Discussione:
Il nuovo circo laicista fa tappa a Reggio Emilia
(troppo vecchio per rispondere)
FF68
2011-04-05 09:49:30 UTC
Permalink
Il nuovo circo laicista fa tappa a Reggio Emilia


di Andrea Zambrano


04-04-2011

Ci sono proprio tutti. Dall’onniscente Piergiorgio Odifreddi
all'onnipresente Beppino Englaro, passando per Gianni Vattimo, Margherita
Hack, Carlo Flamigni, Roberta de Monticelli e Giulio Giorello solo per
citare i più ascoltati nei salotti e nelle redazioni di giornale. Ma ci
sono anche i cattolici del dissenso Raniero La Valle e don Giovanni
Franzoni.

Sono i gran sacerdoti del pensiero ateo scientista, che “celebreranno” dal
15 al 17 aprile “Le giornate della laicità”. La location non è casuale.
Reggio Emilia. Qui c’è lo spirito giusto per parlare di anticlericalismo
senza scomodare più di tanto la sensibilità religiosa del popolo italiano.
Qui i Comuni più amici, pronti a mettere a disposizione teatri e aule
universitarie. E sempre qui, in questo pezzetto di Emilia rossa, la
disposizione d’animo migliore per ascoltare in gran silenzio chi, vedi
Odifreddi, dà di cretino al cattolico, il quale, essendo adulto,
puntualmente non solo lo applaude, ma addirittura lo ringrazia per il
contributo proficuo al dialogo.

L’evento parte con le migliori propensioni al confronto. Ma c’è chi non ci
casca. E alle critiche che in questi giorni la diocesi locale, alcuni
esponenti del Pdl e della Lega e uno solo del Pd, hanno rivolto agli
organizzatori, si risponde che «chi ci critica è il solito integralista:
non ci vuole ascoltare. Abbiamo invitato ben 12 cardinali e tutti hanno
rifiutato ». E ti credo, chissà perché? È come giocare in trasferta con il
campo in salita per tutti e due i tempi: vai a consultare sul sito il
programma e la mission e si scopre che ancora una volta l’obiettivo di
tutto questo parlare di elogio del relativismo e di pensiero laico, altro
non è che un’abusata formula per attaccare la Chiesa e i cattolici.

I soliti cliché del Vaticano oscurantista, i soliti riti, buoni per anni
in cui il mondo era diviso dalle ideologie. Ma evidentemente l'unica arma
spuntata a disposizione dopo decenni di lotta (inutile) dura e senza
paura. D’altra parte gli organizzatori, da Micromega che ne rappresenta il
think tank più accreditato all’Arci, che offre il giusto bacino di
spettatori pronti a pagare il biglietto, lo dicono chiaro e tondo: «I
laici tendono a difendersi, è tempo di attaccare», si legge sul sito
“giornatedellelaicità.com”. Dunque un attacco e una difesa, ma da chi?
Eppure i relatori sono gli stessi che occupano lenzuolate di giornali che
contano, ospiti delle più sofisticate trasmissioni televisive per
evangelizzare il popolo (ultima di una lunga serie la fazio-savianesca
“Vieni via con me”).

Ma hanno anche a disposizione cattedre universitarie e riviste influenti.
E ancora: libri lautamente pubblicizzati e ben piazzati sugli scaffali.
Insomma, si lamentano che devono difendersi e non si accorgono che hanno
già ottenuto il massimo della visibilità possibile dal media system, gli
ingrati. Sempre sul sito si legge anche che «la verità consiste nello
scambio amichevole di argomenti e nella lealtà reciproca. Chi accetta
questo ragionamento è laico». E che amicizia! Ve lo diamo noi il cortile
dei gentili! Sembrano ribadire come una litania. Infatti loro sono stati
davvero amichevoli con la curia reggiana che aveva criticato l’iniziativa
perché a senso unico. Sulla Gazzetta di Reggio ad esempio, il gran
cerimoniere Flores D’Arcais ha parlato di “anatema maldestro” del
portavoce del vescovo.

Ma c'è di più: il dibattito in questi giorni si è focalizzato
esclusivamente sul “povero” consigliere regionale del Pd Beppe Pagani, il
quale, dopo aver taciuto sull'approvazione del registro per il testamento
biologico in alcuni comuni della provincia che rappresenta a Bologna, ha
detto basta. Così si è scagliato contro l’ultima conferenza, quella con
Sergio Luzzatto, intitolata “L’Italia senza crocefisso sarebbe migliore”
definendo il tutto “anticlericalismo da bar”. Non l'avesse mai detto: gli
è stato riservato un trattamento peggiore che al vescovo: la reazione più
tenera è stata “Pagani è sconcertante” mentre il Pd lo ha prima criticato
e poi abbandonato al suo destino di voce “dissidente”. Lui, terziario
francescano e dossettiano della prima ora, che adesso, forse, si sta
chiedendo se è questo il tanto agognato dialogo che sta come base
identitaria del suo partito.

Tornando ai relatori lo spettatore, già entusiasta in fila nei giorni
scorsi nelle biglietterie per accaparrarsi, pagandoli bene, i posti
migliori, (evidentemente non bastano i fondi elargiti dalla Regione Emilia
Romagna) potrà scegliere a la carte l’insulto al cristianesimo che meglio
gli calza: dalll "Elogio del relativismo" di Franco Cordero, a “Senza Dio”
di Giulio Giorello”. Per sapere poi se “La dottrina cattolica è
compatibile con la democrazia” non è stata scomodata la buon anima di De
Gasperi e nemmeno quella di Togliatti, ma ci saranno D’Arcais e don Carlo
Molari. Vuoi sapere se sei “Infinitamente uomo?” Ecco il matematico
impertinente Odifreddi, che violentando la logica tenderà a spiegare che
l’uomo non è altro che un accidente della storia. Di certo un accidente
nel suo portafogli non è la quantità di bigliettoni che incassa ogni volta
che apre bocca.

