Discussione:
Un pianeta al suicidio di massa! [la foto dal satellite]
(troppo vecchio per rispondere)
L
2010-04-30 23:15:23 UTC
Permalink
http://tv.repubblica.it/dossier/marea-nera-louisiana/louisiana-l-avanzata-della-marea-nera/46401?video

Ora qualcuno ci venga a raccontare che è un incidente imprevedibile che
una piattaforma petrolifera possa prendere fuoco o una centrale nucleare
possa subire un attentato ..

Sono situazioni che sono nell'orizzonte degli eventi possibili o siamo
nella fantascienza?

Perché -allora- non sono state previste procedure per tutelarsi da ciò?

Perché se rubi una mela vai in galera.

Se distruggi un pianeta .. è stata una disgrazia ..

Ci aspetta però una notte buia in cui cominceremo a scontare la nostra
ignavia e avere avuto il culto del potere anziché quello della
giustizia.


Salute e felicità (mistica), la materia ormai è andata .. (non tanto per
la chiazza attuale, ma per l'impunità verso coloro che ritengo
ammissibili di tutti i disastri ambientali che quindi continueranno fino
alla dissoluzione completa)

Non siete su scherzi a parte!

State osservando un pianeta al suicidio di massa!

.. la foto dal satellite:

http://tv.repubblica.it/dossier/marea-nera-louisiana/louisiana-l-avanzata-della-marea-nera/46401?video

L
shellenberg
2010-04-30 23:23:10 UTC
Permalink
http://tv.repubblica.it/dossier/marea-nera-louisiana/louisiana-l-avan...
Ora qualcuno ci venga a raccontare che è un incidente imprevedibile che
una piattaforma petrolifera possa prendere fuoco o una centrale nucleare
possa subire un attentato ..
Sono situazioni che sono nell'orizzonte degli eventi possibili o siamo
nella fantascienza?
Perché -allora- non sono state previste procedure per tutelarsi da ciò?
Perché se rubi una mela vai in galera.
Se distruggi un pianeta .. è stata una disgrazia ..
Ci aspetta però una notte buia in cui cominceremo a scontare la nostra
ignavia e avere avuto il culto del potere anziché quello della
giustizia.
Salute e felicità (mistica), la materia ormai è andata .. (non tanto per
la chiazza attuale, ma per l'impunità verso coloro che ritengo
ammissibili di tutti i disastri ambientali che quindi continueranno fino
alla dissoluzione completa)
Non siete su scherzi a parte!
State osservando un pianeta al suicidio di massa!
http://tv.repubblica.it/dossier/marea-nera-louisiana/louisiana-l-avan...
SOTTOSCRIVO FINO ALL'ULTIMA RIGA
MA DOBBIAMO TUTTI FARE UN PASSO INDIETRO PER FERMARE QUESTO SCHIFO
L
2010-04-30 23:45:35 UTC
Permalink
Post by shellenberg
http://tv.repubblica.it/dossier/marea-nera-louisiana/louisiana-l-avan...
Ora qualcuno ci venga a raccontare che è un incidente imprevedibile che
una piattaforma petrolifera possa prendere fuoco o una centrale nucleare
possa subire un attentato ..
Sono situazioni che sono nell'orizzonte degli eventi possibili o siamo
nella fantascienza?
Perché -allora- non sono state previste procedure per tutelarsi da ciò?
Perché se rubi una mela vai in galera.
Se distruggi un pianeta .. è stata una disgrazia ..
Ci aspetta però una notte buia in cui cominceremo a scontare la nostra
ignavia e avere avuto il culto del potere anziché quello della
giustizia.
Salute e felicità (mistica), la materia ormai è andata .. (non tanto per
la chiazza attuale, ma per l'impunità verso coloro che ritengo
ammissibili di tutti i disastri ambientali che quindi continueranno fino
alla dissoluzione completa)
Non siete su scherzi a parte!
State osservando un pianeta al suicidio di massa!
http://tv.repubblica.it/dossier/marea-nera-louisiana/louisiana-l-avan...
SOTTOSCRIVO FINO ALL'ULTIMA RIGA
MA DOBBIAMO TUTTI FARE UN PASSO INDIETRO PER FERMARE QUESTO SCHIFO
Shellenberg ti ringrazio della solidarietà e della sensibilità, ma
scusami se ti dico con franchezza la mia idea:

"Non è più tempo dei passi indietro, ma di fare dei passi in avanti".

La cosa pubblica non è della banda del buco (in questo caso in mare) e
presto nel nostro cervello.

La cosa pubblica è pubblica.

E' anche un problema nostro, di ciascuno, come _primo_ problema.

Se permetti che passino con in carri armati sopra i ragazzi stesi per
terra a Piazza Tienanmen, non hai ragioni di lamentarti quando la Cina
reintroduce la schiavitù come mezzo di concorrenza sui mercati mondiali
con la desertificazione dal diritto al lavoro, alla casa, al futuro.

Perché gli schiavi non hanno diritto di parola.

E noi abbiamo permesso che la schiavitù fosse usata come mezzo di
"ottimizzazione" della produzione e dell'accumulo del capitale.

Ora possiamo solo pagare per la corsa al ribasso che ha il suo limite
solo sulla morte di chi è sfruttato per mancanza di cibo, delle garanzie
minime di convivenza civile. (.. se lasciamo le cose alla loro inerzia
del modo attuale di fare).

Abbiamo una società da _ri-progettare_ se ne avremo ancora il tempo.

E molta strada -quindi- da fare, se ne avremo ancora il tempo.

Ma non è più il tempo di "lasciare che il ladrone imperversi" come dice
Ivano Fossati nella guerra dell'acqua.

I ladri sanno solo fare razzia, non sanno costruire ricchezza.

Lasciare il potere in mano dei ladri ecco il delitto che non può
lasciarci un futuro.

