Discussione:
I morti italiani di Marcinelle come i raccoglitori di pomodori?
Aggiungi Risposta
Racing
2018-08-08 15:19:36 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia dell'immigrazione,
soprattutto ora che tanti vengono in Europa. Non sottostimiamo la
difficoltà di gestire un tale fenomeno ma non dimentichiamo che i
nostri padri e nonni erano migranti". Lo ha detto, nientepopodimenochè
il ministro degli Esteri Enzo Moavero, alla faccia di uno sbigottito
Salvini.
E Moavero rincara la dose:
"Siamo stati una nazione di emigranti - ha sottolineato Moavero - siamo
andati stranieri nel mondo cercando lavoro" e bisogna ricordarlo
"quando vediamo arrivare in Europa i migranti della nostra travagliata
epoca".

L'ira dei Fratelli d'Italia:
"Il richiamo di Moavero o è inutile o è fuorviante rispetto alla
necessaria azione per impedire una invasione di clandestini che con gli
emigranti italiani non c'entra nulla - attacca il capogruppo di FdI
alla Camera, Francesco Lollobrigida, il ministro degli Esteri eviti
paragoni impropri e offensivi".

Ma cos'era successo a Marcinelle?
Ben 62 anni fa, la mattina dell'8 agosto 1956 nella miniera di carbone
Bois du Cazier di Marcinelle, in Belgio, scoppiò un incendio causato
dalla combustione d'olio ad alta pressione innescata da una scintilla
elettrica. L'incendio provocò la morte di 262 persone delle 275
presenti. Di questi 136 erano emigrati italiani, 95 belghe, 8 polacche,
6 greche, 5 tedesche, 5 francesi, 3 ungheresi, una inglese, una
olandese, una russa e una ucraina.

Cosa c'entra la tragedia di Marcinelle con l'immigrazione selvaggia con
i barconi in Italia?
Nulla.
Gl'italiani andavano all'estero con le valige di cartone alla luce del
sole, per trovare un lavoro, anche da sfruttati. Gl'immigrati nostrani,
arrivano con i barconi, non alla luce del sole, saccheggiati dai
mercanti di uomini, a rischiare di morire affogati in mare.
Roba diversa, mi pare.

In comune con Marcinelle ci vedo i migranti, raccoglitori di pomodori,
morti nelle strade. Sfruttati come i nostri minatori, morti come i
nostri minatori.
Egregio ministro, capisco che i sentimenti le scaturiscono dal cuore,
ma la pregherei di correggere il tiro. I nostri migranti hanno una
storia diversa, fatta di sfruttamento ma anche di fortune costruite dal
nulla, vorrei che lei focalizzasse di più sulla condizione di lavoro
dei migranti che sono arrivati da noi.
x05
2018-08-08 16:36:34 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
CM
2018-08-08 17:36:52 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by x05
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una costante.

Nomi come "Matteo Brazzo", "Bourgogne", "Sirio" o anche il piu' famoso "Andrea Doria" dovrebbero dire molto a riguardo.

--
saluti
cm
Gennaro
2018-08-08 18:17:28 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by CM
Post by x05
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una costante.
Nomi come "Matteo Brazzo", "Bourgogne", "Sirio" o anche il piu' famoso "Andrea Doria" dovrebbero dire molto a riguardo.
--
saluti
cm
Senti io sono il discendente di una famiglia di emigranti e sono nato solo per caso quì, è vero che le condizioni del viaggio erano disagevoli ma non affatto vero che erano clandestini, viaggiavano regolarmente su navi a vapore, erano richiesti per popolare dei territori spopolati e portatori di mestieri da esperienza millenaria, portavano con se semi, aggeggi del mestiere e una volta a terra dovevano fare la quarantena, poi erano visitati e chi aveva un minimo difetto o appariva strano lo mandavano via senza tanti complimenti. Il mio bisnonno era americano e morì negli USA; chiese il ricongiungimento familiare alla moglie mia bisnonna ma a Ellis Island non la fecero passare per qualche problema e il mio nonno non vide mai più suo padre, perciò non dire fesserie!
CM
2018-08-08 19:21:28 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Gennaro
Post by CM
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una costante.
Nomi come "Matteo Brazzo", "Bourgogne", "Sirio" o anche il piu' famoso "Andrea Doria" dovrebbero dire molto a riguardo.
--
saluti
cm
Senti io sono il discendente
Puoi essere anche il figlio segreto di Vittorio Emanuele, queli che ho indicato sono fatti scritti in tutti i libri di storia, la storia delle madri e bambini immigrati clandestini in Svizzera e' stata pure sui giornali piu' volte.

