tutti i bambini,
bianche, gialli, neri, rossi, sappiamo essere tutti plasmabili
culturalmente a nostra immagine e somiglianza, questa plasmabilita'
essendo la ragione prima per cui si definiscono "innocenti",
trattandoli invece come se fossero merce avariata, esseri tarati
oltre ogni speranza, fino a giustificarne la morte come atto
di pseudo pieta'.

Ebbene, oggi abbiamo perso una denominazione per i veri razzisti,
dato che "razzismo" e' stato sminuito, dal culturalismo fascista
del neo-PD che ha prodotto il governo del sig.Renzi, a livello
di sinonimo del significato di "xenofobia", anzi, ancora piu'
giu', verso una posizione ancora piu' generiche, quella della
intolleranza piu' vaga. Ottimo per definirti "razzista" se non sei
d'accordo con i guru' del neo-PD.

Ed ecco il risultato tragico, la grave responsabilita' del neo_PD
e suoi sodali, un articolo di un giornale maggiore nazionale
che chiude con la frase:

"Ma a dargli ragione eravamo solo noi razzisti."

E' ovvio che l'uso di "razzista" e' ironico, sarcastico. Ma
dieci anni fa, il sig.Renato Farina si sarebbe sognato di
metterci un "noi razzista", per quanto ironico fosse stato ?
Quanti di noi dieci anni fa si sarebbe profondamente
imbarazzati (o vergognati, se in fondo qualche sentimentuccio
reale in quella direzione girava nella nostra mente) ad essere
appellato come razzisti ? Quanti oggi invece non ci tocca
neanche un po' ? (con sollievo per chi prima si vergognava, e
che rischiamo oggi si faccia coraggio ad esternare quel suo
disagio verso il diverso somaticamente, in forme sempre piu'
esplicite, con arrampicate sugli specchi per giustificarne
la natura immorale)

Come si appella, si definisce oggi un vero razzista ?

Ed oggi abbiamo anche conseguenze mortali di questa culturale
di un antirazzismo fobico, direi maccartista, del neo-PD:

<https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13567181/coronavirus-giuseppe-conte-dimissioni-chiede-scusa-strage-stato.html>

Noi c'eravamo, abbiamo sentito tutto, abbiamo ascoltato e
visto i telegiornali, le interviste, e le esternazioni.
Vediamo come faranno a negare questa ACB (analisi costi benfici)
orrenda sul coronavirus, che poteva essere comprensibile da parte
di esponenti e fanatici antiscienza dei M5S, ma in un certo
senso sorprende, da parte di esponenti del PD e del governo.
(copio incollo l'articolo come logico seguito del messaggio)

Chiedete scusa, almeno un pochino, per favore. Un po' di onestà. Non
pretendiamo il harahiri del samurai per salvare l' onore dopo aver
condannato l' Italia all' invasione del Covid-19. Ma almeno il coraggio
di guardare i fatti e di porsi la domanda: dove abbiamo sbagliato?
Invece niente. Il premier Giuseppe Conte e il ministro della salute,
Roberto Speranza, si lodano e si imbrodolano. Appena arrivato in
Lombardia per la conferenza stampa, Speranza si è inchinato davanti alla
propria bravura: «Le misure messe in campo sono al più alto livello
europeo. Siamo stati gli unici a fermare i voli dalla Cina». Vuoi la
medaglia? E allora perché, se siete stati i migliori, siamo oggi lo
Stato europeo con il maggior numero di contagi da Coronavirus, il primo
del Continente che ha registrato morti non di origine cinese, l' unico
dove è stato necessario porre in essere misure eccezionali dopo l'
esplosione del bubbone, piuttosto che adottare misure sanitarie
obbligatorie (sì, obbligatorie) invece che alzare la percezione del
pericolo?
All' ospedale di Codogno, provincia di Lodi, c' è stato il primo caso
conclamato.
Questo povero ragazzo, che ha contagiato la moglie incinta, ha fatto la
spola tre volte al pronto soccorso, prima che si pensasse al
Coronavirus. Che protocolli - magari riservati per non generare panico -
sono stati consegnati al personale sanitario? C' è un problema. I medici
sono gente come noi. Sono influenzati dall' opinione pubblica, in
assenza di disposizioni chiare e obbliganti. E il segnale dato dal
governo, nascosto dietro scienziati (funzionali alla loro politica?) è
stato: nessun allarmismo, l' unico allarme è il razzismo.
Questa sottovalutazione è stata un fattore decisivo per abbattere i muri
alla penetrazione del contagio. La classe politica di sinistra, fino ai
più alti livelli, il ceto intellettuale giornalistico più accreditato,
si è concentrato nella lotta al "vero" virus: il razzismo! Si sono
inventati un nemico per il comodo della loro propaganda. E il prezzo lo
stiamo pagando noi.