Ciao,

L


shellenberg
2010-05-01 12:21:33 UTC
Permalink
Post by L
Post by shellenberg
http://tv.repubblica.it/dossier/marea-nera-louisiana/louisiana-l-avan...
Ora qualcuno ci venga a raccontare che è un incidente imprevedibile che
una piattaforma petrolifera possa prendere fuoco o una centrale nucleare
possa subire un attentato ..
Sono situazioni che sono nell'orizzonte degli eventi possibili o siamo
nella fantascienza?
Perché -allora- non sono state previste procedure per tutelarsi da ciò?
Perché se rubi una mela vai in galera.
Se distruggi un pianeta .. è stata una disgrazia ..
Ci aspetta però una notte buia in cui cominceremo a scontare la nostra
ignavia e avere avuto il culto del potere anziché quello della
giustizia.
Salute e felicità (mistica), la materia ormai è andata .. (non tanto per
la chiazza attuale, ma per l'impunità verso coloro che ritengo
ammissibili di tutti i disastri ambientali che quindi continueranno fino
alla dissoluzione completa)
Non siete su scherzi a parte!
State osservando un pianeta al suicidio di massa!
http://tv.repubblica.it/dossier/marea-nera-louisiana/louisiana-l-avan...
SOTTOSCRIVO FINO ALL'ULTIMA RIGA
MA DOBBIAMO TUTTI FARE UN PASSO INDIETRO PER FERMARE QUESTO SCHIFO
Shellenberg ti ringrazio della solidarietà e della sensibilità, ma
"Non è più tempo dei passi indietro, ma di fare dei passi in avanti".
La cosa pubblica non è della banda del buco (in questo caso in mare) e
presto nel nostro cervello.
Perché gli schiavi non hanno diritto di parola.
E noi abbiamo permesso che la schiavitù fosse usata come mezzo di
"ottimizzazione" della produzione e dell'accumulo del capitale.
Consentimi di esprimere la mia opinione al riguardo, certo che non la
condividerai ma almeno potrai capire cosa io considero errato nel tuo
approccio alla realtà.
Naturalmente non pretendo di convincerti ne penso che tu sia il
burattino di chissa quali complotti,
sono certo che tu creda fermamente a quello che vai sostenendo e sono
altrettanto certo che ti anima uno spirito di compassione nei
confronti di coloro che consideri schiavi, non di meno voglio esporti
il mio pensiero sperando che tu capisca che le stesse le mie ragioni.

Tu vai sostenendo, e con te tutti coloro che vedono nel capitalismo il
peggiore dei mali, che il dramma della nostra epoca è la
massimizzazione del profitto ed il conseguente sfruttamento delle
masse ridotte per questo in schiavitù, come ulteriore conseguenza esso
avrebbe comportato drammatici danni all'ambiente e forse anche
un'imbarbarimento delle società.

Ora cerchiamo di analizzare i fatti uno per volta.
Il capitalismo, pur nella consapevolezza che una definizione esaustiva
del termine prevede diverse possibili accezioni possiamo dire che con
questo termine intendiamo la concentrazione di grandi ricchezze in
relativamente poche mani.
Ora io osservo che questo fenomeno non è nuovo, la propensione
all'accumulo di risorse personali è connaturato all'individuo, e
probabilmente anche in epoche non storiche questo fenomeno sia stato
sempre largamente diffuso.
Lo sfruttamento dell'uomo sull'uomo, anche questo non è un fenomeno
nuovo anzi direi che salvo qualche eccezione oggi il fenomeno è
abbastanza limitato.
Sfruttamento può significare molte cose, dalla schiavitù alla
collaborazione in diversa misura essa è e sarà sempre presente, quello
che eventualmente cambia è appunto il grado di sfruttamento ed il
numero di individui che nel bilancio dare avere hanno un saldo
attivo.
Non intendo in questa sede discutere se tutto questo sia giusto o sia
sbagliato, e non credo nemmeno che abbia molto senso, inoltre questi
sono argomenti che richiedono uno spazio maggiore e molto tempo per
essere analizzati. Quello che mi preme è invece discutere di come
questi fenomeni incidano sulla nostra attuale condizione e delle
conseguenze che tutto ciò ha sull'ambiente.
In altra sede ho sostenuto che il vero socialismo si realizza
compiutamente solo in un sistema capitalistconsumistico, perché se
pure è vero che il socialismo individua nella equa ridistribuzione del
profitto uno dei suoi obbiettivi è altrettanto vero, ma molto più
importante, che la vera questione verte sull'accesso alle risorse in
maniera equa per tutti.
Ora tu capisci che questo è il nodo della questione, poichè se un tale
sistema viene ottimizzato, sulla base della ricerca del profitto,
consentendo ad un relativamente piccolo numero di individui di
accumulare ricchezze, è ancora più vero che la produzione per
soddisfare l'enorme richiesta di beni delle persone comuni, è di
diversi ordini di grandezza maggiore ed è chiaro a chiunque lo voglia
capire che anche eliminando qualche decina di migliaia di Yacht o di
elicotteri o macchine di lusso ecc.. il problema rimarrebbe tale e
quale, anzi forse sarebbe anche peggio.
Perché vedi le piattaforme petrolifere scavano pozzi ed estraggono
miliardi di barili di greggio, dalle miniere si estraggono milioni di
tonnellate di materie prime, e tutto questo non serve per fare il
pieno alle barche del miliardario di turno ma serve nella la
stragrande maggioranza dei casi a soddisfare la richiesta di beni di
coloro che tu definisci schiavi.
Quindi caro L il comunismo è la madre di tutte le nostre tragedie e si
realizza compiutamente solo attraverso le società consumistiche, mi
rendo conto che potresti rimanere turbato da una simile affermazione
ma io la penso in questo modo e fino a quando nessuno mi dimostrerà
dove sbaglio, continuerò a pensarla così.