Toh, buona lettura
https://www.mondadoristore.it/cammino-speranza-emigrazione-Sandro-Rinauro/eai978880619629/

--
saluti
cm
x05
2018-08-08 19:38:04 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by CM
A Marcinelle forse
Ho solo fatto notare che il paragone non eraazzeccato.
Post by CM
nel caso , in Francia, Svizzera, Sud America e
USA abbiamo avuto migliaia di emigrati clandestini. In
particolare verso Sud America e USA quando non crepavano
sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e
clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a
quelle dei migranti attuali, e dove le morti per
sovraffollamento o malattie erano una costante.
Si, capitava anche agli italiani.

E quindi?
Lex Tutor
2018-08-11 13:39:04 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by x05
Si, capitava anche agli italiani.
Ennesima figura di merda del Minardi.
Post by x05
E quindi?
Quindi ai sinistri piace schiavizzare le masse, spostarle a piacimento
dove possono essere meglio asservite e sfruttate; ammantando il tutto
sotto il proclama popolare che tutto ciò sia per il loro bene.
*Vomitevole*.
--
Lex Tutor
L'Asilo Infantile di Bofhland® è un argomento che sarà oggetto
di un libro di prossima pubblicazione, quindi sto discutendo
di una questione che mi interessa per finalità di ricerca
Shylock
2018-08-09 04:25:38 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by CM
Post by x05
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una costante.
nel caso degli USA non e' corretto: fino agli anni '20 l'immigrazione per gli europei era quasi libera, veniva rifiutato solo chi non in grado di lavorare o sospettato di essere un criminale.

a Ellis Island rifiutavano intorno al 2% degli arrivati.

Cmq, in USA puoi trovare parecchi immigrati italiani irregolari (e abbiamo avuto casi di italiani irregolari pure qui, dove mettersi in regola e' facilissimo, per lo piu' per negligenza propria).
Alberto Crei
2018-08-09 21:39:23 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by CM
Post by x05
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una costante.
Nomi come "Matteo Brazzo", "Bourgogne", "Sirio" o anche il piu' famoso "Andrea Doria" dovrebbero dire molto a riguardo.
--
saluti
cm
Povero coglione

Quelli di Marcinelle erano li per accordi tra stati.
Chi non stava in riga espulsione immediata .

Coglione
Son morti nelle gallerie, soffocati bruciati vivi a centinaia.
Non perche' il kabobo autista ha bevuto.
Geraldo
2018-08-09 22:52:20 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by CM
Post by x05
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto
migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA
quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e
clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti
attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una
costante.
Nomi come "Matteo Brazzo", "Bourgogne", "Sirio" o anche il piu' famoso
"Andrea Doria" dovrebbero dire molto a riguardo.
--
saluti
cm
Povero coglione

Quelli di Marcinelle erano li per accordi tra stati.
Chi non stava in riga espulsione immediata .

Coglione
Son morti nelle gallerie, soffocati bruciati vivi a centinaia.
Non perche' il kabobo autista ha bevuto.


e non protestavano per avere la televisione gratis in camera con sky
non manifestavano perche erano senza aria condizionata
non avevano i politici corrotti a sostenerli perchè il mangiare era poco
non andavano in giro tutto il giorno con i vestiti firmati e lo smartphone
gratis
non avevano vitto e alloggo gratis alla faccia di chi paga le tasse per
mantenerli
Dott. Salvini (immortale)
2018-08-10 05:34:25 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Alberto Crei
Post by CM
Post by x05
"Non dimentichiamo che Marcinelle č una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto
migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA
quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e
clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti
attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una
costante.
Nomi come "Matteo Brazzo", "Bourgogne", "Sirio" o anche il piu' famoso
"Andrea Doria" dovrebbero dire molto a riguardo.
--
saluti
cm
Povero coglione
Quelli di Marcinelle erano li per accordi tra stati.
Chi non stava in riga espulsione immediata .
Coglione
Son morti nelle gallerie, soffocati bruciati vivi a centinaia.
Non perche' il kabobo autista ha bevuto.
e non protestavano per avere la televisione gratis in camera con sky
non manifestavano perche erano senza aria condizionata
non avevano i politici corrotti a sostenerli perchč il mangiare era poco
non andavano in giro tutto il giorno con i vestiti firmati e lo smartphone
gratis
non avevano vitto e alloggo gratis alla faccia di chi paga le tasse per
mantenerli
e non avevano deficienti di sinistra a strillare come checche isteriche perchè si vuol fermare l'invasione di kabobi.
QUESTO è IL PUNTO.