Come fa Nicola Zingaretti a circolare senza la mascherina: non sulla
bocca, ma sugli occhi per non farsi riconoscere? Perché non si veste di
sacco e va a curare i malati a Codogno, dando il cambio agli infermieri?
Com' è noto la quarantena è in atto in numerose cittadine di Lombardia e
Veneto. I governatori di queste regioni, Attilio Fontana e Luca Zaia, ai
primi di febbraio, dopo aver preso appunti di quel che consigliavano
scienziati autorevoli, hanno chiesto misure di prevenzione severe.
Tutelare i più piccoli. Consegnare all' isolamento domestico con
relativo monitoraggio medico, i piccoli rientrati dalla Cina: gialli o
bianchi che fossero. Per dimostrare che non c' era razzismo, Fontana
andò a mangiarsi ravioli cinesi nel quartiere dove gli orientali
lavorano sodo. La quarantena è autotutela e tutela della propria comunità.
Macché. Razzismo. E d ecco arrivare al galoppo, sul destriero di Gengis
Khan, sventolando lo stendardo del celeste impero proprio lui,
Zingaretti. Sulla prima pagina di Repubblica usa la scimitarra contro i
governatori del Nord: «Allarmismi ridicoli». Un anatema da libro di storia.
Per sottolineare che non c' è da aver paura, che il nome pandemia va
evitato, ci si nascose dietro la misura importante ma che non serve a
niente se resta fine a sé stessa dei voli annullati da e per Pechino e
dintorni: e quelli che, volati via da zone infette, arrivano a Fiumicino
o Malpensa da aeroporti africani o arabi o finlandesi?

Fontana (non il direttore dl Corriere della Sera, ma Attilio il
governatore) fu definito sui social «sporco razzista». Nel frattempo, l'
altro Fontana (il direttore, a nome Luciano) ospitò una serie di
editoriali sul Corriere.
Uno di Massimo Gramellini intitolato: «Antivirus».
Che si riferisca alla scoperta del vaccino ammazza-Covid-19? Oppure
annunci soddisfatto la quarantena per tutelare categorie a rischio?
Sciocchini ignoranti. Che credete? L' antivirus è quello iniettato dal
capo dello Stato, il taumaturgo San Sergio Mattarella. Il quale
visitando a Roma «gli scolaretti cinesi... bambini di una comunità
demonizzata» ha acceso, in questo buio mondo, «il barlume di speranza».
Speranza (Roberto) a questo punto deve essersi sentito chiamato in causa
come ministro. Alé contro il virus di destra, altro che quel coglione
innocuo di Covid-19. Il 14 febbraio il Corriere gli va in soccorso.
Titolo del fondo: «Il vaccino del buon senso».
Per l' establishment il buon senso coincide con il negazionismo del
Coronavirus: ad essere minacciose sono «epidemie di razzismo e accessi
di xenofobia».
Chiaro no? Il problema per questo governo non è difendersi dal virus
reale, concreto, visibile per impedire che corra con il coltello tra i
denti nelle vene di piccole vedette lombarde, tamburini sardi, figli di
mandarini di Canton. Il virus davvero spaventoso è il razzismo contro i
cinesi. Semmai accade il contrario. Un fanatismo pro comunismo giallo.
Una creduloneria pericolosissima. Mentre Libero segnala le menzogne di
regime, Repubblica si prostra al premier cinese eroico: «Xi in pubblico
e con la mascherina. Pechino contro Roma: misure eccessive».

Ministri cari, Conte e Speranza in testa, ma soprattutto senza, restate
pure in sella fino a quando l' epidemia sarà debellata. Ma poi dovrete
fare come Francesco Cossiga, una volta ritrovato il corpo di Moro, si
dimise perché come ministro dell' Interno non aveva saputo impedire la
strage di via Fani, il rapimento e l' assassinio dell' amico (1978).
Ora circola la paternale non contro le guardie rossogialle che non hanno
vigilato abbastanza, ma contro chi fa notare le loro deficienze
catastrofiche. Ci fanno sapere: non servono le recriminazioni, bisogna
stare uniti, eccetera. Le conosciamo queste prediche. Andate in piazza
dieci secondi a battervi il petto, dicendo: abbiamo sbagliato, dovevamo
ascoltare Roberto Burioni, che urlava come Cassandra: non si fa
abbastanza, ce ne pentiremo. Ma a dargli ragione eravamo solo noi razzisti.
Racing
2020-02-27 10:46:31 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
La psicosi PD del razzismo lo ha sdoganato a livello di massa e nel
contempo, ancora una volta, uccide nativi (e stranieri).
Il razzismo, quello vero, e' una ideologia orrenda, e' una ideologia
capace di fare violenza anche sui bambini, dallo psicologicamente
fino alla violenza fisica.
Ha colpito anche i napoletani che puzzano, e la colpa è del PD che ha
inventato una canzone di scherno verso di loro:

https://video.corriere.it/quando-matteo-salvini-intono-coro-contro-napoletani/f7edde02-d524-11e3-b55e-35440997414c?refresh_ce-cp
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ma il PD e la sua corte dei miriacoli di gruppuscoli, comitati,
sardine, movimenti satelliti e quant'altro, e' riuscito, in sola mezza
decade. ad annacquare il termine, a banalizzarlo, a renderlo
accettabile per autodefinirsi da parte delle masse, e non piu' da
parte di individui isolati fanatici e/o problematici.
Ma il colore della pelle a volte non c'entra.
Anche persone in difficoltà perchè sfortunate a nascere con problemi
fisici e psichici vengono spesso ridicolizzate e offese senza ritegno.
Una sorta di bullismo, tra chi si sente forte contro quello che non può
difendersi alla pari, ed è l'altra medaglia del razzismo.

Quanti leghisti hanno bullizzato e minacciato sui social Greta
Thunberg, l'attivista contro global warming affetta da Sindrome di
Asperger?