ps
io una soluzione l'avrei trovata ma o è una stupidata(visto che non se
la è filata nessuno in questo pur dotto ng) oppure non sono maturi i
tempi, ma questo lo sapremo solo vivendo.
Post by L
Abbiamo una società da _ri-progettare_ se ne avremo ancora il tempo.
E molta strada -quindi- da fare, se ne avremo ancora il tempo.
Ma non è più il tempo di "lasciare che il ladrone imperversi" come dice
Ivano Fossati nella guerra dell'acqua.
I ladri sanno solo fare razzia, non sanno costruire ricchezza.
Lasciare il potere in mano dei ladri ecco il delitto che non può
lasciarci un futuro.
Ciao,
L
http://youtu.be/bBkkmeQIgu4
L
2010-05-01 14:48:26 UTC
Permalink
Post by shellenberg
Post by L
Post by shellenberg
http://tv.repubblica.it/dossier/marea-nera-louisiana/louisiana-l-avan...
Ora qualcuno ci venga a raccontare che è un incidente imprevedibile che
una piattaforma petrolifera possa prendere fuoco o una centrale nucleare
possa subire un attentato ..
Sono situazioni che sono nell'orizzonte degli eventi possibili o siamo
nella fantascienza?
Perché -allora- non sono state previste procedure per tutelarsi da ciò?
Perché se rubi una mela vai in galera.
Se distruggi un pianeta .. è stata una disgrazia ..
Ci aspetta però una notte buia in cui cominceremo a scontare la nostra
ignavia e avere avuto il culto del potere anziché quello della
giustizia.
Salute e felicità (mistica), la materia ormai è andata .. (non tanto per
la chiazza attuale, ma per l'impunità verso coloro che ritengo
ammissibili di tutti i disastri ambientali che quindi continueranno fino
alla dissoluzione completa)
Non siete su scherzi a parte!
State osservando un pianeta al suicidio di massa!
http://tv.repubblica.it/dossier/marea-nera-louisiana/louisiana-l-avan...
SOTTOSCRIVO FINO ALL'ULTIMA RIGA
MA DOBBIAMO TUTTI FARE UN PASSO INDIETRO PER FERMARE QUESTO SCHIFO
Shellenberg ti ringrazio della solidarietà e della sensibilità, ma
"Non è più tempo dei passi indietro, ma di fare dei passi in avanti".
La cosa pubblica non è della banda del buco (in questo caso in mare) e
presto nel nostro cervello.
Perché gli schiavi non hanno diritto di parola.
E noi abbiamo permesso che la schiavitù fosse usata come mezzo di
"ottimizzazione" della produzione e dell'accumulo del capitale.
Consentimi di esprimere la mia opinione al riguardo, certo che non la
condividerai ma almeno potrai capire cosa io considero errato nel tuo
approccio alla realtà.
Naturalmente non pretendo di convincerti ne penso che tu sia il
burattino di chissa quali complotti,
sono certo che tu creda fermamente a quello che vai sostenendo e sono
altrettanto certo che ti anima uno spirito di compassione nei
confronti di coloro che consideri schiavi, non di meno voglio esporti
il mio pensiero sperando che tu capisca che le stesse le mie ragioni.
Tu vai sostenendo, e con te tutti coloro che vedono nel capitalismo il
peggiore dei mali, che il dramma della nostra epoca è la
massimizzazione del profitto ed il conseguente sfruttamento delle
masse ridotte per questo in schiavitù, come ulteriore conseguenza esso
avrebbe comportato drammatici danni all'ambiente e forse anche
un'imbarbarimento delle società.
Ora cerchiamo di analizzare i fatti uno per volta.
Il capitalismo, pur nella consapevolezza che una definizione esaustiva
del termine prevede diverse possibili accezioni possiamo dire che con
questo termine intendiamo la concentrazione di grandi ricchezze in
relativamente poche mani.
Ora io osservo che questo fenomeno non è nuovo, la propensione
all'accumulo di risorse personali è connaturato all'individuo, e
probabilmente anche in epoche non storiche questo fenomeno sia stato
sempre largamente diffuso.
Lo sfruttamento dell'uomo sull'uomo, anche questo non è un fenomeno
nuovo anzi direi che salvo qualche eccezione oggi il fenomeno è
abbastanza limitato.
Sfruttamento può significare molte cose, dalla schiavitù alla
collaborazione in diversa misura essa è e sarà sempre presente, quello
che eventualmente cambia è appunto il grado di sfruttamento ed il
numero di individui che nel bilancio dare avere hanno un saldo
attivo.
Non intendo in questa sede discutere se tutto questo sia giusto o sia
sbagliato, e non credo nemmeno che abbia molto senso, inoltre questi
sono argomenti che richiedono uno spazio maggiore e molto tempo per
essere analizzati. Quello che mi preme è invece discutere di come
questi fenomeni incidano sulla nostra attuale condizione e delle
conseguenze che tutto ciò ha sull'ambiente.
In altra sede ho sostenuto che il vero socialismo si realizza
compiutamente solo in un sistema capitalistconsumistico,
condivido sul concetto di post-qualchecosa

necessita però specificare cosa sia il "post-qualchecosa"
Post by shellenberg
perché se
pure è vero che il socialismo individua nella equa ridistribuzione del
profitto uno dei suoi obbiettivi è altrettanto vero, ma molto più
importante, che la vera questione verte sull'accesso alle risorse in
maniera equa per tutti.
..e fin qui siamo all'analisi..
Post by shellenberg
Ora tu capisci che questo è il nodo della questione, poichè se un tale
sistema viene ottimizzato, sulla base della ricerca del profitto,
consentendo ad un relativamente piccolo numero di individui di
accumulare ricchezze, è ancora più vero che la produzione per
soddisfare l'enorme richiesta di beni delle persone comuni, è di
diversi ordini di grandezza maggiore ed è chiaro a chiunque lo voglia
capire che anche eliminando qualche decina di migliaia di Yacht o di
elicotteri o macchine di lusso ecc.. il problema rimarrebbe tale e
quale, anzi forse sarebbe anche peggio.
Perché vedi le piattaforme petrolifere scavano pozzi ed estraggono
miliardi di barili di greggio, dalle miniere si estraggono milioni di
tonnellate di materie prime, e tutto questo non serve per fare il
pieno alle barche del miliardario di turno ma serve nella la
stragrande maggioranza dei casi a soddisfare la richiesta di beni di
coloro che tu definisci schiavi.
Quindi caro L il comunismo è la madre di tutte le nostre tragedie e si
realizza compiutamente solo attraverso le società consumistiche, mi
rendo conto che potresti rimanere turbato da una simile affermazione
ma io la penso in questo modo e fino a quando nessuno mi dimostrerà
dove sbaglio, continuerò a pensarla così.
ps
io una soluzione l'avrei trovata ma o è una stupidata(visto che non se
la è filata nessuno in questo pur dotto ng) oppure non sono maturi i
tempi, ma questo lo sapremo solo vivendo.
Dunque:

Io non sono né per il comunismo e né per il capitalismo e né per
qualunque -ismo.

Necessita la _progettazione_ di un (qualunque) processo.

Necessita un COME.

Costruire una centrale nucleare o un pozzo di petrolio si può fare
rispettivamente come a Chernobyl e al largo della Luisiana dalla British
Petrolium, ergo generare un disastro.

Il problema non è in *chi* la costruisce: ma in _come_.

Ho l'impressione di vivere in una società de-cerebrata, che oltre
all'analisi non sa vedere il futuro.

Per il futuro se voglio attraversare un fiume devo spiegare "COME".

Altrimenti posso correre il rischio di annegare se lo passo sempre a
nuoto e anche se sono un bravo nuotare c'è sempre il caso che non tutti
lo siano e attraversarlo a nuoto sia sempre la cosa più razionale.

Ma possibile mai che siamo ancora alle categorie del '900 con
comunismo/capitalismo.

Quella è l'analasi storica.

Ora c'è da progettare il futuro!

Si parte dalla analisi ma una analisi fine a se stessa è merda, serve
solo per occupare spazio/tempo inutilmente, o fare dire a Mr B che è
tutta colpa del complotto dei comunisti se qualcosa va male, e poi
comprare tecnologia nucleare da un comunista ed ex capo dei servizi
segreti russi (kgb).

E' la fiera degli stereotipi, la canzoncina per il popolo bue.

Il livello della politica è dire "come si risolvono i problemi" .. non
solo per gli amici della Polverini, ma per tutti, ciascuno con il suo
specifico, ciascuno con il suo diritto a uno spazio espressivo.

Partiamo dai fatti:



E poi non produciamo chiacchiere.

I pozzi di petrolio -ad esempio- vanno progettati con un sistema di
controllo primario e secondario di sicurezza telecomandato per la
chiusura delle valvole di flusso.

E così le centrali potrebbero pure essere installate, ma con gente ha il
concetto di responsabilità delle loro azioni.

Non con gente che grida al complotto anziché spiegare come mai dopo il
restauro della Impregilo è crollata la casa dello studente a L'Aquila in
testa agli studenti e la cricca di Bertolaso rideva per gli appalti.





Ci vuole uno stomaco a parte per guardare la fognatura che è oggi la
politica italiana, ma se non si parte dalla verità che ci risulta non
andiamo da nessuna parte e presto la storia farà giustizia della specie
umana non adatta a vivere su un pianeta vivente, poiché non amava la
vita -ma la morte- (se così si permetterà ad una ciurma che è nella
stanza dei bottoni) come una delle possibilità di organizzazione sociale
applicata ai minus habens, il popolo bue.

La massificazione miope di tali strategie di distruzione presto uscirà
fuori controllo senza possibilità di rimedio, salvo accedere al concetto
di stare ai fatti e rendere inoffensivi i mitomani e i criminali.


Salute e felicità,

L
Raffaele Benzi
2010-05-01 15:44:39 UTC
Permalink
Post by L
Ci vuole uno stomaco a parte per guardare la fognatura che è oggi la
politica italiana, ma se non si parte dalla verità che ci risulta non
andiamo da nessuna parte e presto la storia farà giustizia della specie
umana non adatta a vivere su un pianeta vivente, poiché non amava la
vita -ma la morte- (se così si permetterà ad una ciurma che è nella
stanza dei bottoni) come una delle possibilità di organizzazione sociale
applicata ai minus habens, il popolo bue.
La massificazione miope di tali strategie di distruzione presto uscirà
fuori controllo senza possibilità di rimedio, salvo accedere al concetto
di stare ai fatti e rendere inoffensivi i mitomani e i criminali.
Per un miliardo di abitanti a crescita zero, io ho tutte le soluzioni per
tutti
i problemi.

Temo che non ti piaccia la soluzione del COME farli diventare un miliardo.
Direi che sia molto ...marina.


