Discussione:
Russia fa morire di sete per una mera questione di facciata
(troppo vecchio per rispondere)
Roberto Deboni DMIsr
2021-07-31 12:28:29 UTC
Permalink
All'inizio nel leggere la notizia sembra una estorsione
della Ucraina:

<https://www.ft.com/content/5eda71fc-d678-41cd-ac5a-d7f324e19441>

"Russia has accused Ukraine of “genocide” over the building of a
concrete dam across the North Crimean Canal, in addition to the
existing sandbag and earth dam that was built in 2014."

In pratica l'acqua potabile consumata in Crimea proveniva
in buona parte dalla Ucraina, tramite un canale costruito
appositamente in tempi sovietici.

La Russia si e' rivolta alla Corte Europea dei Diritti Umani
e il governatore della Crimea vuole chiedere 1'500 miliardi
di rubli in danni. Le parole dello stesso:

“Kyiv has essentially used Crimea’s infrastructure dependence on
Ukraine, which came about in the Soviet era, as a weapon of mass
destruction against all Crimeans. The water blockade is an act of
state terrorism and ecocide, but the international community is
failing to notice the Kyiv regime’s crimes,” Sergei Aksyonov, the
peninsula’s governor, said in written comments to the Financial
Times."

Arma di distruzione di massa ? Andiamo bene ...
Ma poi, chi ha la pazienza di leggere fino in fondo, scopre che:

"Reznikov, the Ukrainian minister, said Kyiv was ready to provide
Crimea with humanitarian assistance, including drinking water,
which it already does for the separatist-run eastern territories,
but no request had been made."

Cioe', l'Ucraina e' disposta a fornire acqua potabile alla Crimea,
come gia' fa ai territori orientali sotto occupazione filo-russa,
a patto che venga fatta un richiesta ufficiale.

Richiesta ufficiale che non e' stata fatta.

“For Russia to admit they’re weak is very difficult . . . it would
amount to an admission that they made the wrong decision,” he said."

Piuttosto la Russia vuole provare ad andare avanti per anni a:

"A $3.7bn bridge across the Kerch Strait linking Crimea with mainland
Russia has become a conduit for trucks ferrying water for locals to
take away in plastic containers."

Magari potrebbe anche essere l'occasione per costruire massivi
impianti di dissalazione come fanno da tempo in Australia e
tanti paesi arabi, usando l'abbondante acqua che circonda la
Crimea. E questo usando le nuove tecnologie basate sulle
fonti di energia rinnovabile. Possibile che il poderoso neo-impero
russo non sia capace di fare un impianto dimostrativo per le
modeste (rapportate alla Russia) esigenze della Crimea ?