Non poteva mancare la "badessa" della compagnia. E’ Margherita Hack che
parlerà di “Amica Veritas”.
Speriamo soltanto che utilizzi il senso dell’intervista che le fece
Vittorio Messori nell’87 in cui rigettava qualunque ipotesi creazionista
sul mondo quando diceva che “se ammettiamo l’esistenza di Dio tanto vale
chiudere il libro e lasciare a lui il compito di dare risposte”. Perché se
invece dicesse le cose che ha scritto nel 2004 nel libro Dove nascono le
stelle e cioè che «sull’origine del cosmo la scienza non riesce a dare una
risposta totale: quindi un mistero c’è certamente», il rischio è che i
fedeli accorsi ad ascoltarla in ginocchio si alzino indignati e chiedano
indietro i soldi del biglietto. Perché il succo di questo caravanserraglio
anticlericale e stantio deve essere per forza uno: convincere e
convincersi senza il beneficio del dubbio che il Papa è cattivo e i
cattolici dei pecoroni.

Così, come in una riedizione del festival dell’Unità dei bei tempi andati
e terminata la stagione televisiva, gli epigoni del pensiero laicista si
danno appuntamento per tornare a riparlare delle questioni urgenti della
vita, della morale, del sesso e della morte e di come queste si possono
declinare a proprio piacimento: unico denominatore comune? L’attacco alla
fede cattolica e la granitica certezza che “non c’è bisogno di dogmi, nè
di Chiesa, né di una Verità nel mondo”. Firmato: i sacerdoti della Chiesa
positivista, secondo i quali il relativismo è dogma e che non cercano una
sola verità, ma sono gelosi interpreti di una verità sola: la loro.


http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-il-nuovo-circo-laicistafa-tappa-a-reggio-emilia-1482.htm
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
ernesto
2011-04-05 10:00:50 UTC
Permalink
Post by FF68
Il nuovo circo laicista fa tappa a Reggio Emilia
di Andrea Zambrano
04-04-2011
Ci sono proprio tutti. Dall’onniscente Piergiorgio Odifreddi
all'onnipresente Beppino Englaro, passando per Gianni Vattimo, Margherita
Hack, Carlo Flamigni, Roberta de Monticelli e Giulio Giorello solo per
citare i più ascoltati nei salotti e nelle redazioni di giornale. Ma ci
sono anche i cattolici del dissenso Raniero La Valle e don Giovanni
Franzoni.
Sono i gran sacerdoti del pensiero ateo scientista, che “celebreranno” dal
15 al 17 aprile “Le giornate della laicità”.
Ahahaah!!!!

Già uno che scrive SCIENTISTA e' un verace CRETINISTA, ma poi dopo
avere citato i grandi cervelli di Hack, Odifreddi, Vattimo, Giorelli
eccetera, lascia esplodere la pochezza del suo.

e
FF68
2011-04-05 10:15:11 UTC
Permalink
Post by ernesto
Già uno che scrive SCIENTISTA e' un verace CRETINISTA, ma poi dopo
avere citato i grandi cervelli di Hack, Odifreddi, Vattimo, Giorelli
eccetera, lascia esplodere la pochezza del suo.
Senza dubbio , ma come spiegare la grandezza dei grandi che a parte
qualche sagra anticlericale vantano un ben misero bottino scientifico
in 20 anni di occupazione "divulgativa"
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
T-Student
2011-04-05 10:22:37 UTC
Permalink
Post by FF68
Senza dubbio , ma come spiegare la grandezza dei grandi che a parte
qualche sagra anticlericale vantano un ben misero bottino scientifico
in 20 anni di occupazione "divulgativa"
FiFi, impara ad usare un qualche motore di ricerca (tipo
citeseer) e scopri da solo la produzione scientifica della
Hack.

Poi usa wikipedia e scopri il cretino che e' in te (intendo
Maurizio Blondet che e' perennemente dentro il tuo culo e di
cui tessi le lodi un giorno si ed un giorno pure).

Bye, bye...
FF68
2011-04-05 10:36:28 UTC
Permalink
Post by T-Student
Post by FF68
Senza dubbio , ma come spiegare la grandezza dei grandi che a parte
qualche sagra anticlericale vantano un ben misero bottino scientifico
in 20 anni di occupazione "divulgativa"
FiFi, impara ad usare un qualche motore di ricerca (tipo
citeseer) e scopri da solo la produzione scientifica della
Hack.
Rotfl
Post by T-Student
Poi usa wikipedia e scopri il cretino che e' in te (intendo
Maurizio Blondet che e' perennemente dentro il tuo culo e di
cui tessi le lodi un giorno si ed un giorno pure).
Bye, bye...
Ehi genio della lampada perchè non parli delle ricerche
che per vent'anni sono state etichettate come bufale dai tuoi
beniamini "razionalisti" che di razionale non hanno nulla.