L'IMMORTALE
Shylock
2018-08-10 05:44:06 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Alberto Crei
Post by CM
Post by x05
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una costante.
Nomi come "Matteo Brazzo", "Bourgogne", "Sirio" o anche il piu' famoso "Andrea Doria" dovrebbero dire molto a riguardo.
--
saluti
cm
Povero coglione
Quelli di Marcinelle erano li per accordi tra stati.
Chi non stava in riga espulsione immediata .
Coglione
Son morti nelle gallerie, soffocati bruciati vivi a centinaia.
Non perche' il kabobo autista ha bevuto.
perche' ci fu un problema di comunicazione fra l'ascensorista e il tizio che spingeva i vagoncini dentro.

non si sa molto su quanto avessero bevuto quell giorno.
Alberto Crei
2018-08-10 08:58:29 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Shylock
Post by Alberto Crei
Post by CM
Post by x05
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una costante.
Nomi come "Matteo Brazzo", "Bourgogne", "Sirio" o anche il piu' famoso "Andrea Doria" dovrebbero dire molto a riguardo.
--
saluti
cm
Povero coglione
Quelli di Marcinelle erano li per accordi tra stati.
Chi non stava in riga espulsione immediata .
Coglione
Son morti nelle gallerie, soffocati bruciati vivi a centinaia.
Non perche' il kabobo autista ha bevuto.
perche' ci fu un problema di comunicazione fra l'ascensorista e il tizio che spingeva i vagoncini dentro.
Ovvero, doveva succedere e successe
Shylock
2018-08-10 10:12:13 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Alberto Crei
Post by Shylock
Post by Alberto Crei
Post by CM
Post by x05
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una costante.
Nomi come "Matteo Brazzo", "Bourgogne", "Sirio" o anche il piu' famoso "Andrea Doria" dovrebbero dire molto a riguardo.
--
saluti
cm
Povero coglione
Quelli di Marcinelle erano li per accordi tra stati.
Chi non stava in riga espulsione immediata .
Coglione
Son morti nelle gallerie, soffocati bruciati vivi a centinaia.
Non perche' il kabobo autista ha bevuto.
perche' ci fu un problema di comunicazione fra l'ascensorista e il tizio che spingeva i vagoncini dentro.
Ovvero, doveva succedere e successe
errore umano.

come il tipico incidente stradale.
Alberto Crei
2018-08-10 19:20:48 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Shylock
Post by Alberto Crei
Post by Shylock
Post by Alberto Crei
Post by CM
Post by x05
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una costante.
Nomi come "Matteo Brazzo", "Bourgogne", "Sirio" o anche il piu' famoso "Andrea Doria" dovrebbero dire molto a riguardo.
--
saluti
cm
Povero coglione
Quelli di Marcinelle erano li per accordi tra stati.
Chi non stava in riga espulsione immediata .
Coglione
Son morti nelle gallerie, soffocati bruciati vivi a centinaia.
Non perche' il kabobo autista ha bevuto.
perche' ci fu un problema di comunicazione fra l'ascensorista e il tizio che spingeva i vagoncini dentro.
=====
Post by Shylock
Post by Alberto Crei
Ovvero, doveva succedere e successe
errore umano.
come il tipico incidente stradale.
Nel 1956 spendendo poche centinaia di dollari si facevano degli interblocchi sicuri al 100%.
Cose banali, in un ambiente dove lavorano come a Babele genti con lingue diverse attenersi a comunicazioni verbali e' folle.