Ebbene, i fatti si sono ripetuti contro un ragazzino dislessico delle
sardine.

Sergio Echamanov, 21 anni, rappresentante porta a porta, è salito sul
palco delle Sardine durante il flash mob organizzato ieri in San Pietro
in Casale, in concomitanza con la visita di Matteo Salvini in campagna
elettorale per il voto del 26 gennaio. Durante il suo discorso si è
impappinato un paio di volte, anche perché è affetto da dislessia. E
Matteo Salvini, quello che ha fatto partire una sceneggiata contro
Repubblica per la prima pagina “Cancellare Salvini” quando lui stesso
scriveva e diceva che bisognava cancellare la Fornero, ha fatto montare
e pubblicare sulla sua pagina de "La Bestia" un video in modo da
sfottere il ragazzo, il video e l'articolo sono questi:

https://bologna.repubblica.it/cronaca/2020/01/16/news/salvini_ridicolizza_un_ragazzo_sul_palco_delle_sardine_messo_alla_gogna_rischia_il_posto_di_lavoro_-245918525/
Post by Roberto Deboni DMIsr
Il razzismo e' orrendo, e nel contempo antiquato, feudale, perche'
considera la nascita come irrevocabile fattore discriminante. Sei
nato da certi genitori ? sei nati li' ? ne vieni tarato a vita,
senza speranza, il peggiore peccato originale biblico. Non importa
che persona sei, cosa fai, come agisci: per il razzista vero,
resti un tarato, un irrecuperabile. Un orrore tanto piu' grande
quando, per fanatica coerenza, va a colpire i bambini,
innocenti perche' sappiamo che i bambini, tutti i bambini,
bianche, gialli, neri, rossi, sappiamo essere tutti plasmabili culturalmente
a nostra immagine e somiglianza, questa plasmabilita'
essendo la ragione prima per cui si definiscono "innocenti",
trattandoli invece come se fossero merce avariata, esseri tarati
oltre ogni speranza, fino a giustificarne la morte come atto
di pseudo pieta'.
Ma Salvini è razzista o no?
Diciamo che è una grande faccia di bronzo ipocrita, oltre che
pregiudicato.
E' stato condannato a pagare 5700 euro per i cori contro i napoletani a
Pontida, la famosa capitale della Leganord per una canzone da hit
parade: "Napoli merda, Napoli colera…".
I fatti risalgono al 2009 e gli atti fanno parte di un dossier più
corposo che riguardano il villipendio della magistratura. Per poter
rifarsi una fedina pulita dopo le incrostrazioni e il sudiciume, aveva
cambiato lo statuto permettendo a sè stesso di candidarsi come
presentabile nonostante la violazione della legge Mancino.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ebbene, oggi abbiamo perso una denominazione per i veri razzisti,
dato che "razzismo" e' stato sminuito, dal culturalismo fascista
del neo-PD che ha prodotto il governo del sig.Renzi, a livello
di sinonimo del significato di "xenofobia", anzi, ancora piu'
giu', verso una posizione ancora piu' generiche, quella della
intolleranza piu' vaga. Ottimo per definirti "razzista" se non sei
d'accordo con i guru' del neo-PD.
Ed ecco il risultato tragico, la grave responsabilita' del neo_PD
e suoi sodali, un articolo di un giornale maggiore nazionale
"Ma a dargli ragione eravamo solo noi razzisti."
La percezione che Salvini fomenti razzismo e sessismo, non è campata
per aria. Basta leggere le sue dichiarazioni, e la Lega, ex Lega Nord,
è sempre stata razzista, anche con gl'italiani stessi:

-Io prima che leghista sono bossiano, per Umberto nutro un'autentica
venerazione.
https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2004/05/27/il-ragazzaccio-del-carroccio-dai-boyscout-al.html

- Il tricolore non mi rappresenta, non la sento come la mia bandiera. A
casa mia ho solo la bandiera della Lombardia e quella di Milano. Il
tricolore è solo la Nazionale di calcio, per cui non tifo. Mi
rappresenta quando diventeremo un Paese normale con meno sprechi e
ruberie al Sud.
https://milano.repubblica.it/cronaca/2011/10/23/news/l_eurodeputato_leghista_salvini_il_tricolore_non_mi_rappresenta-23739891/

- Che palle 'sta sinistra, sempre coi "poveri Rom e poveri migranti"
https://www.facebook.com/salviniofficial/posts/10152961169478155

- La Boldrini è l'ipocrisia, il nulla fatto donna.
https://www.corriere.it/politica/15_aprile_11/salvini-boldrini-ipocrisia-nulla-fatto-donna-a521c05c-e032-11e4-b0b6-cf60ff032a1c.shtml

- i poverini non sono quelli di Lampedusa che vengono disinfettati: i
poverini sono i cittadini di Lampedusa e di Bergamo che poi vengono
derubati da chi viene disinfettato.
https://www.huffingtonpost.it/2013/12/21/matteo-salvini-immigrati-disinfettati-rubare_n_4485503.html

- [Su Cécile Kyenge] Inutile e chiacchierona, vada a difendere gli
africani in Africa, se vuoi difendere i profughi torna al tuo paese.
https://www.repubblica.it/politica/2013/12/28/news/immigrati_salvini_kyenge_inutile_e_chiacchierona-74632990/

- La Boldrini è l'ipocrisia, il nulla fatto donna.[

- Ci siamo rotti i coglioni dei giovani del Mezzogiorno, che vadano a
fanculo i giovani del Mezzogiorno! Al Sud non fanno un emerito cazzo
dalla mattina alla sera. Al di là di tutto, sono bellissimi paesaggi al
Sud, il problema è la gente che ci abita. Sono così, loro ce l'hanno
proprio dentro il culto di non fare un cazzo dalla mattina alla sera,
mentre noi siamo abituati a lavorare dalla mattina alla sera e ci tira
un po' il culo.