Dopotutto, oggi se la cava con un servizio "pendolare" di autocarri.
Trump
2021-07-31 12:49:15 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
All'inizio nel leggere la notizia sembra una estorsione
<https://www.ft.com/content/5eda71fc-d678-41cd-ac5a-d7f324e19441>
"Russia has accused Ukraine of “genocide” over the building of a
concrete dam across the North Crimean Canal, in addition to the
existing sandbag and earth dam that was built in 2014."
In pratica l'acqua potabile consumata in Crimea proveniva
in buona parte dalla Ucraina, tramite un canale costruito
appositamente in tempi sovietici.
La Russia si e' rivolta alla Corte Europea dei Diritti Umani
e il governatore della Crimea vuole chiedere 1'500 miliardi
“Kyiv has essentially used Crimea’s infrastructure dependence on
Ukraine, which came about in the Soviet era, as a weapon of mass
destruction against all Crimeans. The water blockade is an act of
state terrorism and ecocide, but the international community is
failing to notice the Kyiv regime’s crimes,” Sergei Aksyonov, the
peninsula’s governor, said in written comments to the Financial
Times."
Arma di distruzione di massa ? Andiamo bene ...
"Reznikov, the Ukrainian minister, said Kyiv was ready to provide
Crimea with humanitarian assistance, including drinking water,
which it already does for the separatist-run eastern territories,
but no request had been made."
Cioe', l'Ucraina e' disposta a fornire acqua potabile alla Crimea,
come gia' fa ai territori orientali sotto occupazione filo-russa,
a patto che venga fatta un richiesta ufficiale.
Richiesta ufficiale che non e' stata fatta.
“For Russia to admit they’re weak is very difficult . . . it would
amount to an admission that they made the wrong decision,” he said."
"A $3.7bn bridge across the Kerch Strait linking Crimea with mainland
Russia has become a conduit for trucks ferrying water for locals to
take away in plastic containers."
Magari potrebbe anche essere l'occasione per costruire massivi
impianti di dissalazione come fanno da tempo in Australia e
tanti paesi arabi, usando l'abbondante acqua che circonda la
Crimea. E questo usando le nuove tecnologie basate sulle
fonti di energia rinnovabile. Possibile che il poderoso neo-impero
russo non sia capace di fare un impianto dimostrativo per le
modeste (rapportate alla Russia) esigenze della Crimea ?
Dopotutto, oggi se la cava con un servizio "pendolare" di autocarri.
Deboni, lei crede a un politico nazista ukraino pagato da Soros?
--
Mi hanno deposto coi brogli
Roberto Deboni DMIsr
2021-08-01 08:31:23 UTC
Permalink
Post by Trump
Post by Roberto Deboni DMIsr
All'inizio nel leggere la notizia sembra una estorsione
<https://www.ft.com/content/5eda71fc-d678-41cd-ac5a-d7f324e19441>
"Russia has accused Ukraine of “genocide” over the building of a
  concrete dam across the North Crimean Canal, in addition to the
  existing sandbag and earth dam that was built in 2014."
In pratica l'acqua potabile consumata in Crimea proveniva
in buona parte dalla Ucraina, tramite un canale costruito
appositamente in tempi sovietici.
La Russia si e' rivolta alla Corte Europea dei Diritti Umani
e il governatore della Crimea vuole chiedere 1'500 miliardi
“Kyiv has essentially used Crimea’s infrastructure dependence on
  Ukraine, which came about in the Soviet era, as a weapon of mass
  destruction against all Crimeans. The water blockade is an act of
  state terrorism and ecocide, but the international community is
  failing to notice the Kyiv regime’s crimes,” Sergei Aksyonov, the
  peninsula’s governor, said in written comments to the Financial
  Times."
Arma di distruzione di massa ? Andiamo bene ...
"Reznikov, the Ukrainian minister, said Kyiv was ready to provide
  Crimea with humanitarian assistance, including drinking water,
  which it already does for the separatist-run eastern territories,
  but no request had been made."
Cioe', l'Ucraina e' disposta a fornire acqua potabile alla Crimea,
come gia' fa ai territori orientali sotto occupazione filo-russa,
a patto che venga fatta un richiesta ufficiale.
Richiesta ufficiale che non e' stata fatta.
“For Russia to admit they’re weak is very difficult . . . it would
  amount to an admission that they made the wrong decision,” he said."
"A $3.7bn bridge across the Kerch Strait linking Crimea with mainland
  Russia has become a conduit for trucks ferrying water for locals to
  take away in plastic containers."
Magari potrebbe anche essere l'occasione per costruire massivi
impianti di dissalazione come fanno da tempo in Australia e
tanti paesi arabi, usando l'abbondante acqua che circonda la