Il 23 giugno 1946 fu firmato il Protocollo italo-belga che prevedeva l'invio di 50.000 lavoratori in cambio di carbone.
Patrocinato dalla troia regina Maria José del Belgio

Marie-José of Belgium3.jpg
Marie José Carlotta Sofia Amelia Enrichetta Gabriella di Sassonia Coburgo-Gotha

Nacquero così ampi flussi migratori verso il paese, uno dei quali, forse il più importante, fu quello degli italiani verso le miniere belghe.
Nel 1956 fra i 142 000 minatori impiegati, 63 000 erano stranieri e fra questi 44 000 erano italiani

Carbone in cambio di negri da miniera.
L'incendio, sviluppatosi inizialmente nel condotto d'entrata d'aria principale, riempì di fumo tutto l'impianto sotterraneo, provocando la morte di 262 persone delle 275 presenti, di cui 136 emigranti italiani.

Mai stato in una miniera Shy?
Le norme, le sicurezze, le procedure, come guidare un pulmino rotto stracarico di chiavi neri da ubriaco, stessa cosa.

Non entri da ubriaco in miniera Shy.
Shylock
2018-08-11 07:19:36 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Alberto Crei
Post by Shylock
Post by Alberto Crei
Post by Shylock
Post by Alberto Crei
Post by CM
Post by x05
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una costante.
Nomi come "Matteo Brazzo", "Bourgogne", "Sirio" o anche il piu' famoso "Andrea Doria" dovrebbero dire molto a riguardo.
--
saluti
cm
Povero coglione
Quelli di Marcinelle erano li per accordi tra stati.
Chi non stava in riga espulsione immediata .
Coglione
Son morti nelle gallerie, soffocati bruciati vivi a centinaia.
Non perche' il kabobo autista ha bevuto.
perche' ci fu un problema di comunicazione fra l'ascensorista e il tizio che spingeva i vagoncini dentro.
=====
Post by Shylock
Post by Alberto Crei
Ovvero, doveva succedere e successe
errore umano.
come il tipico incidente stradale.
Nel 1956 spendendo poche centinaia di dollari si facevano degli interblocchi sicuri al 100%.
e nel 2018 spendendo ancora meno hai autisti che riposano fra un turno e l'altro.
Shylock
2018-08-11 07:21:25 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Alberto Crei
Post by Shylock
Post by Alberto Crei
Post by Shylock
Post by Alberto Crei
Post by CM
Post by x05
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una costante.
Nomi come "Matteo Brazzo", "Bourgogne", "Sirio" o anche il piu' famoso "Andrea Doria" dovrebbero dire molto a riguardo.
--
saluti
cm
Povero coglione
Quelli di Marcinelle erano li per accordi tra stati.
Chi non stava in riga espulsione immediata .
Coglione
Son morti nelle gallerie, soffocati bruciati vivi a centinaia.
Non perche' il kabobo autista ha bevuto.
perche' ci fu un problema di comunicazione fra l'ascensorista e il tizio che spingeva i vagoncini dentro.
=====
Post by Shylock
Post by Alberto Crei
Ovvero, doveva succedere e successe
errore umano.
come il tipico incidente stradale.
Nel 1956 spendendo poche centinaia di dollari si facevano degli interblocchi sicuri al 100%.
Cose banali, in un ambiente dove lavorano come a Babele genti con lingue diverse attenersi a comunicazioni verbali e' folle.
Il 23 giugno 1946 fu firmato il Protocollo italo-belga che prevedeva l'invio di 50.000 lavoratori in cambio di carbone.
Patrocinato dalla troia regina Maria José del Belgio
Marie-José of Belgium3.jpg
Marie José Carlotta Sofia Amelia Enrichetta Gabriella di Sassonia Coburgo-Gotha
Nacquero così ampi flussi migratori verso il paese, uno dei quali, forse il più importante, fu quello degli italiani verso le miniere belghe.
Nel 1956 fra i 142 000 minatori impiegati, 63 000 erano stranieri e fra questi 44 000 erano italiani
Carbone in cambio di negri da miniera.
L'incendio, sviluppatosi inizialmente nel condotto d'entrata d'aria principale, riempì di fumo tutto l'impianto sotterraneo, provocando la morte di 262 persone delle 275 presenti, di cui 136 emigranti italiani.
Mai stato in una miniera Shy?
non solo ci sono stato, ma mio babbo e' il primo della sua famiglia a non essere stato costretto a lavorarci.