Perchè invece di fare le sagre anticlericali non ne fanno
una sulla "bufala della fusione fredda"? O su tutti i ricercatori
che sono stati messi alla gogna dalla cupola della ricerca "laica"
e bla bla bla
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
T-Student
2011-04-05 10:42:31 UTC
Permalink
Post by FF68
Rotfl
Rotfli perche' hai trovato citacioni di Blondet?
Post by FF68
Ehi genio della lampada perchè non parli delle ricerche
che per vent'anni sono state etichettate come bufale dai tuoi
beniamini "razionalisti" che di razionale non hanno nulla.
Parlamente tu. Sapendo a cosa alludi, finisce pure che riesco
a risponderti.
Post by FF68
Perchè invece di fare le sagre anticlericali non ne fanno
una sulla "bufala della fusione fredda"?
La fusione fredda non si sa se e' una bufala o meno.
Nessuno ha provato che funziona, come nessuno ha
provato che NON funziona. Ci sono buone probabilita'
che non funziona come ipotizzato da fleischmann e pons,
ma la cosa e' ancora sotto dibattito. Contrariamente
a baciati dalla fede, i razionalisti non hanno certezze
dettate dall'altissimo.
Post by FF68
... O su tutti i ricercatori
che sono stati messi alla gogna dalla cupola della ricerca "laica"
e bla bla bla
E dimmene qualcuno, non blablablare. Articola un pensiero
congruente ed esponilo in italiano. Se non sei capace, fatti
dettare qualche bufala da Blondet.

Bye, bye...
FF68
2011-04-05 10:57:20 UTC
Permalink
Post by T-Student
Post by FF68
Ehi genio della lampada perchè non parli delle ricerche
che per vent'anni sono state etichettate come bufale dai tuoi
beniamini "razionalisti" che di razionale non hanno nulla.
Parlamente tu. Sapendo a cosa alludi, finisce pure che riesco
a risponderti.
Post by FF68
Perchè invece di fare le sagre anticlericali non ne fanno
una sulla "bufala della fusione fredda"?
La fusione fredda non si sa se e' una bufala o meno.
Ah ah , vent'anni fa i tuoi eroi erano molto più drastici,
portavano gli scienziati in tribunale mica cazzi.
Perchè non ci provano adesso?
Post by T-Student
Nessuno ha provato che funziona, come nessuno ha
provato che NON funziona.
Seee, Ciao scienziato , sei perfetto per la cricca
Post by T-Student
Ci sono buone probabilita'
che non funziona come ipotizzato da fleischmann e pons,
ma la cosa e' ancora sotto dibattito. Contrariamente
a baciati dalla fede, i razionalisti non hanno certezze
dettate dall'altissimo.
Ne hanno avute eccome. Le hanno avute con Preparata. Come le hanno avute
con Di Bella, oggi con Giuliani e via discorrendo. Un impegno preciso
sempre nel segno della toppa clamorosa. Ma tanto che importa,
quelli sono crepati, il carnevale continua , l'ateismo come garanzia
di scientificità...
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Shylock
2011-04-05 10:57:16 UTC
Permalink
On 5 Apr, 14:57, ***@getnet.it (FF68) wrote:
[...]
Ah ah , vent'anni fa i tuoi eroi erano molto pi drastici,
portavano gli scienziati in tribunale mica cazzi.
Perch non ci provano adesso?
Siete fra i perdenti della storia.

Fattene una ragione.
FF68
2011-04-05 11:21:05 UTC
Permalink
Post by Shylock
Ah ah , vent'anni fa i tuoi eroi erano molto pi drastici,
portavano gli scienziati in tribunale mica cazzi.
Perch non ci provano adesso?
Siete fra i perdenti della storia.
Fattene una ragione.
Perdenti di cosa? Ma che parli a fare se non sai nemmeno
di che si tratta. Preparata era uno stregone o un pagliaccio?

Focardi è un pagliaccio? Arata?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Shylock
2011-04-05 11:21:36 UTC
Permalink
Post by FF68
Post by Shylock
Ah ah , vent'anni fa i tuoi eroi erano molto pi drastici,
portavano gli scienziati in tribunale mica cazzi.
Perch non ci provano adesso?
Siete fra i perdenti della storia.
Fattene una ragione.
Perdenti di cosa?
Non contate piu` un cazzo al mondo. Fatevene una ragione.
malefik
2011-04-05 11:24:37 UTC
Permalink
Post by Shylock
Post by FF68
Perdenti di cosa?
Non contate piu` un cazzo al mondo. Fatevene una ragione.
Non sono d'accordo.
In Iran contano ancora molto. Non proprio loro, e' vero, sono i loro
cugini dell'altra setta ma essendo cosi' simili a volte si possono pure
confondere fra loro...
--
"La cosa dannosa del berlusconismo è che induce gli imbecilli a credersi
molto furbi. Quanto più uno è idiota tanto più il berlusconismo lo fa
sentire orgoglioso di se'."
[Osvaldo Soriano & malefik]
Shylock
2011-04-05 11:27:54 UTC
Permalink
Post by malefik
Post by Shylock
Post by FF68
Perdenti di cosa?
Non contate piu` un cazzo al mondo. Fatevene una ragione.
Non sono d'accordo.
In Iran contano ancora molto.
No, sono molto meno ridicoli.

Esperienza diretta :-)
T-Student
2011-04-05 12:06:46 UTC
Permalink
Ah ah , vent'anni fa i tuoi eroi erano molto pi drastici,
portavano gli scienziati in tribunale mica cazzi.
Forse ti confondi con i cazzari in palandrana. Ma e'
da parecchio che non possono piu' portare nessuno in
tribunale per farlo abiurare.
Perch non ci provano adesso?
Perche' li piglierebbero a calci in culo.
Seee, Ciao scienziato , sei perfetto per la cricca
Che cazzo stai a dire?
Post by T-Student
Ci sono buone probabilita'
che non funziona come ipotizzato da fleischmann e pons,
ma la cosa e' ancora sotto dibattito. Contrariamente
a baciati dalla fede, i razionalisti non hanno certezze
dettate dall'altissimo.
Ne hanno avute eccome. Le hanno avute con Preparata. Come le
hanno avute con Di Bella,
Di Bella ha avuto la sua brava prova scientifica, ordinata
da un Governo di sinistra e pagata da tutti gli italiani.
Il risultato e' stato: e' una cazzata, se vuoi curarti con
il metodo Di Bella fallo a spese tue.