Raffaele
shellenberg
2010-05-01 16:49:08 UTC
Permalink
Post by shellenberg
Post by shellenberg
Post by L
Post by shellenberg
http://tv.repubblica.it/dossier/marea-nera-louisiana/louisiana-l-avan...
SOTTOSCRIVO FINO ALL'ULTIMA RIGA
MA DOBBIAMO TUTTI FARE UN PASSO INDIETRO PER FERMARE QUESTO SCHIFO
Shellenberg ti ringrazio della solidarietà e della sensibilità, ma
"Non è più tempo dei passi indietro, ma di fare dei passi in avanti".
La cosa pubblica non è della banda del buco (in questo caso in mare) e
presto nel nostro cervello.
Perché gli schiavi non hanno diritto di parola.
E noi abbiamo permesso che la schiavitù fosse usata come mezzo di
"ottimizzazione" della produzione e dell'accumulo del capitale.
Non intendo in questa sede discutere se tutto questo sia giusto o sia
Post by shellenberg
sbagliato, e non credo nemmeno che abbia molto senso, inoltre questi
sono argomenti che richiedono uno spazio maggiore e molto tempo per
essere analizzati. Quello che mi preme è invece discutere di come
questi fenomeni incidano sulla nostra attuale condizione e delle
conseguenze che tutto ciò ha sull'ambiente.
In altra sede ho sostenuto che il vero socialismo si realizza
compiutamente solo in un sistema capitalistconsumistico,
condivido sul concetto di post-qualchecosa
necessita però specificare cosa sia il "post-qualchecosa"
Post by shellenberg
perché se
pure è vero che il socialismo individua nella equa ridistribuzione del
profitto uno dei suoi obbiettivi è altrettanto vero, ma molto più
importante, che la vera questione verte sull'accesso alle risorse in
maniera equa per tutti.
..e fin qui siamo all'analisi..
Post by shellenberg
Ora tu capisci che questo è il nodo della questione, poichè se un tale
sistema viene ottimizzato, sulla base della ricerca del profitto,
consentendo ad un relativamente piccolo numero di individui di
accumulare ricchezze, è ancora più vero che la produzione per
soddisfare l'enorme richiesta di beni delle persone comuni, è di
diversi ordini di grandezza maggiore ed è chiaro a chiunque lo voglia
capire che anche eliminando qualche decina di migliaia di Yacht o di
elicotteri o macchine di lusso ecc.. il problema rimarrebbe tale e
quale, anzi forse sarebbe anche peggio.
Perché vedi le piattaforme petrolifere scavano pozzi ed estraggono
miliardi di barili di greggio, dalle miniere si estraggono milioni di
tonnellate di materie prime, e tutto questo non serve per fare il
pieno alle barche del miliardario di turno ma serve nella la
stragrande maggioranza dei casi a soddisfare la richiesta di beni di
coloro che tu definisci schiavi.
Quindi caro L il comunismo è la madre di tutte le nostre tragedie e si
realizza compiutamente solo attraverso le società consumistiche, mi
rendo conto che potresti rimanere turbato da una simile affermazione
ma io la penso in questo modo e fino a quando nessuno mi dimostrerà
dove sbaglio, continuerò a pensarla così.
ps
io una soluzione l'avrei trovata ma o è una stupidata(visto che non se
la è filata nessuno in questo pur dotto ng) oppure non sono maturi i
tempi, ma questo lo sapremo solo vivendo.
Io non sono né per il comunismo e né per il capitalismo e né per
qualunque -ismo.
Chiariscimi bene questa parte, tu condividi la mia analisi?
Se la condividi anche solo in parte sei d'accordo sul fatto che il
problema non stà tanto in CHI governa ma in COSA si governa?
Perchè vedi una cosa è certa lo insegna la storia, la politica non ha
idee e non può averne, al massimo governa, più o meno bene, le idee
che la società produce.
Post by shellenberg
Necessita la _progettazione_ di un (qualunque) processo.
Necessita un COME.
Costruire una centrale nucleare o un pozzo di petrolio si può fare
rispettivamente come a Chernobyl e al largo della Luisiana dalla British
Petrolium, ergo generare un disastro.
Il problema non è in *chi* la costruisce: ma in _come_.
Può essere ma allora in questo caso non si tratta di rifondare il
sistema ma semplicemente di migliorarlo.
Ed io non credo che questa sia una soluzione definitiva, io credo che
siamo pronti a progettare qualche cosa di completamente nuovo, che sia
in grado di superare tutte le contraddizioni che il mondo di oggi
presenta.
Post by shellenberg
Ho l'impressione di vivere in una società de-cerebrata, che oltre
all'analisi non sa vedere il futuro.
Per il futuro se voglio attraversare un fiume devo spiegare "COME".
Altrimenti posso correre il rischio di annegare se lo passo sempre a
nuoto e anche se sono un bravo nuotare c'è sempre il caso che non tutti
lo siano e attraversarlo a nuoto sia sempre la cosa più razionale.
Ma possibile mai che siamo ancora alle categorie del '900 con
comunismo/capitalismo.
Consentimi una piccola nota polemica, se condividi la mia analisi
non puoi non ammettere che si è individuato nel capitalismo un nemico
che tale in realtà non è,
visto che credo di aver dimostrato esso(il capitalismo) abbia
esclusivamente una funzione ottimizzatrice di ciò che in realtà è
funzionale alla realizzazione del socialismo.
Post by shellenberg
Quella è l'analasi storica.
OK passiamo oltre
Post by shellenberg
Ora c'è da progettare il futuro!
Si parte dalla analisi ma una analisi fine a se stessa è merda, serve
solo per occupare spazio/tempo inutilmente, o fare dire a Mr B che è
tutta colpa del complotto dei comunisti se qualcosa va male, e poi
comprare tecnologia nucleare da un comunista ed ex capo dei servizi
segreti russi (kgb).
Lascia stare berlusconi, il problema non è italiano e come ti ho detto
non è un problema politico
mr B non è il demonio e non è un'intellettuale, egli è solo il
risultato migliore di una modello che fa del successo economico
la misura di tutte le cose.
Probabilmente per portarci a questo punto della storia umana era
necessario che uomini come lui potessero perseguire le proprie
ambizioni, ora è giunto il momento di andare oltre, come ti ho detto è
dalla società che devono arrivare nuove idee.
Post by shellenberg
E' la fiera degli stereotipi, la canzoncina per il popolo bue.
Il popolo è sempre bue e non perchè segua il berlusconi o il prodi di
turno ma perchè quella è la sua natura, fattene una ragione.
Post by shellenberg
Il livello della politica è dire "come si risolvono i problemi" .. non
solo per gli amici della Polverini, ma per tutti, ciascuno con il suo
specifico, ciascuno con il suo diritto a uno spazio espressivo.
Sbagli, la politica,quella dei palazzi, può amministrare(+ o - bene)
l'ordinario e può cercare di
affrontare piccoli problemi ma non è per sua natura in grado di
cambiare il mondo.
E noi di questo stiamo parlando.
Post by shellenberg
http://youtu.be/e4XDxk28VCw
E allora ti meravigli? certo si può fare di meglio ma questo non vale
solo per la politica, vale anche per lo
schiavetto che timbra in ufficio e poi va a fare la spesa, vale per il
cassintegrato in casa popolare che piange in diretta ad annozero
mentre sullo sfondo campeggia il TV al plasma ed il pc, vale per il
vigile del mio comune che alle 11 è al ristorante in pausa pranzo,
vale per il falso cieco che guida la macchina, vale per il prof che va
in vacanza alle bermuda per riprendersi dallo stress, vale per il
carabiniere che mi multa perché non ho il cartellino dell'orario di
apertura dell'esercizio su UNA delle tre porte di ingresso(300€),
mentre all'esterno 3 poveri extracomunitari vendono merce taroccata e
senza licenza, devo andare avanti...
Post by shellenberg
E poi non produciamo chiacchiere.
I pozzi di petrolio -ad esempio- vanno progettati con un sistema di
controllo primario e secondario di sicurezza telecomandato per la
chiusura delle valvole di flusso.
Ma se i pozzi saranno migliaia inevitabilmente prima o poi il disastro
avverrà,
Le centrali nucleari, anche di ottava generazione, saranno sempre
soggette ad incidenti e se saranno migliaia prima o poi avrai comunque
altre Chernobyl
Post by shellenberg
E così le centrali potrebbero pure essere installate, ma con gente ha il
concetto di responsabilità delle loro azioni.
Non con gente che grida al complotto anziché spiegare come mai dopo il
restauro della Impregilo è crollata la casa dello studente a L'Aquila in
testa agli studenti e la cricca di Bertolaso rideva per gli appalti.
http://youtu.be/W5MxegbDRfk
http://youtu.be/5Ebwe2-f7G0
Ci vuole uno stomaco a parte per guardare la fognatura che è oggi la
politica italiana, ma se non si parte dalla verità che ci risulta non
andiamo da nessuna parte e presto la storia farà giustizia della specie
umana non adatta a vivere su un pianeta vivente, poiché non amava la
vita -ma la morte- (se così si permetterà ad una ciurma che è nella
stanza dei bottoni) come una delle possibilità di organizzazione sociale
applicata ai minus habens, il popolo bue.
Scusa L ma sei monotono ed oltretutto fuori tema, stiamo parlando di
un futuro diverso, stiamo discutendo di
un mondo migliore e tu tiri in ballo bertolaso e compagnia bella?
Ti ho già detto che il popolo è bue per sua natura, non puoi
commiserarlo quando in quanto bue alcuni lo sfruttano e insultarlo
quando non condivide le tue opinioni.
Bello mio il democratico e secondo me anche comunista:-) sei tu mica
io.
Post by shellenberg
La massificazione miope di tali strategie di distruzione presto uscirà
fuori controllo senza possibilità di rimedio, salvo accedere al concetto
di stare ai fatti e rendere inoffensivi i mitomani e i criminali.
Se l'umanità non fosse bue avrebbe gia' adottato il Neo-Razionalismo
ed introdotto il Limite di Massa Antropica ed io ora sarei a Stoccolma
e sulle banconote da 500€:-))
Post by shellenberg
Salute e felicità,
Altrettanto
Raffaele Benzi
2010-05-01 19:19:00 UTC
Permalink
Post by L
La massificazione miope di tali strategie di distruzione presto uscirà
fuori controllo senza possibilità di rimedio, salvo accedere al concetto
di stare ai fatti e rendere inoffensivi i mitomani e i criminali.
Se l'umanità non fosse bue avrebbe gia' adottato il Neo-Razionalismo
ed introdotto il Limite di Massa Antropica ed io ora sarei a Stoccolma
e sulle banconote da 500€:-))
Post by L
Salute e felicità,
Attento, con Lparmenide non caverai un ragno dal buco,
per lui i problemi si risolvono all'interno del sistema che li ha generati.