il motivo per cui gli italiani andavano a lavorare in miniera in belgio, e' perche' una miniera belga tipica era 100 volte piu' sicura e meglio pagata di una italiana.
ernesto
2018-08-10 13:09:11 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Shylock
Post by Alberto Crei
Post by CM
Post by x05
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una costante.
Nomi come "Matteo Brazzo", "Bourgogne", "Sirio" o anche il piu' famoso "Andrea Doria" dovrebbero dire molto a riguardo.
--
saluti
cm
Povero coglione
Quelli di Marcinelle erano li per accordi tra stati.
Chi non stava in riga espulsione immediata .
Coglione
Son morti nelle gallerie, soffocati bruciati vivi a centinaia.
Non perche' il kabobo autista ha bevuto.
perche' ci fu un problema di comunicazione fra l'ascensorista e il tizio che spingeva i vagoncini dentro.
non si sa molto su quanto avessero bevuto quell giorno.
Difficlmente il piscio ignobile che bevi tu e poi lo sputi fuori.

e
CM
2018-08-10 17:00:47 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Alberto Crei
Post by CM
Post by x05
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
A Marcinelle forse, in Francia, Svizzera, Sud America e USA abbiamo avuto migliaia di emigrati clandestini. In particolare verso Sud America e USA quando non crepavano sui vascelli della morte, dove emigrati regolari e clandestini viaggiavano in condizioni paragonabili a quelle dei migranti attuali, e dove le morti per sovraffollamento o malattie erano una costante.
Nomi come "Matteo Brazzo", "Bourgogne", "Sirio" o anche il piu' famoso "Andrea Doria" dovrebbero dire molto a riguardo.
Povero coglione
Quelli di Marcinelle erano li per accordi tra stati.
Prendi le pillole e rileggi quello che ho scritto, se ti fai aiutare da qualcuno magari capisci.
En passant, immigrati clandestini c'erano pure in Belgio, altro che accordi tra stati, visto che l'accordo era per 50mila lavoratori, mentre ne arrivarono circa 3 volte tanto
http://www.belgio.cc/breve-storia-sugli-italiani-in-belgio.html
https://storicamente.org/emigrazione-italiana-in-belgio

Torna ben a fare le previsioni scazzate su Deutsche Bank, va la'.

--
saluti
cm
pirex
2018-08-08 19:25:56 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by x05
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia
dell'immigrazione
con la differenza che gli italiani erano stati chiamati.
Pure gli "abusivi" erano tanti;
se riuscivano ad entrare si cercavano un lavoro abusivo
fino alla sistemazione definitiva.
--
pirex, una vita da operaio,
mai prono.
[e gli stronzi, che hanno fatto un patto di sangue con l'idiozia,
s'incazzano a bestia!]

http://tinyurl.com/y7sw3apu
https://cadutisullavoro.blogspot.it/
x05
2018-08-08 19:47:56 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by pirex
Pure gli "abusivi" erano tanti;
se riuscivano ad entrare si cercavano un lavoro abusivo
fino alla sistemazione definitiva.
Puo' essere. In ogni caso il belgio cercava ufficialmente
forza lavoro, tanto da firmare un accordo con l'italia.

Nella ricerca di manodopera in diversi avranno visto, anche
da clandestini, un'opportunita'.

Da parte mia se l'avessero scoperti e riaccompagnati al
confine evrebbero fatto bene.

Quello che non capite in questo 3d non e' questione se
vieni da tal paese per andare in talaltro paese ma e sei
stato invitato/autorizzato.

E non e' per il fatto che ci sia stata marcinelle sposti di
una virgola che i clandestini non hanno alcun diritto non
solo di stare qui manon hanno diritto di stare in nessun
luogo se non nel loro paese di nascita.