Non bastasse, il metodo Di Bella e' stato perculato anche
da un governo di destra (notori mangiapreti) nel 2005.
... oggi con Giuliani e via discorrendo. Un impegno preciso
sempre nel segno della toppa clamorosa.
E' Giuliani che deve dimostrare che il suo metodo funziona. Gli
altri possono tranquillamente dire il contrario. Gli imbecilli
al governo dovrebbero mettere a disposizione dei fondi per la
ricerca, anche quella di Giuliani. Peccato che i culi che lecchi
hanno eliminato fondi sia per Giuluani che per gli altri.
... Ma tanto che importa,
quelli sono crepati, il carnevale continua , l'ateismo come garanzia
di scientificit ...
E certo, bisogna andare appresso ad e' un libro scritto
da pecorari semitici vecchio di 6'000 anni per essere
imparziali.

Bye, bye...
noname2
2011-04-05 12:56:36 UTC
Permalink
Post by FF68
Ne hanno avute eccome. Le hanno avute con Preparata. Come le hanno avute
con Di Bella, oggi con Giuliani e via discorrendo. Un impegno preciso
sempre nel segno della toppa clamorosa. Ma tanto che importa,
quelli sono crepati, il carnevale continua , l'ateismo come garanzia
di scientificità...
Minchionate. Quelli sono stati errori dettati dalla POLITICA che non aveva
sufficienti conoscenze per capire che alla base di quelli studi si poteva e
si può far ricerca ma senza investire tonnellate di capitali come se
avessero trovato la panacea. E così invece si è fatto. Ed è finito tutto in
vacca quando l'investimento poteva essere diversificato.

Se la cultura scientifica fosse più diffusa, forse i nostri politici
saprebbero investire meglio. Di sicuro gli elettori sarebbero più
consapevoli di quando vengono dette loro certe fregnacce.
--
Linux È user-friendly, è solo selettivo su chi può essergli amico.
ernesto
2011-04-05 13:06:04 UTC
Permalink
Post by FF68
Già uno che scrive  SCIENTISTA e' un verace CRETINISTA, ma poi dopo
avere  citato i grandi cervelli di Hack, Odifreddi, Vattimo, Giorelli
eccetera, lascia esplodere la pochezza del suo.
Senza dubbio , ma come spiegare la grandezza dei grandi che a parte
qualche sagra anticlericale vantano un ben misero bottino scientifico
in 20 anni di occupazione "divulgativa"
MARGHERITA HACK è medaglia d'oro ai Benemeriti della Scienza e della
Cultura.

Ha pubblicato una fila di importanti testi scientifici e divulgativi,
tra cui:
* L'universo violento della radioastronomia, Mondadori, 1983;
* L'universo alle soglie del 2000. Dalle particelle alle galassie,
Rizzoli, Milano, 1992;
* Dalle particelle alle Galassie, Rizzoli, 1992;
* Cataclysmic Variables and Related Objects, con C. la Dous, Pier
Luigi Selvelli, H. Duerbeck, M. Friedjung, A. Bianchini, R. Viotti),
*Alla
scoperta del sistema solare con A. Braccesi e G. Caprara,
Mondadori, Milano, 1993;
* Sette variazioni sul cielo, Raffaele Cortina, 1999;
* L'Universo alle soglie del terzo millennio, Rizzoli, 1997;
* L'amica delle stelle. Storia di una vita, Rizzoli, 2000;
* Etica, biodiversità, biotecnologie, emergenze ambientali con
Gino Ditadi Trisonomia, 2002;
* Storia dell'astronomia. Dalle origini al duemila e oltre,
Edizioni dell'Altana, 2002;
* Origine e fine dell'universo con Pippo Battaglia, Walter
Ferreri, Utet libreria, 2004;
* Vi racconto l'astronomia, Laterza, 2004; ISBN 978-88-420-7432-8
* Una vita fra le stelle, Di Renzo Editore, Roma, 1995, 2005;
* Idee per diventare astrofisico - osservare le stelle per
spiegare l'universo (i misteri della scienza a cura di Lisa Vozza),
Zanichelli, 2005;
* L'universo di Margherita con Simona Cerrato, illustrazioni di
Grazia Nidasio, Editoriale Scienza, 2006;
* L'idea del tempo, con Pippo Battaglia, Utet Libreria, 2006;
* Il mio zoo sotto le stelle, con Bianca Pauluzzi, Di Renzo
Editore, Roma, 2007;
* Così parlano le stelle - L'Universo spiegato ai ragazzi con Eda
Gjergo, in collaborazione con Arnoldo Mosca Mondadori, Sperling &
Kupfer,
* Che cos'è l'universo?, con CD audio, Luca Sossella Editore,
Roma, 2008;
* Le mie favole. Da Pinocchio a Harry Potter (passando per
Berlusconi), Edizioni dell'Altana, Roma, 2008;
* Dal sistema solare ai confini dell'Universo, Liguori, Napoli,
2009;
* Libera scienza in libero Stato, Rizzoli, Milano, 2010; ISBN
978-88-17-03836-2
* Diario di un incontro, Zikkurat Edizioni&Lab, 2010.[33]
* Notte di stelle, Margherita Hack e Viviano Domenici, Sperling &
Kupfer, 2010
* Perché le stelle non ci cadono in testa? E tante altre domande
sull'astronomia?? Editoriale Scienza , 2010

PIERGIORGIO ODIFREDDI ha pubblicato , oltre a una quantità di libri
divulgativi, anche testi di alto valore tecnico-scientifico come:
Classical recursion Theory - North Holland Elsevier
Divertimento geometrico. Da Euclide a Hilbert - Bollati Boringhieri
ecc.