Crimea. E questo usando le nuove tecnologie basate sulle
fonti di energia rinnovabile. Possibile che il poderoso neo-impero
russo non sia capace di fare un impianto dimostrativo per le
modeste (rapportate alla Russia) esigenze della Crimea ?
Dopotutto, oggi se la cava con un servizio "pendolare" di autocarri.
Deboni, lei crede a un politico nazista ukraino pagato da Soros?
Chi sarebbe tale ?
Trump
2021-08-01 10:49:22 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Trump
Post by Roberto Deboni DMIsr
All'inizio nel leggere la notizia sembra una estorsione
<https://www.ft.com/content/5eda71fc-d678-41cd-ac5a-d7f324e19441>
"Russia has accused Ukraine of “genocide” over the building of a
  concrete dam across the North Crimean Canal, in addition to the
  existing sandbag and earth dam that was built in 2014."
In pratica l'acqua potabile consumata in Crimea proveniva
in buona parte dalla Ucraina, tramite un canale costruito
appositamente in tempi sovietici.
La Russia si e' rivolta alla Corte Europea dei Diritti Umani
e il governatore della Crimea vuole chiedere 1'500 miliardi
“Kyiv has essentially used Crimea’s infrastructure dependence on
  Ukraine, which came about in the Soviet era, as a weapon of mass
  destruction against all Crimeans. The water blockade is an act of
  state terrorism and ecocide, but the international community is
  failing to notice the Kyiv regime’s crimes,” Sergei Aksyonov, the
  peninsula’s governor, said in written comments to the Financial
  Times."
Arma di distruzione di massa ? Andiamo bene ...
"Reznikov, the Ukrainian minister, said Kyiv was ready to provide
  Crimea with humanitarian assistance, including drinking water,
  which it already does for the separatist-run eastern territories,
  but no request had been made."
Cioe', l'Ucraina e' disposta a fornire acqua potabile alla Crimea,
come gia' fa ai territori orientali sotto occupazione filo-russa,
a patto che venga fatta un richiesta ufficiale.
Richiesta ufficiale che non e' stata fatta.
“For Russia to admit they’re weak is very difficult . . . it would
  amount to an admission that they made the wrong decision,” he said."
"A $3.7bn bridge across the Kerch Strait linking Crimea with mainland
  Russia has become a conduit for trucks ferrying water for locals to
  take away in plastic containers."
Magari potrebbe anche essere l'occasione per costruire massivi
impianti di dissalazione come fanno da tempo in Australia e
tanti paesi arabi, usando l'abbondante acqua che circonda la
Crimea. E questo usando le nuove tecnologie basate sulle
fonti di energia rinnovabile. Possibile che il poderoso neo-impero
russo non sia capace di fare un impianto dimostrativo per le
modeste (rapportate alla Russia) esigenze della Crimea ?
Dopotutto, oggi se la cava con un servizio "pendolare" di autocarri.
Deboni, lei crede a un politico nazista ukraino pagato da Soros?
Chi sarebbe tale ?
Reznikov
--
Mi hanno deposto coi brogli
Roberto Deboni DMIsr
2021-08-02 11:49:23 UTC
Permalink
8>< ----
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Trump
Post by Roberto Deboni DMIsr
"Reznikov, the Ukrainian minister, said Kyiv was ready to provide
  Crimea with humanitarian assistance, including drinking water,
  which it already does for the separatist-run eastern territories,
  but no request had been made."
Cioe', l'Ucraina e' disposta a fornire acqua potabile alla Crimea,
come gia' fa ai territori orientali sotto occupazione filo-russa,
a patto che venga fatta un richiesta ufficiale.
Richiesta ufficiale che non e' stata fatta.
“For Russia to admit they’re weak is very difficult . . . it would
  amount to an admission that they made the wrong decision,” he said."
"A $3.7bn bridge across the Kerch Strait linking Crimea with mainland
  Russia has become a conduit for trucks ferrying water for locals to
  take away in plastic containers."
Magari potrebbe anche essere l'occasione per costruire massivi
impianti di dissalazione come fanno da tempo in Australia e
tanti paesi arabi, usando l'abbondante acqua che circonda la
Crimea. E questo usando le nuove tecnologie basate sulle
fonti di energia rinnovabile. Possibile che il poderoso neo-impero
russo non sia capace di fare un impianto dimostrativo per le
modeste (rapportate alla Russia) esigenze della Crimea ?
Dopotutto, oggi se la cava con un servizio "pendolare" di autocarri.
Deboni, lei crede a un politico nazista ukraino pagato da Soros?
Chi sarebbe tale ?
Reznikov
Lei afferma che Reznikov e' pagato da Soros (sul nazista suppongo
sia una questioni di opinioni e quindi inutile dibattere).
Ha qualcosa da leggere per convincermi ?

