Discussione:
Continua giornalmente il pestaggio ai danni dei militari
(troppo vecchio per rispondere)
tattoo
2018-05-16 11:58:08 UTC
Permalink
Raw Message
I mezzi pubblici sono a rischio, nei treni viaggiano in bande e se gli
viene chiesto per sbaglio il biglietto reagiscono in modo violento. I
nigeriani i più pericolosi, si credono sopratutto e la prima risposta
che danno: italiani razzisti di merda.... La democrazia, il dialogo con
questa gente è difettoso e per non sbagliarsi nel dialogo c'è un solo
metodo.....

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/immigrati-pestano-due-militari-poi-distrugge-testate-auto-1527504.html

Immigrati pestano due militari. Poi uno distrugge a testate auto polizia

Rissa al parco a Mestre. Intervengono i militari e i vigli: pestati da
un afghano e un irakeno. Fermato, uno degli stranieri devasta a testate
il mezzo delle forze dell'ordine

Hanno devastato l'auto dei vigili urbani e pestato i militari del
reggimento Lagunari Serenissima.

Gli autori della folle aggressione di ieri a Mestre sono due giovani
immigrati, Moustafa Darbaz, 24 anni, irakeno Ahmazia Tarshi, 22 anni,
afghano. I due sono stati condannati ieri dal giudice: il primo si farà
sei mesi di reclusione, il secondo sei mesi e 20 giorni. Poi torneranno
in strada, come se nulla fosse. Le accuse erano di resistenza, violenza
su pubblico ufficiale e danneggiamento.

I fatti risalgono a domenica pomeriggio. Siamo a Mestre, parco della
Bissuola. I lagunari intervengono per sedare una rissa tra due
spacciatori e quattro tossicodipendenti. La faccenda è più complicata
del previsto. Sul posto arrivano anche i vigili urbani, ma la
colluttazione si trasforma nel pestaggio degli uomini in divisa. Come
scrive La Nuova Venezia, intorno alle 12.40 alcuni passanti segnalano ai
vigili urbani una rissa scoppiata nel parco. Non ci sono solo
spacciatori e tossicodipendenti, ma anche i militari che stanno cercando
di riportare la situazione alla calma. I lagunari vengono sommersi di
calci, pugni e sputi. Come ovvvio, i vigili provano a dar man forte ai
lagunari. Ma inutilmente. I due immigrati sono fuori di sé: vigili e
militari finiscono vittime di un vero e proprio pestaggio. Solo
l'intervento di un'altra pattuglia della polizia locale riesce a far
prevalere i "buoni" sui "cattivi".