GIANNI VATTIMO ha pubblicato molte opere in vari campi dalla filosofia
all'estetica:

* Il concetto di fare in Aristotele, Giappichelli, Torino, 1961
* Essere, storia e linguaggio in Heidegger, Filosofia, Torino,
1963
* Ipotesi su Nietzsche, Giappichelli, Torino, 1967
* Poesia e ontologia, Mursia, Milano 1968
* Schleiermacher, filosofo dell'interpretazione, Mursia, Milano,
1968
* Introduzione ad Heidegger, Laterza, Roma-Bari, 1971
* Il soggetto e la maschera, Bompiani, Milano, 1974
* Le avventure della differenza, Garzanti, Milano, 1980
* Al di là del soggetto, Feltrinelli, Milano, 1981
* Il pensiero debole, Feltrinelli, Milano, 1983 (a cura di G.
Vattimo e P. A. Rovatti)
* La fine della modernità, Garzanti, Milano, 1985
* Introduzione a Nietzsche, Laterza, Roma-Bari, 1985
* La società trasparente, Garzanti, Milano, 1989
* Etica dell'interpretazione, Rosenberg & Sellier, Torino, 1989
* Filosofia al presente, Garzanti, Milano, 1990
* Oltre l'interpretazione, Laterza, Roma-Bari, 1994
* Credere di credere, Garzanti, Milano, 1996
* Vocazione e responsabilità del filosofo, Il Melangolo, Genova,
2000
* Dialogo con Nietzsche. Saggi 1961-2000, Garzanti, Milano, 2001
* Tecnica ed esistenza. Una mappa filosofica del Novecento, Bruno
Mondadori, Milano, 2002
* Dopo la cristianità. Per un cristianesimo non religioso,
Garzanti, Milano, 2002
* Nichilismo ed emancipazione. Etica, politica e diritto, a cura
di S. Zabala, Garzanti, Milano, 2003
* Il socialismo ossia l'Europa, Trauben, 2004
* Il Futuro della Religione, con Richard Rorty. A cura di S.
Zabala, Garzanti, Milano, 2005
* Verità o fede debole? Dialogo su cristianesimo e relativismo,
con René Girard. A cura di P. Antonello, Transeuropa Edizioni, Massa,
2006
* Non essere Dio. Un'autobiografia a quattro mani, con Piergiorgio
Paterlini, Aliberti editore, Reggio Emilia, 2006
* Ecce comu. Come si ri-diventa ciò che si era, Fazi, Roma, 2007
* Addio alla Verità, Meltemi, 2009
* Introduzione all'estetica, Edizioni ETS, Pisa 2010.

CALO FLAMIGNI e' il luminare della proecreazione assistita. Ha scritto
moltissimi testi scientifici e divulgativi, tra cui

Contraccezione
La procreazione assistita
Figli del cielo, del ventre, del cuore
Guida al corpo della donna. Dalla A alla Z
La pillola del giorno dopo. Dal silfio al levonorgestrel
La questione dell'embrione. Le discussioni, le polemiche, i litigi
sull'inizio della vita personale
RU 486. Non tutte le streghe sono state bruciate
L'aborto. Storia e attualità di un problema sociale
Casanova e l'invidia del grembo. Ragionamenti fatui sulla discussa
capacità cognitiva delle donne e sull'esistenza di una ragione nel
loro utero
Il primo libro della sterilità
Storia della fertilità. Vol. 2
Un tranquillo paese di Romagna
Diario di un laico. Viaggi, incontri e scontri sulla legge per la
procreazione assistita
Il controllo della fertilità. Storia, problemi e metodi dall'antico
Egitto a oggi

GIULIO GIORELLO laureato in filosofia e matematica. Ha pubblicato
importanti testi scientifici, tra cui:

