Discussione:
GOVERNO DISTRUGGE IL TURISMO: 8 TRENI SOPPRESSI E 8MILA TURISTI APPIEDATI PER IL “DISTANZIAMENTO”
Aggiungi Risposta
Ritorno Tricolore
2020-08-02 14:58:10 UTC
Rispondi
Permalink
8mila passeggeri a terra e 8 treni cancellati nella sola giornata di
oggi, domenica 2 agosto, in pieno esodo estivo. Distruggono anche il
poco turismo rimasto, quello interno.

La bufera è scoppiata nella giornata di ieri, quando il Comitato
tecnico scientifico si è detto sconcertato e preoccupato per la
decisione di tornare al riempimento totale (o quasi) dei treni già da
ora. Una scelta considerata pericolosa dagli esperti, che non si
stancano di ricordare agli italini di mantenere la distanza di
sicurezza di un metro e di indossare le mascherine quando necessario
per ridurre il rischio di contagio. Possibile che Roberto Speranza,
ministro della salute, fosse all’oscuro delle decisioni prese da Paola
De Micheli, ministro dei trasporti? Il dpcm del 14 luglio era ben noto
soprattutto agli operatori ferroviari, Trenitalia e Italo-NTV, che
hanno messo in atto tutto il necessario per garantire la sicurezza a
bordo in vista della possibilità di riempire i vagoni.

L’entusiasmo di Trenitalia nel comunicare la possibilità di poter
tornare a viaggiare con i treni al 100% ha però messo in allarme il
Comitato tecnico scientifico, che pare non sia stato interpellato
quando è stata presa questa decisione. Da qui il caos treni della
giornata di ieri, che si è concluso con la marcia indietro di Roberto
Speranza, che ha di fatto annullato il dpcm che permetteva i viaggi
quasi al completo.

Flavio Cattaneo, vicedirettore Italo-NTV, nella serata di ieri ha
annunciato a sorpresa la cancellazione di alcuni treni Italo già a
partire da oggi.

Il risultato: 8mila italiani a piedi.
xyz
2020-08-02 15:37:38 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Ritorno Tricolore
8mila passeggeri a terra e 8 treni cancellati nella sola giornata di
oggi, domenica 2 agosto, in pieno esodo estivo. Distruggono anche il
poco turismo rimasto, quello interno.
le attivita' turistiche stavano riprendendo, gli odiati autonomi
iniziavano a sopravvivere ed la decrescita infelice si allontanava.

Quindi hanno provveduto...
graziano
2020-08-02 16:56:13 UTC
Rispondi
Permalink
Certo che spingono per il 100% dei posti altrimenti meno fatturato. Fino qui credo ci arrivino tutti, of course. Poi usarci come carne da mecello invece compromette l'intero paese perché prima o poi, se riparte covid19, la paghiamo indifferentemente tutti, che si viaggi sui treni che se si va al lavoro in bicicletta. Più che distruggere il turismo la vedo come, seppur piccola, una protezione.
Roberto Deboni DMIsr
2020-08-05 09:44:53 UTC
Rispondi
Permalink
Post by graziano
Certo che spingono per il 100% dei posti altrimenti meno
fatturato. Fino qui credo ci arrivino tutti, of course.
Poi usarci come carne da mecello invece compromette l'intero
paese perché prima o poi, se riparte covid19, la paghiamo
indifferentemente tutti, che si viaggi sui treni che se si
va al lavoro in bicicletta. Più che distruggere il turismo
la vedo come, seppur piccola, una protezione.
In tutto questo manca ogni rispetto della liberta'.
Prevale il principio fascista che la regola deve essere
uguale per tutti, anche quando e' possibile differenziare.

Leggendo le notizie, si evince che c'e' chi gradisce il
distanziamento (per esempio, da sempre il pendolare che ha
da leggere e studiare in treno, o semplicemente sgradisce
i "sudori/odori" altrui, e quindi questa del Covid-19
e' una pacchia) e chi invece lo rifiuta.

La soluzione banale e' quindi, come per i fumatori, quando
a suo tempo erano ammessi: carrozze per covid-19 "credenti"
e carrozze per covid-19 "negazionisti". Cosi' ognuno puo'
viaggiare come vuole e gli permette il portafoglio (ovviamente
i biglietti per le carrozze per covid-19 "credenti", di fatto
"1ma classe", costerebbero di piu').

OnOrevole
2020-08-02 16:58:24 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Ritorno Tricolore
8mila passeggeri a terra e 8 treni cancellati nella sola giornata di
oggi, domenica 2 agosto, in pieno esodo estivo. Distruggono anche il
poco turismo rimasto, quello interno.
La bufera è scoppiata nella giornata di ieri, quando il Comitato tecnico
scientifico si è detto sconcertato e preoccupato per la decisione di
tornare al riempimento totale (o quasi) dei treni già da ora. Una scelta
considerata pericolosa dagli esperti, che non si stancano di ricordare
agli italini di mantenere la distanza di sicurezza di un metro e di
indossare le mascherine quando necessario per ridurre il rischio di
contagio. Possibile che Roberto Speranza, ministro della salute, fosse
all’oscuro delle decisioni prese da Paola De Micheli, ministro dei
trasporti? Il dpcm del 14 luglio era ben noto soprattutto agli operatori
ferroviari, Trenitalia e Italo-NTV, che hanno messo in atto tutto il
necessario per garantire la sicurezza a bordo in vista della possibilità
di riempire i vagoni.
L’entusiasmo di Trenitalia nel comunicare la possibilità di poter
tornare a viaggiare con i treni al 100% ha però messo in allarme il
Comitato tecnico scientifico, che pare non sia stato interpellato quando
è stata presa questa decisione. Da qui il caos treni della giornata di
ieri, che si è concluso con la marcia indietro di Roberto Speranza, che
ha di fatto annullato il dpcm che permetteva i viaggi quasi al completo.
Flavio Cattaneo, vicedirettore Italo-NTV, nella serata di ieri ha
annunciato a sorpresa la cancellazione di alcuni treni Italo già a
partire da oggi.
Il risultato: 8mila italiani a piedi.
alternativa: che che ne crepino un altro po'.... uno potresti essere tu!

Uno potrei essere io ... e non mi va!
Roberto Deboni DMIsr
2020-08-05 09:39:39 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Ritorno Tricolore
8mila passeggeri a terra e 8 treni cancellati nella sola giornata di
oggi, domenica 2 agosto, in pieno esodo estivo. Distruggono anche il
poco turismo rimasto, quello interno.
Ma il distanziamento in treno e' obbligatorio anche per coniugi
e famiglie ?
Loading...