Ma non è finita qui. I due lagunari insieme ai quattro agenti della
locale riescono a fermare solo uno dei contendenti della rissa. E non è
stato facile. Anche perché non appena lo fanno salire nel mezzo (un
"cellulare" apposito per il trasporto dei detenuti), l'afghano prova a
distruggere tutto quello che si trova di fronte. Prima abbatte a testate
e pugni il plexiglass che separa il vano dei fermati dai posti anteriori
del mezzo, poi si scaglia contro i finestrini laterali: tutti distrutti.
In totale faranno 2mila euro di danni. Dall'esterno, l'irakeno nel
frattempo provava a attaccare di nuovo le forze dell'ordine schierate al
parco.
Filippo Giustiniani
2018-05-16 12:00:15 UTC
Permalink
Raw Message
I mezzi pubblici sono a rischio, nei treni viaggiano in bande e se gli viene
chiesto per sbaglio il biglietto reagiscono in modo violento. I nigeriani i
più pericolosi, si credono sopratutto e la prima risposta che danno: italiani
razzisti di merda.... La democrazia, il dialogo con questa gente è difettoso
e per non sbagliarsi nel dialogo c'è un solo metodo.....
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/immigrati-pestano-due-militari-poi-distrugge-testate-auto-1527504.html
Immigrati pestano due militari. Poi uno distrugge a testate auto polizia
Rissa al parco a Mestre. Intervengono i militari e i vigli: pestati da un
afghano e un irakeno. Fermato, uno degli stranieri devasta a testate il mezzo
delle forze dell'ordine
Hanno devastato l'auto dei vigili urbani e pestato i militari del reggimento
Lagunari Serenissima.
Gli autori della folle aggressione di ieri a Mestre sono due giovani
immigrati, Moustafa Darbaz, 24 anni, irakeno Ahmazia Tarshi, 22 anni,
afghano. I due sono stati condannati ieri dal giudice: il primo si farà sei
mesi di reclusione, il secondo sei mesi e 20 giorni. Poi torneranno in
strada, come se nulla fosse. Le accuse erano di resistenza, violenza su
pubblico ufficiale e danneggiamento.
I fatti risalgono a domenica pomeriggio. Siamo a Mestre, parco della
Bissuola. I lagunari intervengono per sedare una rissa tra due spacciatori e
quattro tossicodipendenti. La faccenda è più complicata del previsto. Sul
posto arrivano anche i vigili urbani, ma la colluttazione si trasforma nel
pestaggio degli uomini in divisa. Come scrive La Nuova Venezia, intorno alle
12.40 alcuni passanti segnalano ai vigili urbani una rissa scoppiata nel
parco. Non ci sono solo spacciatori e tossicodipendenti, ma anche i militari
che stanno cercando di riportare la situazione alla calma. I lagunari vengono
sommersi di calci, pugni e sputi. Come ovvvio, i vigili provano a dar man
forte ai lagunari. Ma inutilmente. I due immigrati sono fuori di sé: vigili e
militari finiscono vittime di un vero e proprio pestaggio. Solo l'intervento
di un'altra pattuglia della polizia locale riesce a far prevalere i "buoni"
sui "cattivi".
Ma non è finita qui. I due lagunari insieme ai quattro agenti della locale
riescono a fermare solo uno dei contendenti della rissa. E non è stato
facile. Anche perché non appena lo fanno salire nel mezzo (un "cellulare"
apposito per il trasporto dei detenuti), l'afghano prova a distruggere tutto
quello che si trova di fronte. Prima abbatte a testate e pugni il plexiglass
che separa il vano dei fermati dai posti anteriori del mezzo, poi si scaglia
contro i finestrini laterali: tutti distrutti. In totale faranno 2mila euro
di danni. Dall'esterno, l'irakeno nel frattempo provava a attaccare di nuovo
le forze dell'ordine schierate al parco.
Perchè i militari non sparano?