[modifica] Opere

* Saggi di storia della matematica, FER, 1974
* Il pensiero matematico e l’infinito, Unicopli, 1982
* Lo spettro e il libertino, Mondadori, 1985
* Le ragioni della scienza (con Ludovico Geymonat e Fabio
Minazzi), Laterza, 1986
* La filosofia della Scienza nel XX secolo (con Donald Gillies),
Laterza, 1998
* Filosofia della scienza, Jaca Book, 1992
* Le stanze della ricerca (con Claudio Ferrari e Isabella
Colonnello), Mazzotta, 1992
* Europa universitas. Tre saggi sull'impresa scientifica europea
(con Tullio Regge e Salvatore Veca), Feltrinelli, 1993
* Introduzione alla filosofia della scienza (Autori Vari),
Bompiani, 1994
* Quale Dio per la sinistra? Note su democrazia e violenza (con
Pietro Adamo), Unnicopli, 1994
* Lo specchio del reame. Riflessioni su potere e comunicazione
(con Roberto Esposito e Carlo Sini), Longo Angelo, 1997
* Epistemologia applicata. Percorsi filosofici (con Di Francesco
Michele), CUEM, 1999
* I volti del tempo (con Sindoni Elio), Bompiani, 2001
* Prometeo, Ulisse, Gilgamesh. Figure del mito, Raffaello Cortina,
2004
* Di nessuna chiesa. La libertà del laico, Raffaello Cortina, 2005
* Dove fede e ragione si incontrano?, San Paolo Edizioni, 2006
* La libertà della vita (con Umberto Veronesi), Raffaello Cortina,
2006
* Il Decalogo Vol. 2: Non nominare il nome di Dio invano (con
Gabriele Mandel), Alboversorio, 2007
* La scienza tra le nuvole. Da Pippo Newton a Mr Fantastic(con
Pier Luigi Gaspa), Raffaello Cortina, 2007
* Kos. Rivista di medicina, cultura e scienze umane. Vol 4: Dio,
Patria e Famiglia (con Massimo Cacciari e Carlo Martini), Editrice San
Raffaele,
* Libertà. Un manifesto per credenti e non credenti (con Dario
Antiseri), Bompiani, 2008
* Il peso politico della Chiesa (con D'Agostino Francesco), San
Paolo Edizioni, 2008
* Viaggio intorno all'Evoluzione (con E.Sciarra, F. Eugeni, C.
Venturelli), a cura di R. Mascella, Zikkurat Edizioni&Lab, 2008
* Harsanyi visto da Giulio Giorello e Simona Morini (con Simona
Morini), Luiss University press, 2008
* Lo scimmione intelligente. Dio, natura e libertà (con Edoardo
Boncinelli), Rizzoli, 2009
* Prefazione a Logicomix, Guanda, 2010
* Lussuria. La passione della conoscenza, Il Mulino, 2010
* Senza Dio. Del buon uso dell'ateismo, Longanesi, 2010

BASTA?

er
Il grande tabù delle donne. Come affrontare senza timori la menopausa
La legge sulla procreazione medicalmente assistita. Paradigmi a
confronto
Avere un bambino. Come inizia una vita: dal concepimento al parto
Michele Ancis
2011-04-05 10:14:57 UTC
Permalink
Post by FF68
Il nuovo circo laicista fa tappa a Reggio Emilia
[..]
Un bell' esempio di stupidità nero su bianco, complimenti.

Lo Stato, la società civile, la democrazia sono concetti laici.
Non hanno bisogno di metafisica per funzionare, e anzi ne sono
intralciati.

D'altra parte, ogni Uomo ha in sé il Mistero, quale che sia la forma
in cui decide di affrontarlo (ignorarlo, dargli il contentino, fare
"come dice il prete/santone/magotelma", cercare). Ma questa è una
dimensione - appunto - umana. Riguarda il singolo. L'Era del "te lo
dico io quello che va bene per te" è finita. Prima ce ne si rende
conto, meglio è.

M
FF68
2011-04-05 10:27:32 UTC
Permalink
Post by Michele Ancis
Lo Stato, la società civile, la democrazia sono concetti laici.
Non hanno bisogno di metafisica per funzionare, e anzi ne sono
intralciati.
Anche la Scienza è intralciata dall'empirismo da quattro soldi
che prospera solo in virtù di quattro frescacce anticlericali,
ostacolando la vera ricerca.
Post by Michele Ancis
D'altra parte, ogni Uomo ha in sé il Mistero, quale che sia la forma
in cui decide di affrontarlo (ignorarlo, dargli il contentino, fare
"come dice il prete/santone/magotelma", cercare). Ma questa è una
dimensione - appunto - umana. Riguarda il singolo. L'Era del "te lo
dico io quello che va bene per te" è finita. Prima ce ne si rende
conto, meglio è.
Ecco sarebbe ora che certi divulgatori "scientifici" ne prendessero
atto , visto che continuano a decidere cosa bisogna studiare e a fare
la guerra a chi fa ricerca.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Michele Ancis
2011-04-05 10:41:33 UTC
Permalink
Lo Stato, la societ civile, la democrazia sono concetti laici.
Non hanno bisogno di metafisica per funzionare, e anzi ne sono
intralciati.
Anche la Scienza intralciata dall'empirismo da quattro soldi
che prospera solo in virt di quattro frescacce anticlericali,
ostacolando la vera ricerca.
Questa frase mi sembra un po' troppo generalista per poterla
commentare.
D'altra parte, ogni Uomo ha in s il Mistero, quale che sia la forma
in cui decide di affrontarlo (ignorarlo, dargli il contentino, fare
"come dice il prete/santone/magotelma", cercare). Ma questa una
dimensione - appunto - umana. Riguarda il singolo. L'Era del "te lo
dico io quello che va bene per te" finita. Prima ce ne si rende
conto, meglio .
Ecco sarebbe ora che certi divulgatori "scientifici" ne prendessero
atto , visto che continuano a decidere cosa bisogna studiare e a fare
la guerra a chi fa ricerca.
A parte che non so di che ricerca parli - in generale - i divulgatori
SCIENTIFICI propongono una visione basata sulla SCIENZA. Cos'altro
dovrebbero proporre, se non quello in cui credono? Ed il verbo
"credere" non è usato a caso.
Ti ripeto un concetto che forse non ho espresso in maniera compiuta:
quello che si insegna nelle scuole è il risultato del percorso umano
sino a questi giorni. Il procedere dell'uomo, nel sociale, si è
consolidato nel cosiddetto "metodo scientifico". Tutto il mondo là
fuori si basa su una serie di concetti (detti "Leggi Fisiche") che
possono essere - in uno spettro mooooolto ampio di casi - riprodotti e
misurati con appositi strumenti e procedure. Tutto questo insieme si
regge *molto bene* per una serie enorme di casi. Ecco, per tutti
questi casi questo è semplicemente IL MEGLIO che la storia umana ha
saputo produrre. Meglio, infinitamente meglio del Vecchio Barbuto che
in 7 giorni creò il Mondo.