Ma questa non e' una regola valida per risolvere i problemi che ci troviamo
di fronte.
Io, non ho figli ed ho capacita' e soldi sufficienti a trovare un'isolotto
od un angolo di savana dove finire i miei giorni, ma il resto della mandria
sta
seguendo il capobranco, in corsa verso il precipizio.
Perche' e percome non mi interessano, so bene da trenta anni che
il tutto sta andando verso la discarica, questi sono gli anni delle
cornacchie,
degli uccelli saprofagi, che banchetteranno delle citta'.

Ora, qualsiasi siatema tu abbia in mente per ridurre la massa antropica,
implica
la presenza di volontari capaci di eseguire un lavoro sporco.
Qualora ti trovassi nella condizione di realizzare anche in parte il
Progetto,
fai un fischio, avrai gente capace al prezzo piu' basso della piazza.

Raffaele
L
2010-05-01 20:47:15 UTC
Permalink
Post by shellenberg
Post by L
La massificazione miope di tali strategie di distruzione presto uscirà
fuori controllo senza possibilità di rimedio, salvo accedere al concetto
di stare ai fatti e rendere inoffensivi i mitomani e i criminali.
Se l'umanità non fosse bue avrebbe gia' adottato il Neo-Razionalismo
ed introdotto il Limite di Massa Antropica ed io ora sarei a Stoccolma
e sulle banconote da 500€:-))
Post by L
Salute e felicità,
Attento, con Lparmenide non caverai un ragno dal buco,
per lui i problemi si risolvono all'interno del sistema che li ha generati.
Ma questa non e' una regola valida per risolvere i problemi che ci troviamo
di fronte.
Io, non ho figli ed ho capacita' e soldi sufficienti a trovare un'isolotto
od un angolo di savana dove finire i miei giorni, ma il resto della mandria
sta
seguendo il capobranco, in corsa verso il precipizio.
Perche' e percome non mi interessano, so bene da trenta anni che
il tutto sta andando verso la discarica, questi sono gli anni delle
cornacchie,
degli uccelli saprofagi, che banchetteranno delle citta'.
Ora, qualsiasi siatema tu abbia in mente per ridurre la massa antropica,
implica
la presenza di volontari capaci di eseguire un lavoro sporco.
Qualora ti trovassi nella condizione di realizzare anche in parte il
Progetto,
fai un fischio, avrai gente capace al prezzo piu' basso della piazza.
Raffaele
Ciao Raffaele.