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
tattoo
2018-05-16 12:10:01 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Filippo Giustiniani
Post by tattoo
I mezzi pubblici sono a rischio, nei treni viaggiano in bande e se gli
viene chiesto per sbaglio il biglietto reagiscono in modo violento. I
nigeriani i più pericolosi, si credono sopratutto e la prima risposta
che danno: italiani razzisti di merda.... La democrazia, il dialogo
con questa gente è difettoso e per non sbagliarsi nel dialogo c'è un
solo metodo.....
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/immigrati-pestano-due-militari-poi-distrugge-testate-auto-1527504.html
Immigrati pestano due militari. Poi uno distrugge a testate auto polizia
Rissa al parco a Mestre. Intervengono i militari e i vigli: pestati da
un afghano e un irakeno. Fermato, uno degli stranieri devasta a
testate il mezzo delle forze dell'ordine
Hanno devastato l'auto dei vigili urbani e pestato i militari del
reggimento Lagunari Serenissima.
Gli autori della folle aggressione di ieri a Mestre sono due giovani
immigrati, Moustafa Darbaz, 24 anni, irakeno Ahmazia Tarshi, 22 anni,
afghano. I due sono stati condannati ieri dal giudice: il primo si
farà sei mesi di reclusione, il secondo sei mesi e 20 giorni. Poi
torneranno in strada, come se nulla fosse. Le accuse erano di
resistenza, violenza su pubblico ufficiale e danneggiamento.
I fatti risalgono a domenica pomeriggio. Siamo a Mestre, parco della
Bissuola. I lagunari intervengono per sedare una rissa tra due
spacciatori e quattro tossicodipendenti. La faccenda è più complicata
del previsto. Sul posto arrivano anche i vigili urbani, ma la
colluttazione si trasforma nel pestaggio degli uomini in divisa. Come
scrive La Nuova Venezia, intorno alle 12.40 alcuni passanti segnalano
ai vigili urbani una rissa scoppiata nel parco. Non ci sono solo
spacciatori e tossicodipendenti, ma anche i militari che stanno
cercando di riportare la situazione alla calma. I lagunari vengono
sommersi di calci, pugni e sputi. Come ovvvio, i vigili provano a dar
man forte ai lagunari. Ma inutilmente. I due immigrati sono fuori di
sé: vigili e militari finiscono vittime di un vero e proprio
pestaggio. Solo l'intervento di un'altra pattuglia della polizia
locale riesce a far prevalere i "buoni" sui "cattivi".
Ma non è finita qui. I due lagunari insieme ai quattro agenti della
locale riescono a fermare solo uno dei contendenti della rissa. E non
è stato facile. Anche perché non appena lo fanno salire nel mezzo (un
"cellulare" apposito per il trasporto dei detenuti), l'afghano prova a
distruggere tutto quello che si trova di fronte. Prima abbatte a
testate e pugni il plexiglass che separa il vano dei fermati dai posti
tutti distrutti. In totale faranno 2mila euro di danni. Dall'esterno,
l'irakeno nel frattempo provava a attaccare di nuovo le forze
dell'ordine schierate al parco.
Perchè i militari non sparano?
non sono dotati di bastoni di pioppo di quello stagionato e che suona
molto bene quando incrocia le ossa del delinquente o dei delinquenti e
poi non sono allenati, hanno la loro spada di damocle tra capo e collo
pena una denuncia per tortura o per eccesso di legittima difesa.
Post by Filippo Giustiniani
---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Filippo Giustiniani
2018-05-16 12:13:14 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Filippo Giustiniani
Post by tattoo
I mezzi pubblici sono a rischio, nei treni viaggiano in bande e se gli
viene chiesto per sbaglio il biglietto reagiscono in modo violento. I
nigeriani i più pericolosi, si credono sopratutto e la prima risposta che
danno: italiani razzisti di merda.... La democrazia, il dialogo con questa
gente è difettoso e per non sbagliarsi nel dialogo c'è un solo metodo.....
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/immigrati-pestano-due-militari-poi-distrugge-testate-auto-1527504.html
Immigrati pestano due militari. Poi uno distrugge a testate auto polizia
Rissa al parco a Mestre. Intervengono i militari e i vigli: pestati da un
afghano e un irakeno. Fermato, uno degli stranieri devasta a testate il
mezzo delle forze dell'ordine
Hanno devastato l'auto dei vigili urbani e pestato i militari del
reggimento Lagunari Serenissima.
Gli autori della folle aggressione di ieri a Mestre sono due giovani
immigrati, Moustafa Darbaz, 24 anni, irakeno Ahmazia Tarshi, 22 anni,
afghano. I due sono stati condannati ieri dal giudice: il primo si farà
sei mesi di reclusione, il secondo sei mesi e 20 giorni. Poi torneranno in
strada, come se nulla fosse. Le accuse erano di resistenza, violenza su
pubblico ufficiale e danneggiamento.
I fatti risalgono a domenica pomeriggio. Siamo a Mestre, parco della
Bissuola. I lagunari intervengono per sedare una rissa tra due spacciatori
e quattro tossicodipendenti. La faccenda è più complicata del previsto.
Sul posto arrivano anche i vigili urbani, ma la colluttazione si trasforma
nel pestaggio degli uomini in divisa. Come scrive La Nuova Venezia,
intorno alle 12.40 alcuni passanti segnalano ai vigili urbani una rissa
scoppiata nel parco. Non ci sono solo spacciatori e tossicodipendenti, ma
anche i militari che stanno cercando di riportare la situazione alla
calma. I lagunari vengono sommersi di calci, pugni e sputi. Come ovvvio, i
vigili provano a dar man forte ai lagunari. Ma inutilmente. I due
immigrati sono fuori di sé: vigili e militari finiscono vittime di un vero
e proprio pestaggio. Solo l'intervento di un'altra pattuglia della polizia
locale riesce a far prevalere i "buoni" sui "cattivi".
Ma non è finita qui. I due lagunari insieme ai quattro agenti della locale
riescono a fermare solo uno dei contendenti della rissa. E non è stato
facile. Anche perché non appena lo fanno salire nel mezzo (un "cellulare"
apposito per il trasporto dei detenuti), l'afghano prova a distruggere
tutto quello che si trova di fronte. Prima abbatte a testate e pugni il
plexiglass che separa il vano dei fermati dai posti anteriori del mezzo,
poi si scaglia contro i finestrini laterali: tutti distrutti. In totale
faranno 2mila euro di danni. Dall'esterno, l'irakeno nel frattempo provava
a attaccare di nuovo le forze dell'ordine schierate al parco.
Perchè i militari non sparano?
non sono dotati di bastoni di pioppo di quello stagionato e che suona molto
bene quando incrocia le ossa del delinquente o dei delinquenti e poi non sono
allenati, hanno la loro spada di damocle tra capo e collo pena una denuncia
per tortura o per eccesso di legittima difesa.
Basta usare munizioni di gomma nessuno muore ma stendi le risorse

