Discussione:
Speriamo ci lascino spazio per le faccende personali
Aggiungi Risposta
unknown
2017-12-06 18:18:51 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Il grande fratello del Fisco: controlli pure sui cellulari

La Guardia di Finanza potrà cercare prove dell'evasione anche su sistemi
di messaggistica, cellulari e tablet

I controlli del fisco anche su tablet, smartphone, client di posta
elettronica e applicazioni di messaggistica.

L'ultima circolare operativa della Guardia di Finanza permetterà ai
Finanzieri di fare verifiche fiscali anche sulle memorie degli smartphone.

A rivelare l'ultima mossa anti-evasione del Fisco è Italia Oggi.
L'obiettivo sarebbe quello di permettere di acquisire elementi,
potenzialmente utili all'attività tibutaria, che il contribuente
potrebbe aver nascosto in sistemi digitali complessi o in sistemi Cloud.

A realizzare le verifiche, scrive Italia Oggi, sarà "personale
qualificato Cfda (Computer forensics e data analysis) che verrà
impiegato per le verifiche su contribuenti che utilizzano sistemi
informatici avanzati e complessi di protezione e archiviazione dei dati".

Nella pratica i possibili accertamenti dovrebbero essere di due tipi. Il
primo sui dispositivi spenti (le Fiamme Gialle lavoreranno sulla copia
forense del dato informatico o del documento digitale acquisito), il
secondo su sistemi attivi in modo da evitare che, una volta spenti, i
dispositivi possano perdere i dati (i Finanziari opereranno in
contraddittorio con il soggetto sottoposto a verifica o con un suo
delegato). Ma il manuale prevede anche operazioni specifiche in caso di
necessità di acquisire dati dall'uso di browser o client di posta,
applicazioni di messaggistica o chat, oppure qualora occorresse
recuperare la cronologia delle operazioni eseguite sul sistema.

"In altre circostanze - scrive Italia Oggi - le analisi e le ricerche da
effettuare sono direttamente correlate da un punto di vista tecnico e
degli strumenti da utilizzare dal sistema in cui le prove possono essere
celate. Da questo punto di vista si pensi ad esempio agli smartphone o
ai tablet oppure ad analisi da svolgersi su sistemi cloud o
virtualizzati". Infine, il manuale della Gf ricorda come sia possibile
anche acquisire dati informatici "detenuti presso soggetti terzi diversi
dal verificato".
Luigino Ferrari
2017-12-07 09:07:38 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by unknown
Il grande fratello del Fisco: controlli pure sui cellulari
La Guardia di Finanza potrà cercare prove dell'evasione anche su sistemi
di messaggistica, cellulari e tablet
I controlli del fisco anche su tablet, smartphone, client di posta
elettronica e applicazioni di messaggistica.
L'ultima circolare operativa della Guardia di Finanza permetterà ai
Finanzieri di fare verifiche fiscali anche sulle memorie degli smartphone.
A rivelare l'ultima mossa anti-evasione del Fisco è Italia Oggi.
L'obiettivo sarebbe quello di permettere di acquisire elementi,
potenzialmente utili all'attività tibutaria, che il contribuente
potrebbe aver nascosto in sistemi digitali complessi o in sistemi Cloud.
A realizzare le verifiche, scrive Italia Oggi, sarà "personale
qualificato Cfda (Computer forensics e data analysis) che verrà
impiegato per le verifiche su contribuenti che utilizzano sistemi
informatici avanzati e complessi di protezione e archiviazione dei dati".
Nella pratica i possibili accertamenti dovrebbero essere di due tipi. Il
primo sui dispositivi spenti (le Fiamme Gialle lavoreranno sulla copia
forense del dato informatico o del documento digitale acquisito), il
secondo su sistemi attivi in modo da evitare che, una volta spenti, i
dispositivi possano perdere i dati (i Finanziari opereranno in
contraddittorio con il soggetto sottoposto a verifica o con un suo
delegato). Ma il manuale prevede anche operazioni specifiche in caso di
necessità di acquisire dati dall'uso di browser o client di posta,
applicazioni di messaggistica o chat, oppure qualora occorresse
recuperare la cronologia delle operazioni eseguite sul sistema.
"In altre circostanze - scrive Italia Oggi - le analisi e le ricerche da
effettuare sono direttamente correlate da un punto di vista tecnico e
degli strumenti da utilizzare dal sistema in cui le prove possono essere
celate. Da questo punto di vista si pensi ad esempio agli smartphone o
ai tablet oppure ad analisi da svolgersi su sistemi cloud o
virtualizzati". Infine, il manuale della Gf ricorda come sia possibile
anche acquisire dati informatici "detenuti presso soggetti terzi diversi
dal verificato".
In sintesi verifiche e controlli a 360 gradi, ma su di un plafond di
risorse o come si dice il gergo - su di una torta - sempre piu'
striminsita - ed alla fine, per quanto si accerti, si verichi, si
controlli, non ce ne sara' piu' per nessuno.

Loading...