In quanto alla posizione di Reznikov sull'acqua, ho trovato una
fonte che chiarisce meglio:

<https://www.ukrinform.net/rubric-society/3159448-vice-pm-reznikov-ukraine-could-supply-water-tanks-to-crimea-if-humanitarian-crisis-emerges.html>

Cioe' se l'ONU dichiare che c'e' una crisi umanitaria,
l'Ucraina e' pronta a fornire acqua per la popolazione civile
sotto controllo ONU (affinche' non vada alle forze militari russe).

Ma anche l'ONU ha i suoi problemi con la Russia:

"The UN Human Rights Monitoring Mission in Ukraine has repeatedly
stated the need for its experts to enter the territory of the
occupied peninsula ..."

La posizione ucraiana rimane la stessa un paio di settimane fa:

<https://www.ukrinform.net/rubric-polytics/3278974-deputy-pm-reznikov-occupiers-in-crimea-want-to-take-water-from-ukraine-for-military-needs.html>

dove in sostanza implicano che la carenza di acqua e' causata
da una elevata presenza di truppe, che ovviamente consumano
anche loro acqua, e temo la tolgano alla popolazione civile.


In realta', essendo circondata dal mare, e considerando il
livello tecnologico della Russia, il problema dell'acqua potabile
e' un problema artefatto mantenuto dalla Russia.
Infatti non c'e' alcun ostacolo tecnologico affinche' la Russia
munisca le sue basi militari e le caserme provvisorie di
truppe di impianti di disalazione dell'acqua marina sufficienti
per tutti.
Ma tenere alta la tensione potrebbe servire come scusa per
aggredire un ulteriore pezzo del territorio della Ucraina,
come gia' mostrato per un motivi che in realta' era l'accesso
a risorse preziose (i bacini minerari del Donbas).