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
tattoo
2018-05-16 12:22:52 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Filippo Giustiniani
Post by tattoo
Post by Filippo Giustiniani
Post by tattoo
I mezzi pubblici sono a rischio, nei treni viaggiano in bande e se
gli viene chiesto per sbaglio il biglietto reagiscono in modo
violento. I nigeriani i più pericolosi, si credono sopratutto e la
prima risposta che danno: italiani razzisti di merda.... La
democrazia, il dialogo con questa gente è difettoso e per non
sbagliarsi nel dialogo c'è un solo metodo.....
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/immigrati-pestano-due-militari-poi-distrugge-testate-auto-1527504.html
Immigrati pestano due militari. Poi uno distrugge a testate auto polizia
Rissa al parco a Mestre. Intervengono i militari e i vigli: pestati
da un afghano e un irakeno. Fermato, uno degli stranieri devasta a
testate il mezzo delle forze dell'ordine
Hanno devastato l'auto dei vigili urbani e pestato i militari del
reggimento Lagunari Serenissima.
Gli autori della folle aggressione di ieri a Mestre sono due giovani
immigrati, Moustafa Darbaz, 24 anni, irakeno Ahmazia Tarshi, 22
anni, afghano. I due sono stati condannati ieri dal giudice: il
primo si farà sei mesi di reclusione, il secondo sei mesi e 20
giorni. Poi torneranno in strada, come se nulla fosse. Le accuse
erano di resistenza, violenza su pubblico ufficiale e danneggiamento.
I fatti risalgono a domenica pomeriggio. Siamo a Mestre, parco della
Bissuola. I lagunari intervengono per sedare una rissa tra due
spacciatori e quattro tossicodipendenti. La faccenda è più
complicata del previsto. Sul posto arrivano anche i vigili urbani,
ma la colluttazione si trasforma nel pestaggio degli uomini in
divisa. Come scrive La Nuova Venezia, intorno alle 12.40 alcuni
passanti segnalano ai vigili urbani una rissa scoppiata nel parco.
Non ci sono solo spacciatori e tossicodipendenti, ma anche i
militari che stanno cercando di riportare la situazione alla calma.
I lagunari vengono sommersi di calci, pugni e sputi. Come ovvvio, i
vigili provano a dar man forte ai lagunari. Ma inutilmente. I due
immigrati sono fuori di sé: vigili e militari finiscono vittime di
un vero e proprio pestaggio. Solo l'intervento di un'altra pattuglia
della polizia locale riesce a far prevalere i "buoni" sui "cattivi".
Ma non è finita qui. I due lagunari insieme ai quattro agenti della
locale riescono a fermare solo uno dei contendenti della rissa. E
non è stato facile. Anche perché non appena lo fanno salire nel
mezzo (un "cellulare" apposito per il trasporto dei detenuti),
l'afghano prova a distruggere tutto quello che si trova di fronte.
Prima abbatte a testate e pugni il plexiglass che separa il vano dei
fermati dai posti anteriori del mezzo, poi si scaglia contro i
finestrini laterali: tutti distrutti. In totale faranno 2mila euro
di danni. Dall'esterno, l'irakeno nel frattempo provava a attaccare
di nuovo le forze dell'ordine schierate al parco.
Perchè i militari non sparano?
non sono dotati di bastoni di pioppo di quello stagionato e che suona
molto bene quando incrocia le ossa del delinquente o dei delinquenti e
poi non sono allenati, hanno la loro spada di damocle tra capo e collo
pena una denuncia per tortura o per eccesso di legittima difesa.
Basta usare munizioni di gomma nessuno muore ma stendi le risorse
quello è un colpo solo è meccanico ed è senza soddisfazione...sai
quando senti le osse che "suonano" ?? tranquillo che un paio di sventole
ben assestate il tizio di turno che delinque si guarderà bene nel rifare
il reato.