Ora, per quanto la scienza sia soddisfacente per una serie di
questioni *pratiche* (che sono quelle che si tende ad insegnare a
Scuola), è evidente a chi approfondisca un pochino che la nostra
conoscenza e le nostre sicurezze sono tali solo ad un esame
"superficiale"...I veri e vari "perché" sono assolutamente - e secondo
me lo rimarranno ab aeternum - insondabili dal punto di vista
scientifico. Cioè il limite di ciò che si può misurare e riprodurre
sta - ahimé - fermo lì e non si muove di un passo.

A PARTIRE DA QUESTO LIMITE si può parlare di Mistero, di Ignoto, ed
ognuno questo gap ha da riempirlo come più gli sia consono. Spazio ce
n'è a volontà.
Ma siamo lontani mille miglia dalle "questioni di tutti i giorni",
sulle quali la risposta scientifica - lo ripeto - è di gran lunga la
migliore perché verificabile, la più aderente possibile alla
razionalità e dunque al denominatore comune che - a dispetto del
Berlusconismo - ci dovrebbe accomunare tutti :-)

M
FF68
2011-04-05 11:13:30 UTC
Permalink
Post by Michele Ancis
A parte che non so di che ricerca parli - in generale - i divulgatori
SCIENTIFICI propongono una visione basata sulla SCIENZA.
I ricercatori propongono una visione basata su cosa dicono altri
ricercatori, i quali oggi si muovono con logiche aziendaliste tipo impact
factor e dollaroni. Unico obiettivo , fiutare fondi e battere cassa,
in genere con tono piangente.
Post by Michele Ancis
Cos'altro
dovrebbero proporre, se non quello in cui credono? Ed il verbo
"credere" non è usato a caso.
Credono nel dio denaro ,appunto
Post by Michele Ancis
quello che si insegna nelle scuole è il risultato del percorso umano
sino a questi giorni.
Si vedono benissimo i risultati.
Post by Michele Ancis
Il procedere dell'uomo, nel sociale, si è
consolidato nel cosiddetto "metodo scientifico". Tutto il mondo là
fuori si basa su una serie di concetti (detti "Leggi Fisiche") che
possono essere - in uno spettro mooooolto ampio di casi - riprodotti e
misurati con appositi strumenti e procedure. Tutto questo insieme si
regge *molto bene* per una serie enorme di casi.
E non si regge affatto su una serie di casi dove se prima non si
comprende il fenomeno, applicare i metodi statistici si rivela un
autogol. Prima di dire che un fenomeno a soglia non è riproducibile
deve esser certo di aver raggiunto la soglia. Poi posso dire funziona
in un caso su mille.
Post by Michele Ancis
Ecco, per tutti
questi casi questo è semplicemente IL MEGLIO che la storia umana ha
saputo produrre.
Non direi proprio. L'empirismo è solo una corrente della scienza,
e può vantare più errori che successi

Meglio, infinitamente meglio del Vecchio Barbuto che
Post by Michele Ancis
in 7 giorni creò il Mondo.
Che non c'entra nulla. Perchè un 'infinità di scienziati credenti
hanno prodotto risultati eccelsi.
Post by Michele Ancis
Ora, per quanto la scienza sia soddisfacente per una serie di
questioni *pratiche* (che sono quelle che si tende ad insegnare a
Scuola),
Il praticismo
Post by Michele Ancis
è evidente a chi approfondisca un pochino che la nostra
conoscenza e le nostre sicurezze sono tali solo ad un esame
"superficiale"...
Però dobbiamo tenercele così (perfettamente inutili) per paura che
qualcuno possa adombrare un intento metafisico o finalistico.
Post by Michele Ancis
I veri e vari "perché" sono assolutamente - e secondo
me lo rimarranno ab aeternum - insondabili dal punto di vista
scientifico.
Nonostante questo è evidentissimo che certe descrizioni fisico-matematiche
sono viziate da presupposti meccanicisti che portano a risultati sbagliati.
Secondo certe teorie il volo non doveva nemmeno essere tentato.

Ecco coloro che in genere predicano la laicità della ricerca e bla bla
sono gli eredi di quel filone di pensiero. Buono solo a censurare.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Shylock
2011-04-05 11:12:55 UTC
Permalink
Post by FF68
Post by Michele Ancis
A parte che non so di che ricerca parli - in generale - i divulgatori
SCIENTIFICI propongono una visione basata sulla SCIENZA.
I ricercatori
se ne sbattono delle tue cazzate.

Stai perdendo tempo tuo (che, non valendo un cazzo, non e` poi tutto
sto problema) e altrui.

Propongo che non ti si consideri piu`.
FF68
2011-04-05 11:24:10 UTC
Permalink
Post by Shylock
Stai perdendo tempo tuo (che, non valendo un cazzo, non e` poi tutto
sto problema) e altrui.
Propongo che non ti si consideri piu`.
LOL, E chi sei fracazzo da Velletri?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Shylock
2011-04-05 11:29:35 UTC
Permalink
Post by FF68
Post by Shylock
Stai perdendo tempo tuo (che, non valendo un cazzo, non e` poi tutto
sto problema) e altrui.
Propongo che non ti si consideri piu`.
LOL, E chi sei fracazzo da Velletri?
OK, con questa, da domani, verrete nuovamente presi sul serio su tutto
il pianeta.