E via delirando.
Post by Roberto Deboni DMIsr
E' ovvio che l'uso di "razzista" e' ironico, sarcastico. Ma
dieci anni fa, il sig.Renato Farina si sarebbe sognato di
metterci un "noi razzista", per quanto ironico fosse stato ?
Quanti di noi dieci anni fa si sarebbe profondamente
imbarazzati (o vergognati, se in fondo qualche sentimentuccio
reale in quella direzione girava nella nostra mente) ad essere
appellato come razzisti ? Quanti oggi invece non ci tocca
neanche un po' ? (con sollievo per chi prima si vergognava, e
che rischiamo oggi si faccia coraggio ad esternare quel suo
disagio verso il diverso somaticamente, in forme sempre piu'
esplicite, con arrampicate sugli specchi per giustificarne
la natura immorale)
Come si appella, si definisce oggi un vero razzista ?
Ed oggi abbiamo anche conseguenze mortali di questa culturale
<https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13567181/coronavirus-giuseppe-conte-dimissioni-chiede-scusa-strage-stato.html>
In realtà il coronavirus non c'entra nulla col razzismo, e nemmeno i
provvedimenti presi dal governo Conte e nemmeno quello del Governatore
Fontana che eventualmente ne risponderà se non ha fatto rispettare i
rpotocolli, perchè il focolaio principale è nato a Codogno nel
territorio di cui ha responsabilità.
In realtà il razzismo italiano ha origini dall'Italia che ha sofferto
moltissimo per l'avvento del fascismo e le guerre che ha dovuto fare e
subire per colpa proprio dei fasci mussoliniani, convinti e facendo
convincere gl'italiani di essere una razza speciale, la migliore, e una
potenza militare che invece si sciolse come neve al sole. Una sconfitta
dolorosa che fece perdere all'Italia anche parte dei suoi confini ed
esponendola a vendette causate dalla brutale violenza del regime.
E' sacrosanto difendere l'uguaglianza fra tutti senza distinzioni
religiose o di razza, e combattere il maledetto fascismo che portò
dittatura e sangue, anche come istigazione o ideale, affinchè nemmeno
le giovani generazioni che non conoscono il suo volto brutale, ne
abbiano ad esserne ammaliati.