Io individuerei qual'è il ragno e qual'è il buco ..

: - )

Penso che concordiamo che senza un cambio di rotta ci stiamo agevolando
un disastro, ormai lo capiscono anche i bambini.

Tu dici che ti basterà un isolotto a qualcosa del genere per "arrivare
(in salute) al gran finale", come dice Lucio Dalla in una della sue
canzoni.

Ed anche qui è una questione di prospettiva: perché darsi tanto da fare
per avviarsi verso una storia indegna di essere vissuta e che comunque
si conclude e diventa senza che ci sia nessuno che si accorgerà che sia
successo?

Siamo forse piante o animali inferiori tanto da non avere coscienza di
stare vivendo e spinti -quindi- da una spinta a vivere di cui non ci
rendiamo conto?

Un semplice lotta tra Bios & Tantos finché la donna con la falce non
abbia sopravvento al bambino che vuole conoscere e cerca la vita?

Io sento sempre di più la realtà di ciò che non è considerato
-usualmente- reale e non perché mi astraggo dalla materia, ma perché gli
chiedo di spiegarmi -alla materia- il suo modo ordinato di comportarsi e
-la materia- non mi sa rispondere .. perché abbandoni il disordine e
tenda a instaurare delle regole.

La vedo sempre più ordinata tanto più è inconsulta (pensa al moto
ordinato dei pianeti attorno a una stella o al movimento delle
galassie), perché l'arbìtrio è della mistica di ciò che si ipotizzi
(almeno in parte) *incausato*.

"Mi dirai di no o mi dirai di sì" .. c'è molto di più del nascere e del
morire e in questa breve bolla di stato coscienziale io non accetterò
nulla che non sia una risposta al diritto di cercare i perché anziché
lasciarsi morire..



Ciao

Lino
Raffaele Benzi
2010-05-01 22:03:34 UTC
Permalink
Post by L
Ciao Raffaele.
Io individuerei qual'è il ragno e qual'è il buco ..
: - )
Penso che concordiamo che senza un cambio di rotta ci stiamo agevolando
un disastro, ormai lo capiscono anche i bambini.
Tu dici che ti basterà un isolotto a qualcosa del genere per "arrivare
(in salute) al gran finale", come dice Lucio Dalla in una della sue
canzoni.
No, non al gran finale , alla fine. E' ben diverso...
Post by L
Ed anche qui è una questione di prospettiva: perché darsi tanto da fare
per avviarsi verso una storia indegna di essere vissuta e che comunque
si conclude e diventa senza che ci sia nessuno che si accorgerà che sia
successo?
Carpe diem. Ed un foie gras tartufato ed una bottiglia di chateaou d'Iqem,
danno significato a qualsiasi vita.
Basta saperli cucinare.:-))))))
Prova, almeno una volta, lo spirito, in fondo ,
e' molto piu' debole della carne......
Post by L
Siamo forse piante o animali inferiori tanto da non avere coscienza di
stare vivendo e spinti -quindi- da una spinta a vivere di cui non ci
rendiamo conto?
Un semplice lotta tra Bios & Tantos finché la donna con la falce non
abbia sopravvento al bambino che vuole conoscere e cerca la vita?
Perche' donna ? La mietitrice e' asessuata...
Io la vita la conosco,
sono i mondi dietro al mondo che non mi interessano piu'.
Post by L
Io sento sempre di più la realtà di ciò che non è considerato
-usualmente- reale e non perché mi astraggo dalla materia, ma perché gli
chiedo di spiegarmi -alla materia- il suo modo ordinato di comportarsi e
-la materia- non mi sa rispondere .. perché abbandoni il disordine e
tenda a instaurare delle regole.
La vedo sempre più ordinata tanto più è inconsulta (pensa al moto
ordinato dei pianeti attorno a una stella o al movimento delle
galassie), perché l'arbìtrio è della mistica di ciò che si ipotizzi
(almeno in parte) *incausato*.
Ordinata sulla scala temporale umana...la matrice reale e' caotica.
Post by L
"Mi dirai di no o mi dirai di sì" .. c'è molto di più del nascere e del
morire e in questa breve bolla di stato coscienziale io non accetterò
nulla che non sia una risposta al diritto di cercare i perché anziché
lasciarsi morire..
Don Chisciotte ha insegnato tutto quello che c'era da insegnare.

Torno a dire: Carpe Diem, magari senza il Falerno,
ma con un buon vino, adatto al giorno d'oggi.....


Sono curioso, di vedervi andare tutti quanti assieme,
a fare la spesa con il fucile....Alla fine ne rimarra' uno solo.


Raffaele
L
2010-05-01 23:16:04 UTC
Permalink
Post by Raffaele Benzi
Post by L
Un semplice lotta tra Bios & Tantos finché la donna con la falce non
abbia sopravvento al bambino che vuole conoscere e cerca la vita?
Perche' donna ? La mietitrice e' asessuata...
Io la vita la conosco,
sono i mondi dietro al mondo che non mi interessano piu'.
Mi sono chiesto anch'io perché avessi detto così dopo aver spedito il
mex.

La prima associazione mentale è ad una vecchia canzone (di circa 30
anni fa (avevo venti anni allora) di cui scrissi la musica e il testo
era di un sensitivo carismatico) .. diceva, ti scrivo solo un brano:

Comandante il mare pare una ragnatela non riesci a cavarti fuori da
questo oceano di cera ..

Comandante è l'ultimo viaggio, in un mare pieno di foschia .. Comandante
Saro -come dici tu- così alla via ..