Ci sono comunità che con un richiamo generalizzato si mettono in riga e
altre che servono sistemi adeguati al loro stile di vita.
Post by Filippo Giustiniani
---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Alberto Crei
2018-05-16 12:39:33 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Filippo Giustiniani
I mezzi pubblici sono a rischio, nei treni viaggiano in bande e se gli viene
chiesto per sbaglio il biglietto reagiscono in modo violento. I nigeriani i
più pericolosi, si credono sopratutto e la prima risposta che danno: italiani
razzisti di merda.... La democrazia, il dialogo con questa gente è difettoso
e per non sbagliarsi nel dialogo c'è un solo metodo.....
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/immigrati-pestano-due-militari-poi-distrugge-testate-auto-1527504.html
Immigrati pestano due militari. Poi uno distrugge a testate auto polizia
Rissa al parco a Mestre. Intervengono i militari e i vigli: pestati da un
afghano e un irakeno. Fermato, uno degli stranieri devasta a testate il mezzo
delle forze dell'ordine
Hanno devastato l'auto dei vigili urbani e pestato i militari del reggimento
Lagunari Serenissima.
Gli autori della folle aggressione di ieri a Mestre sono due giovani
immigrati, Moustafa Darbaz, 24 anni, irakeno Ahmazia Tarshi, 22 anni,
afghano. I due sono stati condannati ieri dal giudice: il primo si farà sei
mesi di reclusione, il secondo sei mesi e 20 giorni. Poi torneranno in
strada, come se nulla fosse. Le accuse erano di resistenza, violenza su
pubblico ufficiale e danneggiamento.
I fatti risalgono a domenica pomeriggio. Siamo a Mestre, parco della
Bissuola. I lagunari intervengono per sedare una rissa tra due spacciatori e
quattro tossicodipendenti. La faccenda è più complicata del previsto. Sul
posto arrivano anche i vigili urbani, ma la colluttazione si trasforma nel
pestaggio degli uomini in divisa. Come scrive La Nuova Venezia, intorno alle
12.40 alcuni passanti segnalano ai vigili urbani una rissa scoppiata nel
parco. Non ci sono solo spacciatori e tossicodipendenti, ma anche i militari
che stanno cercando di riportare la situazione alla calma. I lagunari vengono
sommersi di calci, pugni e sputi. Come ovvvio, i vigili provano a dar man
forte ai lagunari. Ma inutilmente. I due immigrati sono fuori di sé: vigili e
militari finiscono vittime di un vero e proprio pestaggio. Solo l'intervento
di un'altra pattuglia della polizia locale riesce a far prevalere i "buoni"
sui "cattivi".
Ma non è finita qui. I due lagunari insieme ai quattro agenti della locale
riescono a fermare solo uno dei contendenti della rissa. E non è stato
facile. Anche perché non appena lo fanno salire nel mezzo (un "cellulare"
apposito per il trasporto dei detenuti), l'afghano prova a distruggere tutto
quello che si trova di fronte. Prima abbatte a testate e pugni il plexiglass
che separa il vano dei fermati dai posti anteriori del mezzo, poi si scaglia
contro i finestrini laterali: tutti distrutti. In totale faranno 2mila euro
di danni. Dall'esterno, l'irakeno nel frattempo provava a attaccare di nuovo
le forze dell'ordine schierate al parco.
Perchè i militari non sparano?
---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Io mi immagino due palestinesi che fanno lo stesso a Gerico.

Li mettono vivi sotto un Merkava.

Loading...