Il fascismo, fin dagli albori, nacque insieme alle violenze squadriste,
che facevano uso di olio di ricino, prendevano gli oppositori, li
portavano nelle campagne bendati e gli facevano bere anche un litro di
quell'olio. Non era solo una violenza fisica, ma soprattutto
psicologica. Tali violenze avevano soprattutto un forte contenuto
simbolico: miravano a intimidire e svergognare l’avversario politico.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Noi c'eravamo, abbiamo sentito tutto, abbiamo ascoltato e
visto i telegiornali, le interviste, e le esternazioni.
Vediamo come faranno a negare questa ACB (analisi costi benfici)
orrenda sul coronavirus, che poteva essere comprensibile da parte
di esponenti e fanatici antiscienza dei M5S, ma in un certo
senso sorprende, da parte di esponenti del PD e del governo.
(copio incollo l'articolo come logico seguito del messaggio)
Chiedete scusa, almeno un pochino, per favore. Un po' di onestà. Non
pretendiamo il harahiri del samurai per salvare l' onore dopo aver condannato
l' Italia all' invasione del Covid-19. Ma almeno il coraggio di guardare i
fatti e di porsi la domanda: dove abbiamo sbagliato? Invece niente. Il
premier Giuseppe Conte e il ministro della salute, Roberto Speranza, si
lodano e si imbrodolano. Appena arrivato in Lombardia per la conferenza
stampa, Speranza si è inchinato davanti alla propria bravura: «Le misure
messe in campo sono al più alto livello europeo. Siamo stati gli unici a
fermare i voli dalla Cina». Vuoi la medaglia? E allora perché, se siete stati
i migliori, siamo oggi lo Stato europeo con il maggior numero di contagi da
Coronavirus, il primo del Continente che ha registrato morti non di origine
cinese, l' unico dove è stato necessario porre in essere misure eccezionali
dopo l' esplosione del bubbone, piuttosto che adottare misure sanitarie
obbligatorie (sì, obbligatorie) invece che alzare la percezione del pericolo?
All' ospedale di Codogno, provincia di Lodi, c' è stato il primo caso
conclamato.
Questo povero ragazzo, che ha contagiato la moglie incinta, ha fatto la spola
tre volte al pronto soccorso, prima che si pensasse al Coronavirus. Che
protocolli - magari riservati per non generare panico - sono stati consegnati
al personale sanitario? C' è un problema. I medici sono gente come noi. Sono
influenzati dall' opinione pubblica, in assenza di disposizioni chiare e
obbliganti. E il segnale dato dal governo, nascosto dietro scienziati
(funzionali alla loro politica?) è stato: nessun allarmismo, l' unico allarme
è il razzismo.
Questa sottovalutazione è stata un fattore decisivo per abbattere i muri alla
penetrazione del contagio. La classe politica di sinistra, fino ai più alti
livelli, il ceto intellettuale giornalistico più accreditato, si è
concentrato nella lotta al "vero" virus: il razzismo! Si sono inventati un
nemico per il comodo della loro propaganda. E il prezzo lo stiamo pagando
noi.
Come fa Nicola Zingaretti a circolare senza la mascherina: non sulla bocca,
ma sugli occhi per non farsi riconoscere? Perché non si veste di sacco e va a
curare i malati a Codogno, dando il cambio agli infermieri?
Com' è noto la quarantena è in atto in numerose cittadine di Lombardia e
Veneto. I governatori di queste regioni, Attilio Fontana e Luca Zaia, ai
primi di febbraio, dopo aver preso appunti di quel che consigliavano
scienziati autorevoli, hanno chiesto misure di prevenzione severe. Tutelare i
più piccoli. Consegnare all' isolamento domestico con relativo monitoraggio
medico, i piccoli rientrati dalla Cina: gialli o bianchi che fossero. Per
dimostrare che non c' era razzismo, Fontana andò a mangiarsi ravioli cinesi
nel quartiere dove gli orientali lavorano sodo. La quarantena è autotutela e
tutela della propria comunità.
Macché. Razzismo. E d ecco arrivare al galoppo, sul destriero di Gengis Khan,
sventolando lo stendardo del celeste impero proprio lui, Zingaretti. Sulla
«Allarmismi ridicoli». Un anatema da libro di storia.
Per sottolineare che non c' è da aver paura, che il nome pandemia va evitato,
ci si nascose dietro la misura importante ma che non serve a niente se resta
fine a sé stessa dei voli annullati da e per Pechino e dintorni: e quelli
che, volati via da zone infette, arrivano a Fiumicino o Malpensa da aeroporti
africani o arabi o finlandesi?
Fontana (non il direttore dl Corriere della Sera, ma Attilio il governatore)
fu definito sui social «sporco razzista». Nel frattempo, l' altro Fontana (il
direttore, a nome Luciano) ospitò una serie di editoriali sul Corriere.
Uno di Massimo Gramellini intitolato: «Antivirus».
Che si riferisca alla scoperta del vaccino ammazza-Covid-19? Oppure annunci
soddisfatto la quarantena per tutelare categorie a rischio? Sciocchini
ignoranti. Che credete? L' antivirus è quello iniettato dal capo dello Stato,
il taumaturgo San Sergio Mattarella. Il quale visitando a Roma «gli
scolaretti cinesi... bambini di una comunità demonizzata» ha acceso, in
questo buio mondo, «il barlume di speranza». Speranza (Roberto) a questo
punto deve essersi sentito chiamato in causa come ministro. Alé contro il
virus di destra, altro che quel coglione innocuo di Covid-19. Il 14 febbraio
il Corriere gli va in soccorso. Titolo del fondo: «Il vaccino del buon
senso».
Per l' establishment il buon senso coincide con il negazionismo del
Coronavirus: ad essere minacciose sono «epidemie di razzismo e accessi di
xenofobia».
Chiaro no? Il problema per questo governo non è difendersi dal virus reale,
concreto, visibile per impedire che corra con il coltello tra i denti nelle
vene di piccole vedette lombarde, tamburini sardi, figli di mandarini di
Canton. Il virus davvero spaventoso è il razzismo contro i cinesi. Semmai
accade il contrario. Un fanatismo pro comunismo giallo. Una creduloneria
pericolosissima. Mentre Libero segnala le menzogne di regime, Repubblica si
prostra al premier cinese eroico: «Xi in pubblico e con la mascherina.
Pechino contro Roma: misure eccessive».
Ministri cari, Conte e Speranza in testa, ma soprattutto senza, restate pure
in sella fino a quando l' epidemia sarà debellata. Ma poi dovrete fare come
Francesco Cossiga, una volta ritrovato il corpo di Moro, si dimise perché
come ministro dell' Interno non aveva saputo impedire la strage di via Fani,
il rapimento e l' assassinio dell' amico (1978).
Ora circola la paternale non contro le guardie rossogialle che non hanno
vigilato abbastanza, ma contro chi fa notare le loro deficienze
catastrofiche. Ci fanno sapere: non servono le recriminazioni, bisogna stare
uniti, eccetera. Le conosciamo queste prediche. Andate in piazza dieci
secondi a battervi il petto, dicendo: abbiamo sbagliato, dovevamo ascoltare
Roberto Burioni, che urlava come Cassandra: non si fa abbastanza, ce ne
pentiremo. Ma a dargli ragione eravamo solo noi razzisti.
I fatti concreti, al si là delle considerazioni personali, ci dicono
che abbiamo le regioni lombardovenete amministrate dalla lega che si
sono infettate per prima, addirittura negli ospedali, e la
responsabilità è proprio delle autonomie regionali incapaci di
affrontare la normale amministrazione e per giunta non ripsettando le
liunee guida date dal governo.
Le autonomie regionali sono una disdetta perchè qualsiasi emergenza è
in mano a gente incapace e inesperta, travestiti da politici che fanno
propaganda fine a sè stessa.
La falsoità è la propaganda del leader dei leghisti che guardava
all'Africa senza avvedersi delle incompetenze del suo partito nelle
regioni da loro amministrate.
Scritto in modo semplice e chiaro.
Luca P.
2020-02-27 11:48:09 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
<https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13567181/coronavirus-giuseppe-conte-dimissioni-chiede-scusa-strage-stato.html>
Debò, smetti di leggere stammerda, che ti fa male.
Guiscard
2020-02-27 18:50:43 UTC
Permalink
Post by Luca P.
Post by Roberto Deboni DMIsr
liberoquotidiano.it
Debò, smetti di leggere stammerda, che ti fa male.
Scusa un attimo, ma Deboni non aveva raccomandato più e più volte di dare
poco peso all'inattendibile e squalificatissima stampa italiota?
Non sarà mica uno che predica bene e razzola male? Noooooo, impossibile.