In ogni caso, una riflessione: non e' che gli Ucraina abbiano
imparato la tattica dalla Russia, che ha tolto il gas di colpo
alla Ucraina in pieno inverno ?
Trump
2021-08-02 14:13:09 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
8>< ----
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Trump
Post by Roberto Deboni DMIsr
"Reznikov, the Ukrainian minister, said Kyiv was ready to provide
  Crimea with humanitarian assistance, including drinking water,
  which it already does for the separatist-run eastern territories,
  but no request had been made."
Cioe', l'Ucraina e' disposta a fornire acqua potabile alla Crimea,
come gia' fa ai territori orientali sotto occupazione filo-russa,
a patto che venga fatta un richiesta ufficiale.
Richiesta ufficiale che non e' stata fatta.
“For Russia to admit they’re weak is very difficult . . . it would
  amount to an admission that they made the wrong decision,” he said."
"A $3.7bn bridge across the Kerch Strait linking Crimea with mainland
  Russia has become a conduit for trucks ferrying water for locals to
  take away in plastic containers."
Magari potrebbe anche essere l'occasione per costruire massivi
impianti di dissalazione come fanno da tempo in Australia e
tanti paesi arabi, usando l'abbondante acqua che circonda la
Crimea. E questo usando le nuove tecnologie basate sulle
fonti di energia rinnovabile. Possibile che il poderoso neo-impero
russo non sia capace di fare un impianto dimostrativo per le
modeste (rapportate alla Russia) esigenze della Crimea ?
Dopotutto, oggi se la cava con un servizio "pendolare" di autocarri.
Deboni, lei crede a un politico nazista ukraino pagato da Soros?
Chi sarebbe tale ?
Reznikov
Lei afferma che Reznikov e' pagato da Soros (sul nazista suppongo
sia una questioni di opinioni e quindi inutile dibattere).
Ha qualcosa da leggere per convincermi ?
In quanto alla posizione di Reznikov sull'acqua, ho trovato una
<https://www.ukrinform.net/rubric-society/3159448-vice-pm-reznikov-ukraine-could-supply-water-tanks-to-crimea-if-humanitarian-crisis-emerges.html>
Cioe' se l'ONU dichiare che c'e' una crisi umanitaria,
l'Ucraina e' pronta a fornire acqua per la popolazione civile
sotto controllo ONU (affinche' non vada alle forze militari russe).
"The UN Human Rights Monitoring Mission in Ukraine has repeatedly
stated the need for its experts to enter the territory of the
occupied peninsula ..."
<https://www.ukrinform.net/rubric-polytics/3278974-deputy-pm-reznikov-occupiers-in-crimea-want-to-take-water-from-ukraine-for-military-needs.html>
dove in sostanza implicano che la carenza di acqua e' causata
da una elevata presenza di truppe, che ovviamente consumano
anche loro acqua, e temo la tolgano alla popolazione civile.
In realta', essendo circondata dal mare, e considerando il
livello tecnologico della Russia, il problema dell'acqua potabile
e' un problema artefatto mantenuto dalla Russia.
Infatti non c'e' alcun ostacolo tecnologico affinche' la Russia
munisca le sue basi militari e le caserme provvisorie di
truppe di impianti di disalazione dell'acqua marina sufficienti
per tutti.
Ma tenere alta la tensione potrebbe servire come scusa per
aggredire un ulteriore pezzo del territorio della Ucraina,
come gia' mostrato per un motivi che in realta' era l'accesso
a risorse preziose (i bacini minerari del Donbas).
In ogni caso, una riflessione: non e' che gli Ucraina abbiano
imparato la tattica dalla Russia, che ha tolto il gas di colpo
alla Ucraina in pieno inverno ?
Reznikov fa parte di un governo nazista con premier sempre ebrei dal
golpe sanguinario del 2014.