Contento?
Michele Ancis
2011-04-05 11:43:20 UTC
Permalink
Post by FF68
Post by Michele Ancis
A parte che non so di che ricerca parli - in generale - i divulgatori
SCIENTIFICI propongono una visione basata sulla SCIENZA.
I ricercatori propongono una visione basata su cosa dicono altri
ricercatori, i[..]
Secondo certe teorie il volo non doveva nemmeno essere tentato.
Ecco coloro che in genere predicano la laicit della ricerca e bla bla
sono gli eredi di quel filone di pensiero. Buono solo a censurare.
Scusa FF68 ma tu affronti il tema in una maniera talmente general-ista
che vien difficile dare struttura e chiarezza ad una discussione. Ci
sono sicuramente dei punti validi in quel che dici, tipo che "il dio
denaro" piega alcuni tipi di risultati a favore di "pochi" anziché -
come razionalità detterebbe - di TUTTI. Ma è un discorso un po' più
complicato di così e va detto che dall'altra parte, sul versante cioè
della "chiesa" la quantità di esponenti più o meno interessati solo al
potere nelle sue varie forme non è certo presente in misura minore che
in tutte le altre associazioni/strutture-di-potere.

Ripeto la mia convinzione di fondo, nel tema specifico
dell'insegnamento scolastico ed in generale della struttura civica e
dello stato, che non ci sia alcun bisogno di ricorrere a concetti
metafisici di alcun genere. La metafisica arriva dopo ed è - ripeto -
terreno personale.

M
noname2
2011-04-05 12:52:58 UTC
Permalink
Post by FF68
Post by Michele Ancis
A parte che non so di che ricerca parli - in generale - i divulgatori
SCIENTIFICI propongono una visione basata sulla SCIENZA.
I ricercatori propongono una visione basata su cosa dicono altri
ricercatori, i quali oggi si muovono con logiche aziendaliste tipo impact
factor e dollaroni. Unico obiettivo , fiutare fondi e battere cassa,
in genere con tono piangente.
Post by Michele Ancis
Cos'altro
dovrebbero proporre, se non quello in cui credono? Ed il verbo
"credere" non è usato a caso.
Credono nel dio denaro ,appunto
Post by Michele Ancis
quello che si insegna nelle scuole è il risultato del percorso umano
sino a questi giorni.
Si vedono benissimo i risultati.
Post by Michele Ancis
Il procedere dell'uomo, nel sociale, si è
consolidato nel cosiddetto "metodo scientifico". Tutto il mondo là
fuori si basa su una serie di concetti (detti "Leggi Fisiche") che
possono essere - in uno spettro mooooolto ampio di casi - riprodotti e
misurati con appositi strumenti e procedure. Tutto questo insieme si
regge *molto bene* per una serie enorme di casi.
E non si regge affatto su una serie di casi dove se prima non si
comprende il fenomeno, applicare i metodi statistici si rivela un
autogol. Prima di dire che un fenomeno a soglia non è riproducibile
deve esser certo di aver raggiunto la soglia. Poi posso dire funziona
in un caso su mille.
Post by Michele Ancis
Ecco, per tutti
questi casi questo è semplicemente IL MEGLIO che la storia umana ha
saputo produrre.
Non direi proprio. L'empirismo è solo una corrente della scienza,
e può vantare più errori che successi
Meglio, infinitamente meglio del Vecchio Barbuto che
Post by Michele Ancis
in 7 giorni creò il Mondo.
Che non c'entra nulla. Perchè un 'infinità di scienziati credenti
hanno prodotto risultati eccelsi.
Post by Michele Ancis
Ora, per quanto la scienza sia soddisfacente per una serie di
questioni *pratiche* (che sono quelle che si tende ad insegnare a
Scuola),
Il praticismo
Post by Michele Ancis
è evidente a chi approfondisca un pochino che la nostra
conoscenza e le nostre sicurezze sono tali solo ad un esame
"superficiale"...
Però dobbiamo tenercele così (perfettamente inutili) per paura che
qualcuno possa adombrare un intento metafisico o finalistico.
Post by Michele Ancis
I veri e vari "perché" sono assolutamente - e secondo
me lo rimarranno ab aeternum - insondabili dal punto di vista
scientifico.
Nonostante questo è evidentissimo che certe descrizioni fisico-matematiche
sono viziate da presupposti meccanicisti che portano a risultati
sbagliati. Secondo certe teorie il volo non doveva nemmeno essere tentato.
Ecco coloro che in genere predicano la laicità della ricerca e bla bla
sono gli eredi di quel filone di pensiero. Buono solo a censurare.
Sii coerente, anche se coerenza è una parola non conosciuta dai credenti.
Rinuncia al frutto delle ricerche fatte in nome del dio denario. Rinuncia
agli antibiotici, alle aspirine, ai colliri antistaminici, all'ibuprofene,
alle tachipirine, alle anestesie, alle radiografie...
Rinuncia. Alla fine che ti costa? è empirismo da quattro soldi orientato al
profitto, che tu stesso alimenti quando ti avvicini al banco di una
farmacia.
--
Linux È user-friendly, è solo selettivo su chi può essergli amico.
MaxBass #I-D +GTT
2011-04-05 12:56:51 UTC
Permalink
Post by FF68
Secondo certe teorie il volo non doveva nemmeno essere tentato.
Mmmm ... Il nuovo che avanza insomma ...
Post by FF68
Si vedono benissimo i risultati.
Dopo aver letto tutto il delirio mi tocca quotare ...
Shylock
2011-04-05 10:56:38 UTC
Permalink
[...]
Anche la Scienza intralciata dall'empirismo da quattro soldi
che prospera solo in virt di quattro frescacce anticlericali,
ostacolando la vera ricerca.
Siete i perdenti della storia.

Fatevene una ragione.
Continua a leggere su narkive:
Loading...