(non ho letto il suo pippone, né la risposta kilometrica di Racing)
MaxBass I-D +GTT
2020-02-27 20:28:24 UTC
Permalink
Post by Guiscard
(non ho letto il suo pippone, né la risposta kilometrica di Racing)
E non serve a un cazzo leggere questo come gli altri pipponi: basta già il subject per inquadrare lo squallore del personaggio. Dovrebbero fare un campionato del mondo lui e il sekkio di merda...
All
2020-02-27 12:07:12 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
La psicosi PD del razzismo lo ha sdoganato a livello di massa e nel
contempo, ancora una volta, uccide nativi (e stranieri).
Il razzismo, quello vero, e' una ideologia orrenda, e' una ideologia
capace di fare violenza anche sui bambini, dallo psicologicamente
fino alla violenza fisica.
Ma il PD e la sua corte dei miriacoli di gruppuscoli, comitati,
sardine, movimenti satelliti e quant'altro, e' riuscito, in sola mezza
decade. ad annacquare il termine, a banalizzarlo, a renderlo
accettabile per autodefinirsi da parte delle masse, e non piu' da
parte di individui isolati fanatici e/o problematici.
Il razzismo e' orrendo, e nel contempo antiquato, feudale, perche'
considera la nascita come irrevocabile fattore discriminante. Sei
nato da certi genitori ? sei nati li' ? ne vieni tarato a vita,
senza speranza, il peggiore peccato originale biblico. Non importa
che persona sei, cosa fai, come agisci: per il razzista vero,
resti un tarato, un irrecuperabile. Un orrore tanto piu' grande
quando, per fanatica coerenza, va a colpire i bambini,
innocenti perche' sappiamo che i bambini, tutti i bambini,
bianche, gialli, neri, rossi, sappiamo essere tutti plasmabili
culturalmente a nostra immagine e somiglianza, questa plasmabilita'
essendo la ragione prima per cui si definiscono "innocenti",
trattandoli invece come se fossero merce avariata, esseri tarati
oltre ogni speranza, fino a giustificarne la morte come atto
di pseudo pieta'.
Ebbene, oggi abbiamo perso una denominazione per i veri razzisti,
dato che "razzismo" e' stato sminuito, dal culturalismo fascista
del neo-PD che ha prodotto il governo del sig.Renzi, a livello
di sinonimo del significato di "xenofobia", anzi, ancora piu'
giu', verso una posizione ancora piu' generiche, quella della
intolleranza piu' vaga. Ottimo per definirti "razzista" se non sei
d'accordo con i guru' del neo-PD.
Ed ecco il risultato tragico, la grave responsabilita' del neo_PD
e suoi sodali, un articolo di un giornale maggiore nazionale
"Ma a dargli ragione eravamo solo noi razzisti."
E' ovvio che l'uso di "razzista" e' ironico, sarcastico. Ma
dieci anni fa, il sig.Renato Farina si sarebbe sognato di
metterci un "noi razzista", per quanto ironico fosse stato ?
Quanti di noi dieci anni fa si sarebbe profondamente
imbarazzati (o vergognati, se in fondo qualche sentimentuccio
reale in quella direzione girava nella nostra mente) ad essere
appellato come razzisti ? Quanti oggi invece non ci tocca
neanche un po' ? (con sollievo per chi prima si vergognava, e
che rischiamo oggi si faccia coraggio ad esternare quel suo
disagio verso il diverso somaticamente, in forme sempre piu'
esplicite, con arrampicate sugli specchi per giustificarne
la natura immorale)
Come si appella, si definisce oggi un vero razzista ?
Ed oggi abbiamo anche conseguenze mortali di questa culturale
<https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13567181/coronavirus-giuseppe-conte-dimissioni-chiede-scusa-strage-stato.html>
Noi c'eravamo, abbiamo sentito tutto, abbiamo ascoltato e
visto i telegiornali, le interviste, e le esternazioni.
Vediamo come faranno a negare questa ACB (analisi costi benfici)
orrenda sul coronavirus, che poteva essere comprensibile da parte
di esponenti e fanatici antiscienza dei M5S, ma in un certo
senso sorprende, da parte di esponenti del PD e del governo.
(copio incollo l'articolo come logico seguito del messaggio)
Chiedete scusa, almeno un pochino, per favore. Un po' di onestà. Non
pretendiamo il harahiri del samurai per salvare l' onore dopo aver
condannato l' Italia all' invasione del Covid-19. Ma almeno il coraggio
di guardare i fatti e di porsi la domanda: dove abbiamo sbagliato?
Invece niente. Il premier Giuseppe Conte e il ministro della salute,
Roberto Speranza, si lodano e si imbrodolano. Appena arrivato in
Lombardia per la conferenza stampa, Speranza si è inchinato davanti alla
propria bravura: «Le misure messe in campo sono al più alto livello
europeo. Siamo stati gli unici a fermare i voli dalla Cina». Vuoi la
medaglia? E allora perché, se siete stati i migliori, siamo oggi lo
Stato europeo con il maggior numero di contagi da Coronavirus, il primo
del Continente che ha registrato morti non di origine cinese, l' unico
dove è stato necessario porre in essere misure eccezionali dopo l'
esplosione del bubbone, piuttosto che adottare misure sanitarie
obbligatorie (sì, obbligatorie) invece che alzare la percezione del
pericolo?
All' ospedale di Codogno, provincia di Lodi, c' è stato il primo caso
conclamato.
Questo povero ragazzo, che ha contagiato la moglie incinta, ha fatto la
spola tre volte al pronto soccorso, prima che si pensasse al
Coronavirus. Che protocolli - magari riservati per non generare panico -
sono stati consegnati al personale sanitario? C' è un problema. I medici
sono gente come noi. Sono influenzati dall' opinione pubblica, in
assenza di disposizioni chiare e obbliganti. E il segnale dato dal
governo, nascosto dietro scienziati (funzionali alla loro politica?) è
stato: nessun allarmismo, l' unico allarme è il razzismo.
Questa sottovalutazione è stata un fattore decisivo per abbattere i muri
alla penetrazione del contagio. La classe politica di sinistra, fino ai
più alti livelli, il ceto intellettuale giornalistico più accreditato,
si è concentrato nella lotta al "vero" virus: il razzismo! Si sono
inventati un nemico per il comodo della loro propaganda. E il prezzo lo
stiamo pagando noi.
Come fa Nicola Zingaretti a circolare senza la mascherina: non sulla
bocca, ma sugli occhi per non farsi riconoscere? Perché non si veste di
sacco e va a curare i malati a Codogno, dando il cambio agli infermieri?
Com' è noto la quarantena è in atto in numerose cittadine di Lombardia e
Veneto. I governatori di queste regioni, Attilio Fontana e Luca Zaia, ai
primi di febbraio, dopo aver preso appunti di quel che consigliavano
scienziati autorevoli, hanno chiesto misure di prevenzione severe.
Tutelare i più piccoli. Consegnare all' isolamento domestico con
relativo monitoraggio medico, i piccoli rientrati dalla Cina: gialli o
bianchi che fossero. Per dimostrare che non c' era razzismo, Fontana
andò a mangiarsi ravioli cinesi nel quartiere dove gli orientali
lavorano sodo. La quarantena è autotutela e tutela della propria comunità.
Macché. Razzismo. E d ecco arrivare al galoppo, sul destriero di Gengis
Khan, sventolando lo stendardo del celeste impero proprio lui,
Zingaretti. Sulla prima pagina di Repubblica usa la scimitarra contro i
governatori del Nord: «Allarmismi ridicoli». Un anatema da libro di storia.
Per sottolineare che non c' è da aver paura, che il nome pandemia va
evitato, ci si nascose dietro la misura importante ma che non serve a
niente se resta fine a sé stessa dei voli annullati da e per Pechino e
dintorni: e quelli che, volati via da zone infette, arrivano a Fiumicino
o Malpensa da aeroporti africani o arabi o finlandesi?
Fontana (non il direttore dl Corriere della Sera, ma Attilio il
governatore) fu definito sui social «sporco razzista». Nel frattempo, l'
altro Fontana (il direttore, a nome Luciano) ospitò una serie di
editoriali sul Corriere.
Uno di Massimo Gramellini intitolato: «Antivirus».
Che si riferisca alla scoperta del vaccino ammazza-Covid-19? Oppure
annunci soddisfatto la quarantena per tutelare categorie a rischio?
Sciocchini ignoranti. Che credete? L' antivirus è quello iniettato dal
capo dello Stato, il taumaturgo San Sergio Mattarella. Il quale
visitando a Roma «gli scolaretti cinesi... bambini di una comunità
demonizzata» ha acceso, in questo buio mondo, «il barlume di speranza».
Speranza (Roberto) a questo punto deve essersi sentito chiamato in causa
come ministro. Alé contro il virus di destra, altro che quel coglione
innocuo di Covid-19. Il 14 febbraio il Corriere gli va in soccorso.
Titolo del fondo: «Il vaccino del buon senso».
Per l' establishment il buon senso coincide con il negazionismo del
Coronavirus: ad essere minacciose sono «epidemie di razzismo e accessi
di xenofobia».
Chiaro no? Il problema per questo governo non è difendersi dal virus
reale, concreto, visibile per impedire che corra con il coltello tra i
denti nelle vene di piccole vedette lombarde, tamburini sardi, figli di
mandarini di Canton. Il virus davvero spaventoso è il razzismo contro i
cinesi. Semmai accade il contrario. Un fanatismo pro comunismo giallo.
Una creduloneria pericolosissima. Mentre Libero segnala le menzogne di
regime, Repubblica si prostra al premier cinese eroico: «Xi in pubblico
e con la mascherina. Pechino contro Roma: misure eccessive».
Ministri cari, Conte e Speranza in testa, ma soprattutto senza, restate
pure in sella fino a quando l' epidemia sarà debellata. Ma poi dovrete
fare come Francesco Cossiga, una volta ritrovato il corpo di Moro, si
dimise perché come ministro dell' Interno non aveva saputo impedire la
strage di via Fani, il rapimento e l' assassinio dell' amico (1978).
Ora circola la paternale non contro le guardie rossogialle che non hanno
vigilato abbastanza, ma contro chi fa notare le loro deficienze
catastrofiche. Ci fanno sapere: non servono le recriminazioni, bisogna
stare uniti, eccetera. Le conosciamo queste prediche. Andate in piazza
dieci secondi a battervi il petto, dicendo: abbiamo sbagliato, dovevamo
ascoltare Roberto Burioni, che urlava come Cassandra: non si fa
abbastanza, ce ne pentiremo. Ma a dargli ragione eravamo solo noi razzisti.
E si