Faccia lei, la Nulland ebrea ha affermato che han speso 5 miliardi per
il golpe.
In Ukraina ci sono le sfilate noturne con le fiaccole dei nazisti.
--
Mi hanno deposto coi brogli
The Exalted
2021-07-31 12:47:37 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
All'inizio nel leggere la notizia sembra una estorsione
<https://www.ft.com/content/5eda71fc-d678-41cd-ac5a-d7f324e19441>
"Russia has accused Ukraine of “genocide” over the building of a
concrete dam across the North Crimean Canal, in addition to the
existing sandbag and earth dam that was built in 2014."
In pratica l'acqua potabile consumata in Crimea proveniva
in buona parte dalla Ucraina, tramite un canale costruito
appositamente in tempi sovietici.
La Russia si e' rivolta alla Corte Europea dei Diritti Umani
e il governatore della Crimea vuole chiedere 1'500 miliardi
“Kyiv has essentially used Crimea’s infrastructure dependence on
Ukraine, which came about in the Soviet era, as a weapon of mass
destruction against all Crimeans. The water blockade is an act of
state terrorism and ecocide, but the international community is
failing to notice the Kyiv regime’s crimes,” Sergei Aksyonov, the
peninsula’s governor, said in written comments to the Financial
Times."
Arma di distruzione di massa ? Andiamo bene ...
"Reznikov, the Ukrainian minister, said Kyiv was ready to provide
Crimea with humanitarian assistance, including drinking water,
which it already does for the separatist-run eastern territories,
but no request had been made."
Cioe', l'Ucraina e' disposta a fornire acqua potabile alla Crimea,
come gia' fa ai territori orientali sotto occupazione filo-russa,
a patto che venga fatta un richiesta ufficiale.
Richiesta ufficiale che non e' stata fatta.
“For Russia to admit they’re weak is very difficult . . . it would
amount to an admission that they made the wrong decision,” he said."
"A $3.7bn bridge across the Kerch Strait linking Crimea with mainland
Russia has become a conduit for trucks ferrying water for locals to
take away in plastic containers."
Magari potrebbe anche essere l'occasione per costruire massivi
impianti di dissalazione come fanno da tempo in Australia e
tanti paesi arabi, usando l'abbondante acqua che circonda la
Crimea. E questo usando le nuove tecnologie basate sulle
fonti di energia rinnovabile. Possibile che il poderoso neo-impero
russo non sia capace di fare un impianto dimostrativo per le
modeste (rapportate alla Russia) esigenze della Crimea ?
Dopotutto, oggi se la cava con un servizio "pendolare" di autocarri.
Ho sempre sospettato che tu sia un fascionazista
--
[CFWS]
Roberto Deboni DMIsr
2021-08-01 08:30:53 UTC
Permalink
Post by The Exalted
Post by Roberto Deboni DMIsr
All'inizio nel leggere la notizia sembra una estorsione
<https://www.ft.com/content/5eda71fc-d678-41cd-ac5a-d7f324e19441>
"Russia has accused Ukraine of “genocide” over the building of a
  concrete dam across the North Crimean Canal, in addition to the
  existing sandbag and earth dam that was built in 2014."
In pratica l'acqua potabile consumata in Crimea proveniva
in buona parte dalla Ucraina, tramite un canale costruito
appositamente in tempi sovietici.
La Russia si e' rivolta alla Corte Europea dei Diritti Umani
e il governatore della Crimea vuole chiedere 1'500 miliardi
“Kyiv has essentially used Crimea’s infrastructure dependence on
  Ukraine, which came about in the Soviet era, as a weapon of mass
  destruction against all Crimeans. The water blockade is an act of
  state terrorism and ecocide, but the international community is
  failing to notice the Kyiv regime’s crimes,” Sergei Aksyonov, the
  peninsula’s governor, said in written comments to the Financial
  Times."
Arma di distruzione di massa ? Andiamo bene ...
"Reznikov, the Ukrainian minister, said Kyiv was ready to provide
  Crimea with humanitarian assistance, including drinking water,
  which it already does for the separatist-run eastern territories,
  but no request had been made."
Cioe', l'Ucraina e' disposta a fornire acqua potabile alla Crimea,
come gia' fa ai territori orientali sotto occupazione filo-russa,
a patto che venga fatta un richiesta ufficiale.
Richiesta ufficiale che non e' stata fatta.
“For Russia to admit they’re weak is very difficult . . . it would
  amount to an admission that they made the wrong decision,” he said."
"A $3.7bn bridge across the Kerch Strait linking Crimea with mainland
  Russia has become a conduit for trucks ferrying water for locals to
  take away in plastic containers."
Magari potrebbe anche essere l'occasione per costruire massivi
impianti di dissalazione come fanno da tempo in Australia e
tanti paesi arabi, usando l'abbondante acqua che circonda la
Crimea. E questo usando le nuove tecnologie basate sulle
fonti di energia rinnovabile. Possibile che il poderoso neo-impero
russo non sia capace di fare un impianto dimostrativo per le
modeste (rapportate alla Russia) esigenze della Crimea ?
Dopotutto, oggi se la cava con un servizio "pendolare" di autocarri.
Ho sempre sospettato che tu sia un fascionazista
Perche' ?
brif 2014
2021-08-01 10:04:36 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
All'inizio nel leggere la notizia sembra una estorsione
Egregio Deboni, lei arriva con sette anni di ritardo :-).
E con un articolo del Financial Time, noto foglio equilibrato e non
anti-federazione russa -:) che scrive che "le truppe russe hanno
sequestrato la Crimea dall'Ucraina."
Favoloso.
Basterebbe questo per far perdere di credibilità al giornalista
di Financial Time che ha scritto questo articolo.