E questo e' valido anche per gli italiani.
Gennaro
2018-08-08 16:46:43 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia dell'immigrazione,
soprattutto ora che tanti vengono in Europa. Non sottostimiamo la
difficoltà di gestire un tale fenomeno ma non dimentichiamo che i
nostri padri e nonni erano migranti". Lo ha detto, nientepopodimenochè
il ministro degli Esteri Enzo Moavero, alla faccia di uno sbigottito
Salvini.
"Siamo stati una nazione di emigranti - ha sottolineato Moavero - siamo
andati stranieri nel mondo cercando lavoro" e bisogna ricordarlo
"quando vediamo arrivare in Europa i migranti della nostra travagliata
epoca".
"Il richiamo di Moavero o è inutile o è fuorviante rispetto alla
necessaria azione per impedire una invasione di clandestini che con gli
emigranti italiani non c'entra nulla - attacca il capogruppo di FdI
alla Camera, Francesco Lollobrigida, il ministro degli Esteri eviti
paragoni impropri e offensivi".
Ma cos'era successo a Marcinelle?
Ben 62 anni fa, la mattina dell'8 agosto 1956 nella miniera di carbone
Bois du Cazier di Marcinelle, in Belgio, scoppiò un incendio causato
dalla combustione d'olio ad alta pressione innescata da una scintilla
elettrica. L'incendio provocò la morte di 262 persone delle 275
presenti. Di questi 136 erano emigrati italiani, 95 belghe, 8 polacche,
6 greche, 5 tedesche, 5 francesi, 3 ungheresi, una inglese, una
olandese, una russa e una ucraina.
Cosa c'entra la tragedia di Marcinelle con l'immigrazione selvaggia con
i barconi in Italia?
Nulla.
Gl'italiani andavano all'estero con le valige di cartone alla luce del
sole, per trovare un lavoro, anche da sfruttati. Gl'immigrati nostrani,
arrivano con i barconi, non alla luce del sole, saccheggiati dai
mercanti di uomini, a rischiare di morire affogati in mare.
Roba diversa, mi pare.
In comune con Marcinelle ci vedo i migranti, raccoglitori di pomodori,
morti nelle strade. Sfruttati come i nostri minatori, morti come i
nostri minatori.
Egregio ministro, capisco che i sentimenti le scaturiscono dal cuore,
ma la pregherei di correggere il tiro. I nostri migranti hanno una
storia diversa, fatta di sfruttamento ma anche di fortune costruite dal
nulla, vorrei che lei focalizzasse di più sulla condizione di lavoro
dei migranti che sono arrivati da noi.
Sbaglia di grosso sempre i paragoni, e che secondo me è una grave offesa contro gli italiani, come il paragone dei migranti africani come gli italiani in Argentina e negli USA che al contrario erano richiesti e selezionati.
brif 2014
2018-08-08 18:16:20 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Gennaro
Sbaglia di grosso sempre i paragoni, e che secondo me è una grave offesa contro gli italiani,
Cala, cala...
Non rappresentate gli italiani, bensì il 17% dei votanti, che su base corpo elettorale è poco piu' del 10%.

brif
brif 2014
2018-08-08 18:09:27 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia dell'immigrazione,
soprattutto ora che tanti vengono in Europa. Non sottostimiamo la
difficoltà di gestire un tale fenomeno ma non dimentichiamo che i
nostri padri e nonni erano migranti". Lo ha detto, nientepopodimenochè
il ministro degli Esteri Enzo Moavero, alla faccia di uno sbigottito
Salvini.
"Siamo stati una nazione di emigranti - ha sottolineato Moavero - siamo
andati stranieri nel mondo cercando lavoro" e bisogna ricordarlo
"quando vediamo arrivare in Europa i migranti della nostra travagliata
epoca".
"Moavero manca di rispetto agli italiani. Paragonare gli italiani che sono emigrati nel mondo, a cui nessuno regalava niente né pagava pranzi e cene in albergo, ai clandestini che arrivano oggi in Italia..." dicono i capigruppo a Camera e Senato, Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo".

"Pranzi e cene in albergo".
I "clandestini" che arrivano, quelli che non affogano nel Mediterraneo.

Molinari e Romeo siete due vermi.
E ben rappresentale il razzismo leghista, figlio d'ignoranza e delinquenza.