Un virus psicologico seminato per raccogliere voti.
MaxBass I-D +GTT
2020-02-27 20:26:48 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
La psicosi PD del razzismo lo ha sdoganato a livello di massa e nel
contempo, ancora una volta, uccide nativi (e stranieri).
Grande Deboni.
Il problema non sono il razzismo e i razzisti, ma chi ne evidenzia l'esistenza quindi chi espone il problema.
Anzi... Diciamolo... Non siamo noi razzisti, ma loro negri; e il PD fascista chiaramente, assieme al solare termodinamico.
E finito di elencare le ovvietà resta il fatto che fai schifo.
Roberto Deboni DMIsr
2020-02-28 02:14:08 UTC
Permalink
Post by MaxBass I-D +GTT
Post by Roberto Deboni DMIsr
La psicosi PD del razzismo lo ha sdoganato a livello di massa e nel
contempo, ancora una volta, uccide nativi (e stranieri).
Grande Deboni.
Il problema non sono il razzismo e i razzisti, ma chi ne evidenzia l'esistenza quindi chi espone il problema.
Anzi... Diciamolo... Non siamo noi razzisti, ma loro negri; e il PD fascista chiaramente, assieme al solare termodinamico.
E finito di elencare le ovvietà resta il fatto che fai schifo.
Per vedere una tale mancanza di rispetto di chi onestamente la pensa
diversamente occorre tornare ai tempi del fascismo.