Per il Financial Time diventa "un sequestro delle truppe russe"
il referendum con il quale i crimeani hanno espresso la loro libera
volontà di non stare sotto un Paese in cui era avvenuto un colpo
di Stato in chiave di rollback di Mosca, finanziato ed organizzato
da USA e inizialmente sviluppato con milizie neo-naziste di Pravji
Sektor.

Vede egregio, non viene messa in dubbio la volontà espressa nel
referendum, casomai viene messa in dubbio la liceità del distacco
della Repubblica autonoma di Crimea dall'Ucraina.

Piuttosto, mi dica egregio Deboni, anche il Kosovo è stato sequestrato alla Serbia?

Nel merito.
Premesso che in Crimea nessuno muore di sete, il blocco risale al 2014-2015.
Fino al 2014, circa l'85% del fabbisogno di acqua dolce della Crimea veniva
fornito dall'acqua del Dnepr, proveniente dal Canale della Crimea settentrionale.
Dopo che la Crimea è entrata a far parte della Russia, l'Ucraina ha chiuso il canale.
Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha più volte sottolineato che il blocco
idrico della Crimea, organizzato dall'Ucraina, viola le convenzioni europee e internazionali.

Comunque le risorse idriche interne alla Crimea erano tali che nessuno “moriva di sete”,
egregio Deboni.
Questa sciocchezza non la scrive manco Financial Time.

Da metà ottobre 2020 è iniziata l'attuazione del piano per garantire l'approvvigionamento
idrico della Repubblica di Crimea e di Sebastopoli, piano approvato dal governo della
Federazione Russa.
Il piano, tra le altre cose, prevede la perforazione di nuovi pozzi, la riparazione delle
reti di approvvigionamento idrico, la costruzione di impianti di desalinizzazione (secondo
quanto suggerito da un grillo parlante), un dispositivo di trattamento delle acque reflue
e la costruzione di impianti di presa dell'acqua sul fiume Belbek a Sebastopoli.

All'inizio di giugno, il vice primo ministro della Federazione Russa Marat Khusnullin
ha affermato che il problema di fornire acqua potabile ai residenti della Crimea è stato
sostanzialmente risolto.

Comunque la questione CEDU è vera, ma non soltanto per il blocco del canale idrico.
L' Ufficio del Procuratore Generale della Federazione Russa ha inviato il primo ricorso
interstatale del Paese alla Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) , in cui accusa
l'Ucraina di aver violato la Convenzione del Consiglio d'Europa per la salvaguardia
dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali.
Il documento riguarda una serie di violazioni, tra cui la morte di civili durante il colpo
di stato in Ucraina, gli assassinati alla Camera dei Sindacati di Odessa nel 2014 e durante
la guerra nel Donbass, la discriminazione contro la popolazione di lingua russa dell'Ucraina
e il blocco idrico della Crimea.

cut
Post by Roberto Deboni DMIsr
Magari potrebbe anche essere l'occasione per costruire massivi
impianti di dissalazione come fanno da tempo in Australia e
tanti paesi arabi, usando l'abbondante acqua che circonda la
Crimea. E questo usando le nuove tecnologie basate sulle
fonti di energia rinnovabile. Possibile che il poderoso neo-impero
russo non sia capace di fare un impianto dimostrativo per le
modeste (rapportate alla Russia) esigenze della Crimea ?
:-)
Post by Roberto Deboni DMIsr
Dopotutto, oggi se la cava con un servizio "pendolare" di autocarri.
Che è una sciocchezza...come il sequestro della Crimea da parte delle truppe russe.

brif
Continua a leggere su narkive:
Loading...