E dondola e dondola ..

E dondola la tua nave ..

Cullata .. cullata .. dal suono del mare ..

E gli astri sono candele ..

E le stelle scappano sulle vele ..

Questo è un viaggio amaro .. Comandante Saro ..

E non si vede uno schifo di faro .. né un porto che ti metta al riparo
..

.. da quel gorgo che ti aspetta .. assieme a quella _donna_ .. con la
falce in mano .. Comandate Saro ..

.. io sono sicuro .. che dal mare tu volevi solo una cosa ..

.. che una sua onda a forma di mano .. ti rubasse dal gorgo e ti
portasse via .. lontano ..

lontano .. lontano ..

Da dai da .. da da da da da da da .. tara tara ta .. tara tara ta ..

: - )

Insomma questa è la prima associazione logica che mi è venuta in mente e
poi ho pensato perché io l'avessi sempre condivisa nel profondo ..

La morte è femmina nel senso di gorgo che presuppone un vuoto.

Lo stesso sesso maschile è una esplorazione di un vuoto che cerchiamo di
colmare perché soffriamo che sia vuoto, senza futuro.

Noi stessi cerchiamo di superare il vuoto della morte andandoci ad
infilare nel vuoto del futuro cercando di colmarlo perché ci sia un
figlio, "un noi stessi"(meglio però di noi, che sentiamo di meritare la
morte), che vinca Dio facendoci -anche noi- immortali.

La stessa donna accetta più facilmente dell'uomo la morte pur di far
nascere -durante il pericolo del parto- una vita.

La donna è una matrice che da la vita accettando il rischio di poter
morire per fare sì che vi sia un futuro.

La parte ombra, oscura della donna, la parte propriamente senza futuro è
femminile, archetipicamente femminile.

Di quel tipo di femminilità che può avere anche un uomo .. quando oltre
che cercare uno spazio .. accetta di potere morire e lasciare uno spazio
purché sia Bios.. Un Dios(maschile) + Dios(femminile) .. (basta guardare
bene cosa dica Bios se non sia doppiamente Dios, nella forma della B, la
B di B-numerale, la B che implica il due perché solo dopo il due ci può
essere il tre, il figlio, il futuro).

Ciao

Lino (e dove allora?)
L
2010-05-01 23:28:24 UTC
Permalink
L wrote:

L
2010-05-01 23:26:17 UTC
Permalink
Post by L
http://youtu.be/djwIe4u4npk
(1:39)

Errata:
Dios no se muda

Corrige:
-> Dios se muda

ogni cosa che è vivente è Dios

Dalle galassie e alla materia subatomica

shellenberg
2010-05-01 20:55:50 UTC
Permalink
Post by shellenberg
Post by L
La massificazione miope di tali strategie di distruzione presto uscirà
fuori controllo senza possibilità di rimedio, salvo accedere al concetto
di stare ai fatti e rendere inoffensivi i mitomani e i criminali.
Se l'umanità non fosse bue avrebbe gia' adottato il Neo-Razionalismo
ed introdotto il Limite di Massa Antropica ed io ora sarei a Stoccolma
e sulle banconote da 500€:-))
Post by L
Salute e felicità,
Attento, con Lparmenide non caverai un ragno dal buco,
per lui i problemi si risolvono all'interno del sistema che li ha generati.
Ma questa  non e' una regola valida per risolvere i problemi che ci troviamo
di fronte.
Io, non ho figli ed ho capacita' e soldi sufficienti a trovare un'isolotto
od un angolo di savana dove  finire i miei giorni, ma il resto della mandria
sta
seguendo il capobranco, in corsa verso il precipizio.
Perche' e percome non mi interessano, so bene da trenta anni che
 il tutto sta andando verso la discarica, questi sono gli anni delle
cornacchie,
degli uccelli saprofagi, che banchetteranno delle citta'.
Ora, qualsiasi siatema tu abbia in mente per ridurre la massa antropica,
implica
la presenza di volontari  capaci di eseguire  un lavoro sporco.
Qualora ti trovassi nella condizione di realizzare anche in parte il
Progetto,
fai un fischio, avrai gente capace al prezzo piu' basso della piazza.
Raffaele
Ok, ad occhio e croce siamo già almeno in tre o quattro, la grana non
è un problema neanche per me,
certo un'isola non me la posso permettere e poi tengo famiglia:-(
Raffaele Benzi
2010-05-01 21:45:44 UTC
Permalink
Post by Raffaele Benzi
Ora, qualsiasi siatema tu abbia in mente per ridurre la massa antropica,
implica
la presenza di volontari capaci di eseguire un lavoro sporco.
Qualora ti trovassi nella condizione di realizzare anche in parte il
Progetto,
fai un fischio, avrai gente capace al prezzo piu' basso della piazza.
Raffaele
Ok, ad occhio e croce siamo già almeno in tre o quattro, la grana non
è un problema neanche per me,
certo un'isola non me la posso permettere e poi tengo famiglia:-(



Ai, ai ai, la famiglia.....dio, patria e famiglia, riducono l'uomo in
poltiglia..:-)))

Io ho una compagna che anela all'atollo, e' pratica di grotte e montagne,
( purtroppo per lei, detesta sole ed insetti...) quindi, considerato
il fatto che non ho intenzione di
"salvare "
il mondo, che poi sara' di qualcun altro.
Potremmo ricreare una microcomunita' delle origini,
cosi' tanto per non essere sepolto assieme a certa gente...

A me basta sapere che nelle acque dell'isola
ci siano pesci palla o polipi blu, in modo da avere una tossina efficace
come uscita di sicurezza.
Come si distilla dal pesce lo so, quanto sia efficace pure,
una cassa di Pomerol Petrus me la porto,
e poi fate come vi pare...

Il lavoro sporco sarebbe un semplice contrappasso, un piacere prima della
fine...

Raffaele
Continua a leggere su narkive:
Loading...