brif
Dwayne Hicks
2018-08-08 22:34:01 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by brif 2014
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia dell'immigrazione,
soprattutto ora che tanti vengono in Europa. Non sottostimiamo la
difficoltà di gestire un tale fenomeno ma non dimentichiamo che i
nostri padri e nonni erano migranti". Lo ha detto, nientepopodimenochè
il ministro degli Esteri Enzo Moavero, alla faccia di uno sbigottito
Salvini.
"Siamo stati una nazione di emigranti - ha sottolineato Moavero - siamo
andati stranieri nel mondo cercando lavoro" e bisogna ricordarlo
"quando vediamo arrivare in Europa i migranti della nostra travagliata
epoca".
"Moavero manca di rispetto agli italiani. Paragonare gli italiani che sono emigrati nel mondo, a cui nessuno regalava niente né pagava pranzi e cene in albergo, ai clandestini che arrivano oggi in Italia..." dicono i capigruppo a Camera e Senato, Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo".
"Pranzi e cene in albergo".
I "clandestini" che arrivano, quelli che non affogano nel Mediterraneo.
Molinari e Romeo siete due vermi.
E ben rappresentale il razzismo leghista, figlio d'ignoranza e delinquenza.
brif
Figa se rosiki.
Un'altra betulla per il signore, presto.
Ops. scusa, volevo dire signorA.
So che ci tieni al genere, frocetta.
Roberto Deboni DMIsr
2018-08-08 20:28:17 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On 08/08/18 17:19, Racing wrote:

..snip...
Post by Racing
"Siamo stati una nazione di emigranti - ha sottolineato Moavero -
siamo andati stranieri nel mondo cercando lavoro" e bisogna
ricordarlo "quando vediamo arrivare in Europa i migranti della
nostra travagliata epoca".
Non permetto a questa specie di nobile di prendere meriti
altrui per poi fare la predica su tale base.
Prima di tutto l'Italia, se intende gli emigrati italiani
andati all'estero, *non* e' una nazione di emigranti, ma e'
la nazione risultante dopo che il *meglio* e' emigrato
(ovvero una nazione ove i "migliori" ancora ci sono, ma in una
percentuale molto minore dei paesi beneficiari della immigrazione
italiana).
Io sono stato emigrato, e proprio per questa ragione non
accetto il buonismo (oltre che l'ipocrita menzogna ideologica
come evidenziato sopra) folle quando a me, emigrato, non
e' mai stato concesso nulla: ho dovuto disimparare le regole
non scritte in vigore in Italia, imparare quelle della nuova
realta' (il Regno Unito, ed il fatto che ne sia grato, non
cambia di una virgola il concetto) e rispettare il paese
ospite. Ora che sono in Italia e quindi PRETENDO dai
migranti lo stesso rispetto portato da me ed i miei genitori
verso il paese ospitante. PUNTO.

Il sig. Enzo Moavero forse si crede paragonabile ad un emigrato
avendo studiato all'estero. Non signore, quella esperienza e' tutta
altra cosa, specialmente se figlio benestante o risorse
economiche di altra origine. Insomma, andare a studiare all'estero
non e' paragonabile alla scelta di abbandonare il paese natio
alla ricerca di lavoro.

Ora che vedo chi e' questo personaggio:

<https://en.wikipedia.org/wiki/Enzo_Moavero_Milanesi>

ma che ci sta a fare in questo governo ? Fa parte della casta che
ha prodotti i Monti ed altri tecnici che hanno distrutto la
ricchezza della popolazione italiana (beneficiando invece chi e'
gia' ricco). Qualcuno sa come mai e' stato messo tra i
ministri ? E' una prova che ormai l'Italia e' una colonia
della EU e che senza la nomina del sig.Moavero, tramite
il sig.Mattarella, sarebbe stato bloccato all'infinito ogni
possibile governo giallo-verde ?

E poi sta farsa "collaterale" de "il sangue sparso dai genitori
ricade sui figli" comincia a stufare, e fa aumentare la voglia
di secessione per non avere piu' da ascoltare ragionamenti
deficienti simili a questi. Sulla falsariga di quei meridionali,
che mai si sono mossi dal meridione, ma vantano pretese e diritti
dal settentrione (ci "dovete" aiutare, insomma sempre ed ancora
soldi) perche', affermano, la ricchezza del settentrione
sarebbe stata costruita con la migrazione meridionale (vedi
fabbriche FIAT), quando in realta':
a) questo eventualmente interessava solo meta' del settentrione,
quello occidentale
b) per i settentrionali orientali, la migrazione meridionale e'
stata una disgrazia, un crumiraggio che ha tolto loro
i posti di lavoro nel settentrione occidentale, costringendo,
negli stessi anni, ad una migrazione massiccia fuori
dall'Italia, quando sarebbe bastato solo andare in Piemonte
(come per tanto tempo hanno fatto le povere mondine) se non
fosse stato che i meridionali hanno fatto crollare la paga
oraria a livelli impossibile per un operaio settentrionale
Insomma, meglio evitare certi ragionamenti, perche' se andiamo
a scavare a fondo, come oggi per i migranti, si tratta di
spregevole crumiraggio, il mezzo con cui il sig.Agnelli e la
casta di cui sospetto l'appartenenza anche del sig.Moavero,
hanno sfruttato i lavoratori settentrionali.
Post by Racing
"Il richiamo di Moavero o è inutile o è fuorviante rispetto alla
necessaria azione per impedire una invasione di clandestini che con gli
emigranti italiani non c'entra nulla - attacca il capogruppo di FdI alla
Camera, Francesco Lollobrigida, il ministro degli Esteri eviti paragoni
impropri e offensivi".
FdI manca totalmente il punto, anzi le due questioni.
Ma suppongo perche' l'ovvia conclusione seccessionista non gli
va a genio.