Mi auguro solo che lei sia uno dei rari casi "problematici"
che il web inevitabilmente pesca, dato che tira su tutto
quello che offre il paese. Temo pero' che ci sia anche una
certa rappresentazione nel PD, dal contenuto delle
interviste di personaggi di spicco, che come VIP si presume
si stiano controllando dallo scendere sul volgare.

Il colmo e' che vogliono fare la figura degli elegantoni
usando la tattica di chi parcheggiando in seconda fila
si giustifica puntando il dito su altre auto in seconda
fila; come se cio' li assolvesse.

Elencare tutto cio' che fa il sig.Salvini e certi militanti
della Lega non e' una scusante per fare lo stesso o peggio.
Ma vi qualifica come sospettati di essere una quinta
colonna strumentale, insieme alla Lega, per un ritorno
del fascismo.
r***@gmail.com
2020-02-28 09:33:09 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Per vedere una tale mancanza di rispetto di chi onestamente la pensa
diversamente occorre tornare ai tempi del fascismo.
A Debo', te c'hai 'na grossa crisi.
Fidate.
--
Ciao.
www.sekkiology.com

"In altre parole in questo NG non si parla di cio che accade e di cio
che si dovrebbe fare per migliorare la situazione ma semplicemente è
un luogo di sfogo di personalità disturbate.
Talvolta anche fortemente disturbate. "
[Ritardale su IP, 23.10.2019]

"Ma ricorda che spesso le sensazioni, le intuizioni valgono piu di mille
dati."
[Ritardale su IP, 26.11.2019]

"dico solo questo : uno che si comporta come lui ed ha piu di 13/14
anni al massimo è (imho) uno psicopatico frustrato.
e chissa perchè (giuro : non lo so) io i tipi cosi li "attiro" in modo
irresistibile"
[Ritardale su ISM, 09.01.2020]

"E come spesso gli accade ed in base ai fatti poi radicale ha
cambiato idea."
[Ritardale su IP, 13.02.2020]
MaxBass I-D +GTT
2020-02-28 12:31:08 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Per vedere una tale mancanza di rispetto di chi onestamente la pensa
diversamente occorre tornare ai tempi del fascismo.
ROTFL! E' ora di ricominciare a prendere i farmaci che il medico ti ha erroneamente sospeso...
Post by Roberto Deboni DMIsr
Mi auguro solo che lei sia uno dei rari casi "problematici"
RIROTFL! Parlami del fascismo del PD unito al solare termodinamico, miscela esplosiva per le nostre società, CAZZARO RE (perchè principe è poco).
Post by Roberto Deboni DMIsr
Elencare tutto cio' che fa il sig.Salvini e certi militanti
della Lega non e' una scusante per fare lo stesso o peggio.
Non ci avessi fatto caso, CAZZARO RE, non ho parlato di Salvini, ma solo delle puttanate che spari in giro...
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ma vi
"Vi" chi? I neuroni ossidati del tuo cervello?

Continua a leggere su narkive:
Loading...