Per molti questioni M5S mi sta a genio, ma non devono fare l'errore
di continuare con la logica di una politica identica dal meridione
al settentrione. L'Italia e' diversa e variegata, e forzare una
politica unica, oltre che un disastro economico, avvicina sempre
il paese ad un conflitto/disastro sociale.

...snip...
Luigino Ferrari
2018-08-09 16:56:17 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Racing
"Non dimentichiamo che Marcinelle è una tragedia dell'immigrazione,
soprattutto ora che tanti vengono in Europa. Non sottostimiamo la
difficoltà di gestire un tale fenomeno ma non dimentichiamo che i
nostri padri e nonni erano migranti". Lo ha detto, nientepopodimenochè
il ministro degli Esteri Enzo Moavero, alla faccia di uno sbigottito
Salvini.
"Siamo stati una nazione di emigranti - ha sottolineato Moavero - siamo
andati stranieri nel mondo cercando lavoro" e bisogna ricordarlo
"quando vediamo arrivare in Europa i migranti della nostra travagliata
epoca".
Fare un simile accostamento e' semplicemente indecoroso, irrispettoso,
indegno, per quei morti e per i sopravvissuti. Quelli andarono
chiedendo, se non implorando la propria accoglienza, questi la stanno
quasi con la prepotenza - stavo per scrivere violenza - imponendo, una
differenza quanto dalla notte al giorno.
Mai come nella circostanza vale il detto: "La verita' vi rendera'
uomini liberi".
Post by Racing
"Il richiamo di Moavero o è inutile o è fuorviante rispetto alla
necessaria azione per impedire una invasione di clandestini che con gli
emigranti italiani non c'entra nulla - attacca il capogruppo di FdI
alla Camera, Francesco Lollobrigida, il ministro degli Esteri eviti
paragoni impropri e offensivi".
Ma cos'era successo a Marcinelle?
Ben 62 anni fa, la mattina dell'8 agosto 1956 nella miniera di carbone
Bois du Cazier di Marcinelle, in Belgio, scoppiò un incendio causato
dalla combustione d'olio ad alta pressione innescata da una scintilla
elettrica. L'incendio provocò la morte di 262 persone delle 275
presenti. Di questi 136 erano emigrati italiani, 95 belghe, 8 polacche,
6 greche, 5 tedesche, 5 francesi, 3 ungheresi, una inglese, una
olandese, una russa e una ucraina.
Cosa c'entra la tragedia di Marcinelle con l'immigrazione selvaggia con
i barconi in Italia?
Nulla.
Gl'italiani andavano all'estero con le valige di cartone alla luce del
sole, per trovare un lavoro, anche da sfruttati. Gl'immigrati nostrani,
arrivano con i barconi, non alla luce del sole, saccheggiati dai
mercanti di uomini, a rischiare di morire affogati in mare.
Roba diversa, mi pare.
In comune con Marcinelle ci vedo i migranti, raccoglitori di pomodori,
morti nelle strade. Sfruttati come i nostri minatori, morti come i
nostri minatori.
Egregio ministro, capisco che i sentimenti le scaturiscono dal cuore,
ma la pregherei di correggere il tiro. I nostri migranti hanno una
storia diversa, fatta di sfruttamento ma anche di fortune costruite dal
nulla, vorrei che lei focalizzasse di più sulla condizione di lavoro
dei migranti che sono arrivati da noi.
Loading...